I cookie ci aiutano a offrire i nostri servizi. Utilizzando il nostro sito Web, acconsenti all'utilizzo dei cookies. Saperne di più.

Le migliori cose da fare a Granada

Granada è una città affascinante dove c'è molto di più da vedere che l'iconica Alhambra. Non perderti i luoghi imperdibili dell'antico regno nazarí e sfrutta al massimo il tuo viaggio.

Isabel Catalán

Isabel Catalán

15 minuti di lettura

Le migliori cose da fare a Granada

L'Alhambra di Granada | ©Kevin Mcmahon

Ci sono pochi posti con più fascino e bellezza di Granada per godere di una fuga speciale. La sua storia affascinante, la sua arte magnifica, le sue deliziose tapas e la gioia della sua gente sono ragioni sufficienti per scoprire la città con il più bel tramonto del pianeta.

L'Alhambra di Granada è il suo emblema più popolare, ma nella capitale dell'antico regno nazarí ci sono molti altri luoghi da sogno da vedere. Eccone alcuni!

1. Visita l'Alhambra di Granada

Patio dei Leoni| ©Jorge Gobbi
Patio dei Leoni| ©Jorge Gobbi

Quando pensiamo a Granada, la prima cosa che ci viene in mente è la sua emblematica Alhambra. È un punto di riferimento culturale per l'arte ispano-musulmana in Occidente e uno dei monumenti più belli della Spagna. Non c'è dubbio che è il primo monumento che devi vedere quando arrivi a Granada.

Tutti gli aggettivi con cui lo descrivo non sono sufficienti! L'Alhambra è un gioiello di arte universale che lascia a bocca aperta. Non c'è da stupirsi che tanti poeti e artisti abbiano trovato ispirazione nella sua bellezza. Lo sapevi che anche la New7Wonders Foundation l'ha scelta come ottava meraviglia del mondo?

È logico che tali riconoscimenti suscitino l'interesse di milioni di viaggiatori che si dirigono in Andalusia per ammirare il fascino e le belle viste di questa antica città palatina andalusa, uno di quei monumenti che sono un must da vedere almeno una volta nella vita!

Come visitare l'Alhambra a Granada?

Date le sue immense dimensioni e il gran numero di spazi che compongono questa unica città palatina medievale, il mio consiglio è di fare una visita guidata dell'Alhambra per visitare tutto il complesso monumentale senza perdere un dettaglio, imparando la sua storia e decifrando la sua ricca decorazione. Secondo me, molti dei segreti dell'Alhambra di Granada passerebbero inosservati senza l'aiuto di una guida.

Come prenotare i biglietti?

Raccomando di prendere i biglietti per l'Alhambra di Granada almeno un mese o due prima della data del viaggio, perché è un monumento molto popolare con posti limitati che tendono a esaurirsi rapidamente.

2. Lasciatevi stupire dalla vista dal belvedere di San Nicolás

Godetevi le belle viste dell'Alhambra dal belvedere di San Nicolás.| ©Arkangel
Godetevi le belle viste dell'Alhambra dal belvedere di San Nicolás.| ©Arkangel

Un'altra delle cose essenziali da fare a Granada durante una vacanza in città è guardare il tramonto dal belvedere di San Nicolás nel quartiere di Albaicín. "La più bella del mondo", secondo Bill Clinton, presidente degli Stati Uniti, durante una fugace visita alla città andalusa nel 1997.

Non aveva torto! Da qui si ha la migliore vista panoramica dell'Alhambra di Granada con l'imponente Sierra Nevada sullo sfondo. Potrete anche godere di una vista imbattibile sui Palazzi Nazarí, l'Alcazaba e il Generalife.

In realtà, le viste sono meravigliose a qualsiasi ora del giorno, ma la sensazione di guardare il sole che tramonta lentamente dietro l'Alhambra mentre colora le sue mura, le torri e i palazzi di toni rossastri è semplicemente magica.

Come arrivare al belvedere di San Nicolás?

Questo belvedere si trova nella parte più alta del quartiere Albaicín di Granada. Ci si può arrivare camminando per il Paseo de los Tristes o con l'autobus delle linee C1 o C2. Un'altra opzione è attraversare la Plaza Larga e prendere la pista Alhacaba.

3. Esplora i pittoreschi quartieri di Albaicín e Sacromonte

Passeggiare per le pittoresche strade di Albaicín| ©L'odyssée Belle
Passeggiare per le pittoresche strade di Albaicín| ©L'odyssée Belle

Qualsiasi viaggiatore che abbia visitato Granada sarà d'accordo con me che i quartieri dell'Albaicín e del Sacromonte sono due dei luoghi più affascinanti e antichi da esplorare durante il tuo viaggio nella capitale del regno nazarí.

In effetti, se non ci si passeggia, molti dicono che non si può dire di essere stati a Granada perché questa è l'anima della città.

Se sei uno di quei viaggiatori che amano conoscere una città perdendosi nelle sue strade per scoprire il suo lato più autentico e reale, una delle cose da fare a Granada che ti consiglio vivamente è un tour dell'Albaicín e del Sacromonte.

Perché fare un tour dell'Albaicín e del Sacromonte?

Con questa visita ai quartieri dell'Albaicín e del Sacromonte di Granada conoscerete due luoghi autentici con una storia molto interessante e una vista spettacolare.

Situato sulla collina che domina Granada, nel suo labirinto di strade medievali si nascondono alcuni dei gioielli che hanno reso la capitale del regno nazarí famosa nel mondo.

Se c'è una cosa che mi ha colpito di Granada durante il mio viaggio, è che la sua essenza cambia dalla mattina alla sera. Ogni momento della giornata mostra le diverse sfaccettature di Granada, piccoli dettagli in una città unica che non smette mai di stupirti.

Per conoscere questa parte della città ci sono tour diurni e notturni. Se vuoi saperne di più, nel mio articolo Visitare l'Albaicín e il Sacromonte di Granada ti spiego in dettaglio come sono queste attività e cosa vedrai in questi quartieri pieni di leggende di cui ti innamorerai.

4. Visita la Cattedrale di Granada

Dentro la cupola della cattedrale di Granada| ©Bobo Boom
Dentro la cupola della cattedrale di Granada| ©Bobo Boom

È vero che l'Alhambra è la regina di tutti gli occhi, ma durante il mio viaggio a Granada, una delle più grandi sorprese che ho avuto è stata quella di contemplare la maestosità della cattedrale, la seconda cattedrale più grande della Spagna.

Alla fine della Riconquista, i Re Cattolici scelsero il sito della moschea principale della città per costruire questo tempio come simbolo del trionfo del cristianesimo sull'Islam e sull'ultimo regno musulmano in Spagna.

Il progetto iniziò nel 1492, poco dopo la presa di Granada, ma i lavori non furono completati fino all'inizio del XVIII secolo, quasi due secoli dopo, poiché l'impresa era irta di complicazioni di ogni tipo a causa della sua grande complessità.

Perché visitare la Cattedrale di Granada?

Ci sono molte chiese nella città, ma questa cattedrale è un'icona perché è uno dei capolavori del Rinascimento spagnolo. È anche un tempio che impressiona per le sue dimensioni e la sua vista che domina il centro di Granada è uno spettacolo indimenticabile per il viaggiatore.

Dedicata a Santa María de la Encarnación, la cattedrale è impressionante all'esterno per le sue torri e la sua grande facciata barocca, anche se, secondo me, è la decorazione interna che toglie il fiato.

Tutto ciò che lo riguarda è affascinante. Dal contrasto tra il bianco delle enormi colonne classiche e delle volte con i toni dorati della cappella principale alle bellissime vetrate che trasformano cromaticamente la luce che penetra nel tempio.

Ilrisultato è una spettacolare opera d'arte al servizio di Dio e della spiritualità umana che trasmette una grande serenità e pace a chi la visita.

5. Entrare nella Cappella Reale di Granada

Dettaglio della tomba dei Re Cattolici| ©Wenjie, Zhang | A Certain Slant of Light
Dettaglio della tomba dei Re Cattolici| ©Wenjie, Zhang | A Certain Slant of Light

Annesso alla cattedrale c'è la cappella reale, un altro dei monumenti più importanti da vedere a Granada e un luogo per gli amanti della storia. Qui si trova la tomba in stile gotico dove riposano i resti dei monarchi cattolici, la loro figlia la regina Giovanna I di Castiglia e suo marito Filippo il Bello, così come il loro nipote l'infante Michele del Portogallo.

La storia della città è strettamente legata alla figura dei Re Cattolici da quando entrambi arrivarono a Granada nel 1482 per completare la Riconquista della Spagna. Dopo la vittoria, la coppia decise di dedicare la propria vita per sempre a Granada e di costruire qui la loro cappella funeraria.

Cosa si può vedere nella Cappella Reale?

Per quelli di noi che sono appassionati di storia, entrare nella cappella reale di Granada ci dà una sensazione di emozione e rispetto, poiché ci troviamo di fronte al mausoleo di diverse personalità che hanno avuto un ruolo di primo piano in alcune delle imprese più epiche della storia della Spagna.

Il mausoleo e la cripta della famiglia reale

Da un lato troviamo le tombe di Isabella I di Castiglia e Ferdinando II d'Aragona, dall'altro quelle della loro figlia Giovanna I di Castiglia e di suo marito Filippo il Bello. Il monumento funerario è scolpito in marmo e decorato con figure di santi, angeli, medaglioni e figure che rappresentano i re.

Per vedere le loro bare si può visitare una piccola cripta situata sotto il pantheon, a cui si accede da una rampa di scale. Ricordo di essere rimasto molto sorpreso dal contrasto tra la sontuosità della tomba e l'austerità della cripta, proprio come la regina Elisabetta ha detto che voleva che fosse nel suo testamento.

La cripta ospita anche alcuni oggetti personali dei monarchi cattolici, come le loro corone, le insegne militari e lo scettro reale che usavano.

Il Museo-Sacrario della Cappella Reale

La costruzione del Museo della Sacrestia della Cappella Reale è dedicata a San Giovanni Battista e San Giovanni Evangelista. Contemplare l'intero insieme è impressionante.

La meravigliosa griglia plateresca del XVI secolo e la pala d'altare gotica dorata, le tombe di marmo di Carrara e i simboli reali sulle pareti della cappella (lo stemma spagnolo con l'aquila di San Giovanni, il giogo e le frecce).

Troverete anche diversi dipinti che facevano parte della collezione della regina Isabella, i costumi cerimoniali dei monarchi, e libri e oggetti d'oro e d'argento utilizzati nella loro vita quotidiana.

6. Fate un'escursione nelle Alpujarras

Paesaggi da sogno delle Alpujarras| ©Carlos Alejo
Paesaggi da sogno delle Alpujarras| ©Carlos Alejo

Un luogo magico da vedere a Granada durante il tuo viaggio è l'Alpujarras. Un territorio unico tra Granada e Almería che, a più di 1.200 metri di altitudine, guarda dalle pendici meridionali della Sierra Nevada fino al Mar Mediterraneo.

È difficile non essere sopraffatti dalla bellezza di questo paesaggio naturale unico, pieno di sorgenti e punteggiato da una moltitudine di pittoreschi villaggi bianchi nascosti tra valli profonde.

Perché visitare le Alpujarras?

Penso che sia una meravigliosa opportunità non solo per approfondire la storia delle ultime popolazioni moresche che hanno abitato la Spagna, ma anche per godersi una giornata all'aperto facendo qualcosa di diverso come esplorare il Parco Naturale della Sierra Nevada, che ospita la catena montuosa più alta dell'Europa meridionale e l'imponente cima Mulhacen, la più alta della penisola iberica!

Com'è l'escursione alle Alpujarras?

Quando si tratta di fare escursioni fuori dai centri urbani, ci si chiede come arrivare alla destinazione, quali mezzi di trasporto prendere, cosa vedere e fare... Non preoccuparti! Con questa gita di un giorno alle Alpujarras, tutto è organizzato perché tu possa rilassarti e goderti al massimo questa escursione nella natura.

Alle 8:30 del mattino vi sposterete in trasporto privato con una guida verso il sud della provincia di Granada. L'avventura si svolge tra paesaggi da cartolina, dove la natura si mostra in tutto il suo splendore.

Durante l'escursione vedrete alcuni dei villaggi più belli delle Alpujarras come Bubión, Capileira e Pampaneira (dichiarati siti storico-artistici), Pórtugos e Lanjarón (famosi per le loro sorgenti) o Trevélez (il miglior produttore di prosciutto Serrano delle Alpujarras), tra molti altri.

Secondo me, uno dei modi migliori per conoscere la cultura di un luogo è assaggiare la sua gastronomia tipica. Un'altra ragione per cui ho scelto questa escursione nelle Alpujarras e per cui la raccomando è che avrai l'opportunità di assistere a una degustazione di vini e prosciutti per conoscere i sapori e le consistenze di questa regione andalusa.

Alla fine del percorso attraverso le Alpujarras siamo tornati a Granada. È stata una giornata intensa e piena di emozioni e una delle migliori escursioni che ho fatto nel sud della Spagna.

7. Uscire per le tapas a Granada

Godetevi le deliziose tapas di Granada| ©Andrew Nash
Godetevi le deliziose tapas di Granada| ©Andrew Nash

Letapas in Spagna sono una forma d'arte, ma a Granada sono qualcosa fuori dal mondo. E se mi chiedi le cose essenziali da fare a Granada, non puoi non andare a mangiare le tapas nel centro della città.

Per chi non lo sapesse, la cosa delle tapas a Granada funziona così: si va in un bar, si ordina un drink e con questo si riceve una tapa gratis. Nei bar di Granada, ordinare un drink è la stessa cosa che ordinare tapas. È forte, vero? Infatti, si può pranzare e cenare con le tapas in modo rilassato e spendere meno soldi che in un ristorante.

Ma il trucco delle tapas a Granada è sapere dove andare in modo che la qualità delle tapas sia forte. Ci sono bar dove le tapas sono semplici e bar dove si fa di tutto.

Per esempio, ci sono posti dove puoi scegliere le tue tapas con il tuo drink, posti dove ti verranno assegnate le tapas che vuoi e bar dove, man mano che ordini le bevande, la qualità delle tapas che ti vengono servite aumenterà fino a raggiungere un punto in cui potrai avere qualsiasi cosa, dalla paella al pesce fritto o un hamburger.

Dove andare a mangiare tapas a Granada?

Le mie raccomandazioni sono: Taberna Gamboa (Calle Lepanto, 11), Los Diamantes (Calle Navas, 28), Bella Kurva (Calle San Jerónimo, 19), Bodegas Castañeda (Calle Almireceros 1-3), La Bella y la Bestia (Calle Cárcel Baja, 14) e La Sitarilla (Calle San Miguel Alta, 7).

8. Prenda una tazza di tè nella Calle de las Teterías (via dei negozi di tè)

Assaggiate il tradizionale tè moresco| ©alexis.stroemer
Assaggiate il tradizionale tè moresco| ©alexis.stroemer

Dopo le tapas nel centro di Granada, niente di meglio che andare in Calle Calderería Nueva nel quartiere Albaicín per gustare un autentico tè moresco e i migliori dolci arabi della città, il tocco finale perfetto per qualsiasi banchetto!

Conosciuta anche come Calle de las Teterías, questo luogo è pieno di negozi con alcune delle merci esposte all'esterno, che ricordano i souk del Medio Oriente, ma senza lasciare Granada.

Oltre a sorseggiare il tè nei suoi locali in stile andaluso, potrete cogliere l'occasione per acquistare qualche souvenir del vostro soggiorno nell'antica capitale del regno nazarì. C'è un po' di tutto! Da cartoline, shisha e lampade a sarong, borse e bigiotteria. Troverete sicuramente quello che state cercando.

9. Fai un giro in mongolfiera sui cieli di Granada

Fai un giro in mongolfiera sui cieli di Granada| ©star5112
Fai un giro in mongolfiera sui cieli di Granada| ©star5112

Se sei alla ricerca di emozioni durante il tuo viaggio e non soffri di vertigini, una delle migliori cose da fare a Granada è, senza dubbio, fare un giro in mongolfiera.

Puoi immaginare di sorvolare la città all'alba mentre hai una vista dall'alto dell'Alhambra, il quartiere dell'Albaicín, le grotte del Sacromonte e la Sierra Nevada? A bordo della mongolfiera vedrete la città da una prospettiva privilegiata e insolita, una che pochissime persone conoscono, e otterrete delle belle fotografie come souvenir.

Nessuno che non sia mai salito su una mongolfiera può descrivere la sensazione di fluttuare dolcemente nell'aria, alla deriva nel bellissimo cielo blu di Granada mentre la città comincia a svegliarsi e il sole splende luminoso sulle montagne.

Questa è un'esperienza unica nella vita! Non abbiate paura delle altezze perché i piloti della mongolfiera sono persone esperte che gestiscono il pallone con grande cura e sanno come creare un'atmosfera tranquilla durante l'avventura, trasmettendo molta sicurezza. Lo consiglio vivamente, non ve ne pentirete!

10. Innamorati sul Paseo de los Tristes (Passeggiata dei Tristi)

Paseo de los Tristes| ©Sara Amaro
Paseo de los Tristes| ©Sara Amaro

Granada è una città unica in sé, ma uno dei luoghi che contribuiscono a darle quell'aria magica che la caratterizza è il Paseo de los Tristes, uno degli angoli più belli e storici della città nazarí.

È un bel viale che segue il corso del fiume Darro tra i ponti Chirimías e Aljibillo e ha viste privilegiate dell'Alhambra ai suoi piedi.

La fama del Paseo de los Tristes è ben meritata poiché è uno dei luoghi più belli e bohémien da vedere a Granada per una passeggiata romantica, soprattutto al chiaro di luna e tra la vegetazione circostante, che impregna l'atmosfera con il delicato profumo dei fiori lungo il percorso.

Nonostante il suo nome malinconico, questa strada ha un'atmosfera molto festosa ed è uno dei miei posti preferiti per passeggiare, scattare foto, godersi la vista e qualche bicchiere di vino sulle belle terrazze del Paseo de los Tristes.

Sapete cosa...?

Il suo nome ufficiale è Paseo del Padre Manjón ma è soprannominato così perché un tempo era la strada per il cimitero della città e teatro di tristi processioni funebri. Curioso, vero?

11. Immergiti nella cultura nei musei di Granada

Parco scientifico| ©euphro
Parco scientifico| ©euphro

Anche se Granada è una piccola città, ospita un patrimonio architettonico e artistico senza pari. Non c'è da meravigliarsi che l'offerta culturale e museale della città sia così varia e ampia - c'è qualcosa per tutti!

Se ti piacciono le visite culturali, uno dei luoghi essenziali da vedere a Granada sono i suoi musei. Ecco alcuni dei miei preferiti:

  • Il Museo delle Belle Arti: è la galleria d'arte più importante della città con pezzi che vanno dal XV al XX secolo. Si trova al primo piano del Palazzo di Carlo V, nel complesso del palazzo dell'Alhambra a Granada, uno spazio che è di per sé un'opera d'arte architettonica.

  • Museo dell'Alhambra: qui si possono vedere oggetti d'arte ispano-musulmana recuperati dall'Alhambra e dal Generalife. Si trova al piano terra del Palazzo di Carlo V, nell'Alhambra.

  • Museo Archeologico: ospita i reperti archeologici di diversi popoli (iberici, fenici, romani e arabi) che lasciarono la loro impronta su Granada dopo il loro passaggio nella città. Nella Carrera del Darro, 41-43.

  • Casa de los Tiros: è un museo che traccia la storia e le tradizioni di Granada attraverso immagini, incisioni, dipinti, collezioni bibliografiche, piani e pezzi di artigianato locale. Sono rimasto molto sorpreso dalla sala della Cuadra Dorada, il cui soffitto di legno è decorato con figure di re ed eroi spagnoli e iscrizioni sulle loro gesta. In Calle Pavaneras, 19.

  • Casa-Museo Manuel de Falla: questo è il luogo dove visse il compositore Manuel de Falla, una delle figure più importanti della musica spagnola del XX secolo. Qui si possono vedere i suoi oggetti personali, mobili originali, il suo pianoforte e alcuni dei regali che ha ricevuto da artisti come Pablo Picasso e Miguel de Unamuno. Al Paseo de los Mártires, 11.

  • Casa-Museo Lorca: era la residenza estiva che il poeta Federico García Lorca aveva alla periferia della città. Si trova nella Huerta de San Vicente. Qui scrisse grandi opere come "Romancero Gitano" o "La casa de Bernarda Alba". Si possono anche vedere i suoi manoscritti, i suoi oggetti personali e persino i suoi mobili originali. In Calle Iglesia, 20 (Valderrubio).

  • Parque de las Ciencias de Granada: il primo museo interattivo della scienza in Andalusia. Uno dei posti più divertenti da vedere a Granada e un piano altamente raccomandato da fare con la famiglia. Qui i bambini possono dare sfogo alla loro immaginazione mentre esplorano e imparano nel giardino delle farfalle, nel biodome o nel laboratorio dei rapaci. Avrete bisogno di una mattinata per vederlo! In Avenida de la Ciencia, s/n

12. Coccola il tuo corpo con un rituale di hammam tradizionale

Rilassati con il rituale dell'hammam| ©Haley Phelps
Rilassati con il rituale dell'hammam| ©Haley Phelps

Se dopo tanto girare per la città ti senti stanco e hai bisogno di una pausa per ricaricare le batterie, ti consiglio di visitare i bagni arabi di Granada per godere del rituale ancestrale andaluso dell'hammam e di tutte le sue proprietà salutari.

È incredibile! Se non siete mai stati all'hammam prima, questo viaggio nell'antico regno nazarí può essere una buona opportunità per divertirsi con un piano originale e diverso da fare a Granada.

Quali sono i bagni arabi a Granada?

Non è la vostra tipica spa, ma i bagni arabi si caratterizzano per portare al presente la filosofia dell'hammam tradizionale che si praticava in Al-Andalus durante il Medioevo.

Inoltre, il suo arredamento in stile andaluso con archi islamici, piastrelle geometriche e bei soffitti con lucernari stellati che lasciano entrare la luce naturale è stato progettato per evocare l'esperienza dei tradizionali bagni arabi, creando un'atmosfera molto piacevole e intima.

Perché consiglio questa attività?

Se c'era una cosa che mi affascinava del rito dell'hammam, era l'atmosfera rilassata delle stanze, dove il tempo sembra fermarsi e regna il silenzio, interrotto solo dal mormorio dell'acqua nelle piscine termali.

Alla luce fioca delle candele e immersi in questa atmosfera di calma, i vostri sensi saranno risvegliati dall'aria profumata e dalla musica andalusa che suona leggermente in sottofondo. Vi sembrerà per un attimo di essere tornati al tempo di splendore dell'antica Al-Andalus!

Se vuoi saperne di più sui bagni arabi di Granada e su questa piacevole esperienza, ti consiglio di dare un'occhiata al mio articolo Il miglior Hammam di Granada dove ti dico in cosa consiste l'hammam, quali sono le sue proprietà salutari e come prenotare i tuoi biglietti per il migliore della città.

13. Come scoprire Granada?

Vista dell'Alhambra e di Granada dal Sacromonte al tramonto| ©Victoriano Izquierdo
Vista dell'Alhambra e di Granada dal Sacromonte al tramonto| ©Victoriano Izquierdo

Ci sono molti modi per conoscere Granada, ma fare un tour delle sue principali attrazioni turistiche è uno dei migliori. Soprattutto se siete accompagnati da una guida specializzata.

Secondo la mia esperienza,la visita vi piaceràmolto di più e imparerete molto su storia, arte, leggende e curiosità!

Tuttavia, l'enorme numero di tour offerti può essere schiacciante. Per facilitarvi la scelta, nel mio articolo Le migliori visite guidate ed escursioni a Granada vi mostro quelle che considero le migliori per conoscere la città, i suoi monumenti e i suoi dintorni.