I cookie ci aiutano a offrire i nostri servizi. Utilizzando il nostro sito Web, acconsenti all'utilizzo dei cookies. Saperne di più.

Cosa vedere al Palazzo di Alhambra da Granada

L'Alhambra è uno dei luoghi più visitati in Spagna e uno dei più ammirati nel mondo. Ecco i must-sees in modo da assicurarsi di visitare l'essenziale quando si è lì.

Isabel Catalán

Isabel Catalán

9 minuti di lettura

Cosa vedere al Palazzo di Alhambra da Granada

L'Alhambra | Dimitri B.

L'Alhambra è un tesoro dell'architettura islamica che il sultano Alhamar, fondatore della dinastia nazarí, fece costruire sulla collina Sabika a metà del XIII secolo come edificio militare per proteggersi dai suoi nemici. In seguito divenne la residenza reale e la corte di Granada fino al 1492, quando i monarchi cattolici completarono la riconquista della Spagna e l'Alhambra passò in mani cristiane.

Sia che tu abbia i biglietti per l'Al hambra per visitarla da solo o che ti unisca a una delle visite guidate dell'Alhambra, prendi nota di ciò che non puoi perdere:

1. L'Alcazaba

Vista dell'Alhambra| ©William Juten de Vasconcellos
Vista dell'Alhambra| ©William Juten de Vasconcellos

È un edificio militare dove l'esercito risiedeva per difendere il perimetro. Si crede che l'Alcazaba sia stata la prima ad essere costruita sui resti di un antico castello.

Comprende l'estremità occidentale della città palatina ed è la parte più rilevante della città se vista da qualsiasi punto di vista a Granada.

2. Plaza de Armas

Plaza de Armas| ©Roberto Chamoso G - Wikipedia
Plaza de Armas| ©Roberto Chamoso G - Wikipedia

Alla fine di un pendio acciottolato si trova la Plaza de Armas, che era l'ingresso originale dell'Alcazaba. Consisteva in un gruppo di edifici dove venivano forniti diversi servizi agli abitanti della fortezza.

3. Torre dell'Armas

Vista delle torri dell'Alhambra| ©Dimitry B
Vista delle torri dell'Alhambra| ©Dimitry B

Situata sulla parete nord, la Torre de las Armas forniva l'accesso al complesso dell'Alcazaba dalla zona del fiume Darro. In questo modo il palazzo nazarí era collegato al quartiere dell'Albaicín per mezzo di un ponte elevato conosciuto come il Puente de Los Tableros.

4. Torre di La Vela

Dettaglio dell'Alhambra| ©Victor He
Dettaglio dell'Alhambra| ©Victor He

Prende il nome da "La Vela", la campana che i cristiani suonarono in questo luogo per celebrare la fine della Riconquista nel 1492. Per questo motivo è anche conosciuta come la Torre de la Campana, che suona ogni 2 gennaio per commemorare la vittoria dei Re Cattolici.

5. Giardino degli Adarchi

Alhambra| © Jorge Fernández Salas
Alhambra| © Jorge Fernández Salas

Questo è uno degli angoli dell'Alhambra di Granada che ti piacerà di più quando lo vedrai perché dal suo balcone potrai contemplare meravigliose viste sulla Sierra Nevada, le Torres Bermejas, la Vega e la città, quindi non puoi perdertelo! Lo troverete all'ingresso dell'Alcazaba.

6. Il Palazzo di Carlo V

Facciata del Palazzo di Carlo V| © Ingo Mehling - Trabajo propio - Wikipedia
Facciata del Palazzo di Carlo V| © Ingo Mehling - Trabajo propio - Wikipedia

Si trova accanto ai palazzi Nasridi ed è una delle più belle opere rinascimentali che si trovano fuori dall'Italia. L'imperatore Carlo V ne ordinò la costruzione nel XVI secolo per poter godere di Granada e della sua Alhambra, da cui era veramente affascinato.

L'ingresso al palazzo è gratuito e vale la pena visitarlo perché è unico nel suo stile. È notevole per il suo cortile circolare al centro di questo edificio quadrato, che dimostra un alto livello di conoscenza dell'architettura imperiale romana. Se fate una visita guidata dell'Alhambra, la guida farà una fermata obbligatoria qui.

Il Palazzo di Carlo V ospita anche il Museo dell'Alhambra (dedicato all'arte ispano-musulmana e nazarí) e il Museo delle Belle Arti (la maggior parte delle cui opere provengono da conventi e monasteri come La Merced, La Cartuja e San Francisco, tra molti altri).

7. I Palazzi Nasridi

Palazzi Nasridi| ©Tuxyso - Wikipedia
Palazzi Nasridi| ©Tuxyso - Wikipedia

I Palazzi Nasridi erano gli edifici dove risiedevano i re di Granada. Sono costituiti da tre edifici separati conosciuti come il Mexuar (area delle udienze), il palazzo di Comares (la casa ufficiale del re) e il palazzo dei Leoni (l'harem e la dimora della famiglia reale).

I Palazzi Nasridi sono la parte più visitata e una di quelle che mi è piaciuta di più, insieme al Generalife. Qui troverete bellissimi spazi come la Sala degli Ambasciatori (il centro simbolico del potere nazarí), la Sala degli Abencerrajes (la camera da letto del re), la Sala dei Re (la sala del consiglio del sultano) o il Cortile dei Leoni (un'allegoria del paradiso).

Notate le delicate iscrizioni epigrafiche in arabo classico intagliate nel gesso o nel legno che sono sparse sulle pareti e sui soffitti dell'Alhambra.

Il Mexuar

La Sala del Mexuar è la prima area che incontriamo entrando nei Palazzi Nazarí e il più antico dei tre edifici. Era qui che il sultano impartiva la giustizia, teneva le udienze o le riunioni del consiglio dei ministri.

Il Palazzo di Comares

Il Palazzo Comares era la residenza ufficiale del sultano e il sito della sala del trono nazarì. Come potete vedere, la sua decorazione spicca per la sua ricchezza, poiché entrambi volevano stupire i visitatori con la potenza della loro dinastia, e ci sono riusciti, non credete?

Il Palazzo dei Leoni

All'interno dei Palazzi Nasridi, questo edificio era la dimora della famiglia reale e dell'harem del sultano. Se stai cercando il famoso Patio de los Leones che hai visto innumerevoli volte nelle fotografie, tira fuori la tua macchina fotografica perché è qui.

8. La camera d'oro

Cortile del Palazzo di Carlo V| ©Ra-smit - Trabajo propio - Wikipedia
Cortile del Palazzo di Carlo V| ©Ra-smit - Trabajo propio - Wikipedia

Questa stanza era usata dai segretari della corte islamica per registrare ed eseguire le decisioni del sultano. È conosciuta come la stanza d'oro a causa del bellissimo soffitto di legno che copre questa stanza, la cui decorazione originale risale all'epoca di Maometto V.

9. Sala degli Abencerrajes

Cortile dei Leoni| ©José Luiz Bernardes Ribeiro - Trabajo propio - Wikipedia
Cortile dei Leoni| ©José Luiz Bernardes Ribeiro - Trabajo propio - Wikipedia

Sul lato sud del Patio de los Leones si trova la Sala de los Abencerrajes, che si pensa sia stata la camera da letto del sultano.

In questa sala dell'Alhambra di Granada rimarrai colpito dalla spettacolare cupola che decora il soffitto, ma non perdere di vista la fontana al centro perché ha una storia un po' inquietante. Chiedi alla tua guida di raccontartela perché ne rimarrai stupito!

10. Sala dei Re

Cortile dei Leoni| ©José Luiz Bernardes Ribeiro - Trabajo propio - Wikipedia
Cortile dei Leoni| ©José Luiz Bernardes Ribeiro - Trabajo propio - Wikipedia

A est del Patio de los Leones si trova la Sala dei Re, la stanza più lunga dell'Harem, così chiamata per il dipinto sulla volta dell'alcova centrale, che si pensa rappresenti i primi dieci re della dinastia nazarí.

Date le dimensioni di questa stanza nell'Alhambra di Granada, sembra che fosse usata per ricevimenti e feste o come stanza estiva per riposare e sfuggire al caldo.

11. Sala delle due sorelle

L'Alhambra, Granada| ©Jebulon - Trabajo propio - Wikipedia
L'Alhambra, Granada| ©Jebulon - Trabajo propio - Wikipedia

Questa stanza fu originariamente creata per servire come nuovo mexuar del sultano, anche se è meglio conosciuta come la residenza della sultana Aisha, la madre di Boabdil (l'ultimo re di Granada), quando fu ripudiata da suo marito Muley Hacen.

12. Corridoio e sala di Carlo V

Torre del prigioniero| ©Alfaguara56 - Trabajo propio - Wikipedia
Torre del prigioniero| ©Alfaguara56 - Trabajo propio - Wikipedia

L'imperatore Carlo V fu sempre innamorato dell'Alhambra di Granada, motivo per cui ordinò la costruzione dei suoi alloggi e di un ufficio da cui dirigere il suo impero.

Sapevi che anche lo scrittore Washington Irving soggiornò qui durante la sua visita a Granada nel XIX secolo? Quante storie deve aver ispirato questo palazzo?

13. El Partal

El Partal| ©De Jim Gordon - originally posted to Flickr
El Partal| ©De Jim Gordon - originally posted to Flickr

El Partal è una zona che ospita i resti dell'antica residenza del re Maometto III. In questa zona si può ancora vedere il palazzo El Partal con un portico a cinque archi, una bella piscina centrale e la famosa Torre de las Damas, che risale al XIV secolo ed è uno degli edifici più antichi dell'Alhambra. Secondo me, è una delle parti più belle della visita.

14. Calle Real Alta - La Medina

Torre degli Infantas| ©De Pattiz - Trabajo propio - Wikipedia
Torre degli Infantas| ©De Pattiz - Trabajo propio - Wikipedia

Nella parte superiore dell'Alhambra si trova la Medina, una zona residenziale, amministrativa e religiosa con negozi, bagni pubblici e moschee dove vivevano i funzionari, i nobili e gli artigiani che provvedevano ai bisogni della città palatina. Le sue strade principali erano Calle Real Baja, Calle Real Alta e Calle de Ronda.

Oggi si conserva l'antico convento di San Francisco, che è stato trasformato in un Parador Nacional de turismo.

15. Giardini del Generalife

Giardini del Generalife| ©Michal Osmenda - Trabajo propio - Wikipedia
Giardini del Generalife| ©Michal Osmenda - Trabajo propio - Wikipedia

Il Generalife era la villa estiva dei re nazarí situata sul Cerro del Sol e una delle poche almunie sopravvissute del periodo medievale in tutta Al-Andalus.

I suoi giardini furono progettati per il riposo e la ricreazione dei sultani di Granada. Erano pieni di frutteti ornamentali, orti e cortili perfettamente curati.

16. Palazzo del Generalife

Vista lontana del Generalife| ©Aida M. - Trabajo propio - Wikipedia
Vista lontana del Generalife| ©Aida M. - Trabajo propio - Wikipedia

Quando i sultani di Granada volevano fuggire per un po' dalle formalità di corte, si recavano al Palacio del Generalife, un luogo destinato al relax e al riposo. Questo è un altro degli spazi più belli dell'Alhambra di Granada, dove sicuramente vorrete fare molte foto e video.

17. I giardini del Partal

Il Partal| ©Mihael Grmek - Trabajo propio - Wikipedia
Il Partal| ©Mihael Grmek - Trabajo propio - Wikipedia

Igiardini del Partal sono un posto fantastico per passeggiare durante una visita all'Alhambra di Granada. Si estendono dall'uscita della Rauda fino alla Torre de las Damas. In passato, i giardini che circondavano i palazzi reali e le residenze della nobiltà nazarì si trovavano nello stesso luogo.

18. Cimitero Reale o La Rauda

Porta dei melograni| ©Harvey Barrison - Trabajo propio - Wikipedia
Porta dei melograni| ©Harvey Barrison - Trabajo propio - Wikipedia

Situata tra i palazzi nazarí e il palazzo di Carlo V, la Rauda è l'unico cimitero del complesso monumentale che rimane oggi. Era destinata alla famiglia reale nazarí ma oggi rimane vuota perché Boabdil, l'ultimo re di Granada, trasferì tutte le tombe in un villaggio sulle montagne.


Biglietti per l'Alhambra

L'Alhambra di Granada| ©Jorge Fernandez Salas
L'Alhambra di Granada| ©Jorge Fernandez Salas

La leggendaria Alhambra è uno dei monumenti più belli della Spagna e ogni anno batte i record di visitatori.

Puoi immaginare che per vedere un posto del genere è consigliabile ottenere i biglietti per l'Alhambra di Granada online e almeno un mese o due prima del tuo viaggio se non vuoi correre il rischio di esaurirli e dover fare una coda infinita alla biglietteria per cercare di ottenerli all'ultimo minuto. In Hellotickets puoi confrontare prezzi, orari e disponibilità di biglietti e visite guidate.

Quanto costano i biglietti?

Ti consiglio di dare un'occhiata ai biglietti per l'Alhambra di Granada su Hellotickets perché ci sono diverse opzioni e i prezzi sono abbastanza stretti, tra 30 e 40 euro circa.

Confronta i biglietti e i tour per l'Alhambra

Organizza la tua visita all'Alhambra

Vista dalla finestra ad arco| ©Petr Slovacek
Vista dalla finestra ad arco| ©Petr Slovacek

Otterrete di più da un monumento con tanta storia e arte come questo se lo visitate con una guida, perché lui o lei vi spiegherà aneddoti, segreti e dettagli che probabilmente non conoscete e che probabilmente passerebbero inosservati se lo vedeste da soli.

Come arrivare all'Alhambra

Ci sono diverse opzioni per salire all'Alhambra di Granada.

  • In autobus: Il monumento è servito da diverse linee di autobus urbani come la C30, la C32 e la C35.
  • In auto: Le auto entrano attraverso la Ronda Sur (A-395). Prendere la tangenziale di Granada (N-323/A-44) in direzione sud (Motril). Quando avrete costeggiato la città vedrete la direzione Alhambra (Ronda Sur) fino al parcheggio del monumento dove potrete parcheggiare la vostra auto.
  • A piedi: Uscendo da Plaza Nueva prendere la pista di Gomérez. Quando si raggiunge la Puerta de las Granadas, girare a sinistra e continuare fino alla Puerta de la Justicia, che serve come ingresso all'Alhambra.

Quanto tempo ci vuole per camminare intorno all'Alhambra?

Circa 3 ore e 30 minuti di coda all'ingresso.

Confronta i biglietti e i tour per l'Alhambra

Altri luoghi interessanti nei dintorni: il belvedere di San Nicolás

Forse non lo sai, ma il tramonto all'Alhambra di Granada è considerato il più bello della Spagna. Si vede meglio dal belvedere di San Nicolás, nel quartiere di Albaicín.

Da qui avrete la migliore vista panoramica del monumento con la Sierra Nevada come sfondo - è magico!

Il consiglio del viaggiatore di Isabel

Durante la visita camminerete su una distanza di circa 3,5 km in totale, quindi ricordatevi di indossare scarpe comode!