I cookie ci aiutano a offrire i nostri servizi. Utilizzando il nostro sito Web, acconsenti all'utilizzo dei cookies. Saperne di più.

11 cose da fare a Roma a Natale

Il Natale rende Roma una città (ancora più) magica: non perdetevi la seguente lista di luoghi imperdibili per trascorrere qualche giorno da film.

Alex Grande

Alex Grande

9 minuti di lettura

11 cose da fare a Roma a Natale

L'albero di Natale del Colosseo | ©Getty

Roma è una destinazione straordinaria con tante cose da fare e da vedere durante tutto l'anno, ma se dovessi scegliere una sola città in Europa in cui festeggiare il Natale, sarebbe sicuramente la Città Eterna. Oltre a poter partecipare agli eventi natalizi cattolici, potrete godervi la splendida illuminazione della città, i suoi mercatini di Natale, gli incredibili presepi... continuate a leggere e vi dirò 10 cose da fare per un perfetto Natale a Roma:## 1. Passeggiata tra i mercatini di Natale di Roma

Mercatino di Natale di Piazza Navona| ©Jamie Heath
Mercatino di Natale di Piazza Navona| ©Jamie Heath

Il mercatino di Natale più tipico è quello di Piazza Navona. Lì, il mercato si veste di Natale dall'inizio di dicembre con bancarelle che vendono giocattoli, artigianato, caldarroste e dolci tipici. La piazza ospita anche una giostra e un enorme presepe, oltre a un trono dove Babbo Natale assiste i bambini. La piazza è piena di artisti di strada e pittori e si possono ammirare le splendide illuminazioni della Fontana dei Quattro Fiumi, della chiesa di Sant'Agnese in Agone e del Palazzo Pamphili, i più bei esempi di architettura barocca romana.

Piazza Ankara ospita anche un mercatino di Natale, il cui ricavato è destinato a cause benefiche, con bancarelle di prodotti del commercio equo e solidale e di antiquariato. Per non perdere i luoghi più suggestivi, è meglio partecipare a uno dei migliori tour guidati di Roma, sempre accompagnati da una guida esperta per scoprire gli angoli e le piazze da non perdere.

Prenotare un tour delle piazze e delle fontane di Roma

2. Esplorare il Vaticano e ricevere personalmente l'urbi et orbi del Papa

Vista aerea Benedizione Urbi et Orbi| ©Michael Beat
Vista aerea Benedizione Urbi et Orbi| ©Michael Beat

Indipendentemente dalle vostre convinzioni, se visitate Roma a Natale, assistere al messaggio del Papa in Vaticano è un'esperienza bellissima e pacifica. L'urbi et orbi papale viene pronunciato nella Città del Vaticano a mezzogiorno del 25 dicembre e il discorso è gratuito, ma la folla è così numerosa che dovrete alzarvi presto se volete trovare posto nella piazza della Santa Sede.

Un'altra opzione per visitare il Vaticano è quella di assistere alla messa all'interno della Basilica di San Pietro, per la quale è necessario acquistare il biglietto con largo anticipo. È così difficile arrivare a questo evento che direi quasi che non ne vale la pena, ma per molti è il motivo principale per andare a Roma a Natale. E mentre siete in zona, non potete perdervi i Musei Vaticani al loro interno per ammirare, tra le altre meraviglie dell'arte, la Cappella Sistina. Per farlo, è possibile acquistare un biglietto per i Musei Vaticani o partecipare a una visita guidata del Vaticano.

Prenotate i biglietti skip-the-line per il Vaticano

3. Godetevi le luci della città e i monumenti illuminati di Roma

Luci di Natale| ©AHLN
Luci di Natale| ©AHLN

Alcune città come Londra o Parigi possono vantare eleganti decorazioni e luminarie natalizie, ma nessuna trasmette lo spirito del Natale come Roma. Le luci che decorano il centro storico di Roma conferiscono alle sue antiche strade un'aura speciale, e semplicemente passeggiare sotto i colori natalizi lungo Via del Corso, Via Cola di Rienzo o Via Ottaviano è un'esperienza che ricorderete per sempre. Ma è nei principali monumenti ed edifici della città che le luci natalizie brillano davvero: quelle del Vaticano o di Santa Maria Maggiore sono tra quelle che mi hanno colpito di più durante la mia visita.

La stagione delle luci di Natale a Roma inizia ufficialmente l'8 dicembre, festa dell'Immacolata Concezione, e si protrae fino al 6 gennaio, giorno molto speciale in Italia in cui i doni vengono consegnati dalla Befana (la strega che sostituisce i Re Magi). Un buon modo per scoprire le luci della città è quello di fare un tour in autobus per spostarsi comodamente in città e vedere le speciali luci natalizie. Se vi piace il piano, potete dare un'occhiata ai migliori autobus turistici di Roma.

Prenotate il vostro posto sull'autobus turistico di Roma

4. Partecipare alla messa al Pantheon

Vista del Pantheon| ©Benjamín Mejías Valencia
Vista del Pantheon| ©Benjamín Mejías Valencia

Se vi piace l'idea di partecipare a una messa di Natale a Roma, vi consiglio di assistere a quella che si tiene la vigilia di Natale al Pantheon. La messa si tiene a mezzanotte in italiano, a lume di candela, con un piccolo coro, il che rende l'esperienza molto bella, ma consiglio di arrivare alle 23:00 o anche prima per trovare un posto a sedere, dato che il Pantheon si riempie molto rapidamente. Nel complesso, visitare il Pantheon dall'interno è una meraviglia: la sua maestosa cupola da record e la sua impressionante architettura vi lasceranno a bocca aperta. Per goderne appieno, partecipate a una visita guidata del Pantheon di Roma.

Prenota una visita guidata al Pantheon

5. Assaggiate il tradizionale menu natalizio di Roma

Ristorante di Natale| ©Marco Verch
Ristorante di Natale| ©Marco Verch

a Roma La vigilia di Natale, per tradizione, si consuma la cena prima della messa di mezzanotte, tipicamente nota come "Festa dei Sette Pesci": si consuma una varietà di pesce e frutti di mare, seguendo l'usanza medievale di digiunare dalla carne rossa e dai latticini. Un paio di ristoranti consigliati per prenotare la vigilia di Natale, anche se un po' costosi, sono Crispi 19 (vicino alla Fontana di Trevi) o L'Uliveto presso il Waldorf Hotel Roma Cavalieri. Il pasto natalizio romano per eccellenza è l'abbacchio, un piatto di agnello arrostito con aglio, rosmarino e prosciutto, servito con patate e verdure e solitamente accompagnato da un primo piatto di gnocchi alla romana, un po' diverso dagli altri tipi di gnocchi. Il dolce tradizionale è il pangiallo, un pane dolce farcito con noci, datteri, cioccolato e miele, tutto ciò sarà spiegato (e assaggiato) meglio se partecipate a questo famoso tour gastronomico di Roma con un esperto. Se vi trovate in città per qualche giorno e non sapete dove andare a pranzo o a cena, ecco una lista dei miei preferiti in questo articolo su 10 posti dove mangiare a Roma.

Prenota un tour gastronomico di Roma

6. Fotografate l'albero di Natale del Colosseo e visitate l'arena del Colosseo.

Albero di Natale del Colosseo| ©Images George Rex
Albero di Natale del Colosseo| ©Images George Rex

Gli alberi di Natale che vengono collocati accanto a monumenti ed edifici importanti di Roma sono solitamente illuminati in modo semplice, ma non per questo sono meno belli. Un buon esempio è l'albero alto 22 metri che viene collocato ogni anno accanto al Colosseo. La solennità del luogo conferisce a questa decorazione una certa magia natalizia e potrete scattare una foto speciale con il Colosseo sullo sfondo. E mentre siete qui, non potete perdervi il Colosseo all'interno e questo diventerà automaticamente il momento clou del vostro viaggio (credetemi, il Colosseo all'interno è molto più maestoso di quanto possiate immaginare). Vi consiglio di acquistare un biglietto online per il Colosseo o di partecipare a una visita guidata del Colosseo e del Foro Romano, che vi permetterà di conoscere i retroscena e la storia dell'antica Roma. Ecco un link dove potete trovare le migliori esperienze che potete fare al Colosseo. Altri alberi di Natale che vale la pena vedere durante il vostro viaggio a Roma sono quello di Piazza San Pietro, imponente e ricco di decorazioni, e il mio preferito, quello di Piazza Venezia.

Prenota una visita guidata al Colosseo

7. Ammirare i presepi nelle chiese di Roma

Il

presepe di San Pietro in Vaticano| ©jennicatpink
presepe di San Pietro in Vaticano| ©jennicatpink

La tradizione di allestire presepi nasce, ovviamente, in Italia, dai "presepi" di San Francesco d'Assisi, quando nel Natale del 1223 realizzò il primo presepe per celebrare la messa, utilizzando paglia, fieno, un asino e un bue. Questo evento è diventato una tradizione quando il resto delle città ha sostituito questi elementi con statuine, inizialmente create a mano. A Roma la tradizione è celebrata in grande stile, come tutte le altre tradizioni natalizie, e si possono ammirare alcuni presepi davvero impressionanti. Un buon esempio è il presepe della Basilica di Santa Maria Maggiore, dove è conservata una scena scolpita in marmo dallo scultore Arnolfo di Cambio nel 1290. Un'idea per un piano natalizio è quella di fare una visita guidata a Roma per vedere alcuni dei tanti presepi, esposti nelle chiese e nelle piazze. Vi consiglio quelle di Piazza San Pietro, Piazza di Spagna, la Chiesa dei Santi Cosma e Damiano (in Via dei Fori Imperiali), la Chiesa di San Carlo al Corso (in Via del Corso), la Chiesa di Santa Maria del Popolo (Piazza del Popolo) e quella di Piazza Navona. Se anche voi siete amanti dell'arte e volete visitare alcune di queste chiese all'interno ma non sapete da dove cominciare, ho scritto questo articolo su Le 10 migliori chiese di Roma in modo da poter organizzare la visita della città in base a quelli che vi piacciono di più.

Prenota una visita guidata alle basiliche romane

8. Andare a un concerto di Natale

Concerto di Natale| ©Steven Lozano
Concerto di Natale| ©Steven Lozano

Ascoltare musica classica a Natale è una tradizione di molte famiglie. Soprattutto in Spagna, avrete probabilmente visto in TV il concerto di Capodanno dell'Orchestra Filarmonica di Vienna. Se invece siete stati magicamente trasportati indietro nei ricordi del Natale passato, sarete felici di sapere che durante il vostro viaggio a Roma in occasione di questa festa potrete ascoltare musica classica dal vivo in alcune chiese della città. Consiglio in particolare i concerti della **Chiesa di Sant'Antonio dei Portoghesi, di Santa Maria ai Monti e di Sant'Ignazio.**L'Auditorium della Conciliazione, vicino al Vaticano, ha un programma di concerti natalizi, e in Piazza Navona ci sono spesso concerti di cori che si possono trovare su due piedi.## 9. Assaggiate i dolci tipici del Natale

Panetone| ©N i c o l a
Panetone| ©N i c o l a

Siete golosi di dolci? Allora avete scelto il posto giusto per trascorrere il Natale. Qui c'è una serie di prelibatezze da assaggiare: il pandoro, un pane dolce a forma di stella cosparso di zucchero a velo, che di solito si mangia a colazione inzuppato nel caffè, il classico panettone, un altro pane dolce farcito con noci, uva sultanina o cioccolato e ricoperto di mandorle tritate, il panforte, una torta di frutta aromatizzata con chiodi di garofano e altre spezie, originaria di Siena, e il panpepato, simile al panforte ma con un sapore più forte di zenzero.

Passeggiando tra i mercatini medievali, vedrete biscotti natalizi di ogni tipo, forma e colore, che vi riempiranno lo stomaco e il cuore di spirito natalizio. Ricordate che per i palati più esigenti c'è questo tour gastronomico di Roma che vi avvicinerà ai sapori più originali della città per mano di un esperto.## 10. Pattinare sul ghiaccio su un monumento simbolo di Roma

Anche se a Roma le temperature raramente si fanno abbastanza rigide per vedere la neve a Natale, ci sono piste di pattinaggio in tutta la città dove si può godere di un modo tradizionale di passare il pomeriggio. La pista di pattinaggio più bella che ho trovato è quella di Castel Sant'Angelo, il mausoleo della famiglia dell'imperatore Adriano, ora museo. Lo avrete come sottofondo mentre pattinate sul ghiaccio. Se volete visitare anche l'interno del castello (cosa che vi consiglio al 100%) vi lascio qui le informazioni sul castello. Biglietti per il Castel Sant'Angelo di Roma: come acquistare, prezzi e orari di aperturaUn'altra opzione è la pista di pattinaggio dell'Auditorium Parco della Musica, allestita all'esterno del centro musicale della città, oppure il mercatino di Natale di Piazzale Ankara, dove si può approfittare per pattinare dopo un pomeriggio di shopping.## 11. Perdetevi nella Galleria Borghese per tenere lontano il gelo di dicembre
La Galleria Borghese è senza dubbio uno dei luoghi più speciali di Roma. Immersa in un giardino idilliaco, considerato il polmone di Roma, non avrete difficoltà a trovare la sua spettacolare facciata, circondata da giardini fiabeschi e da alcune delle più famose sculture classiche della storia, come il Ratto di Proserpina o Apollo e Dafne. Perché è una visita imperdibile? Le camere e il Palazzo stesso sono un'opera d'arte. Inoltre, essendo un'enclave molto meno richiesta dai turisti, potrete girare all'interno praticamente da soli (la capienza è molto limitata) e l'esperienza è unica. La visita guidata alla Galleria Borghese è il modo migliore per vederne l'interno, mentre all'uscita si può passeggiare per Villa Borghese e il suo lago e, se il tempo lo permette, noleggiare una barca per godersi una soleggiata mattinata invernale.

Prenota i biglietti per la Galleria Borghese