I cookie ci aiutano a offrire i nostri servizi. Utilizzando il nostro sito Web, acconsenti all'utilizzo dei cookies. Saperne di più.

Biglietti & Tour per i Giardini e la Galleria di Villa Borghese

Ecco tutto quello che devi sapere per comprare i biglietti per la tua visita alla Galleria Borghese.

Ana Caballero

Ana Caballero

9 minuti di lettura

Biglietti & Tour per i Giardini e la Galleria di Villa Borghese

Vista di Villa Borghese | © Jordan Brierley

La Galleria Borghese è una delle gallerie d'arte più rinomate al mondo per i suoi gioielli di Bernini, Raffaello, Botticelli e Rubens. Vale la pena visitarla? Naturalmente, e non solo per le opere che contiene ma anche per la sua incomparabile posizione nei giardini di Villa Borghese.

L'opzione più premium

Tour privato della Galleria Borghese con guida esperta in Storia dell’Arte

Visita la Galleria Borghese con una guida esperta d'arte

Perfetto se vuoi ottenere il massimo dalla tua visita a uno dei musei più affascinanti di Roma. Sarete accompagnati in ogni momento da una guida d'arte esperta che vi condurrà attraverso la storia delle affascinanti opere d'arte della Galleria Borghese.

Se sei un vero amante dell'arte e vuoi un'esperienza ancora più arricchente, c'è la possibilità di fare un tour privato della Galleria Borghese con un esperto di storia dell 'arte dove un esperto di storia dell'arte spiegherà tutti i dettagli della storia della Galleria Borghese e delle sue opere d'arte.

La guida vi darà una visita guidata della Galleria, seguita da una visita guidata dei giardini della Villa. Infine, vi porterà alla vicina grande Piazza del Popolo, circondata da due imponenti chiese. Lì potrai confrontare l'ordine e l'armonia della rinascimentale Cappella Chigi di Raffaello con la forza emotiva e sensuale delle opere barocche di Caravaggio nella Chiesa di Santa Maria del Popolo, con due delle composizioni più famose del pittore: "La crocifissione di San Pietro" e "La conversione di San Paolo".

Puoi anche personalizzare le spiegazioni della guida indicando ciò che ti interessa di più sapere nel museo, in modo da approfondire la storia, la scultura o la pittura.

Il tour include una guida storica dell'arte professionale per tutto il tempo, l'ingresso skip-the-line alla Galleria Borghese e una visita guidata dei giardini e di Piazza del Popolo. Poiché questo è un tour privato, solo tu e i tuoi compagni parteciperete.


Compra i biglietti per la Galleria Borghese su Internet

Dettaglio dell'interno della Galleria| ©Unsplash
Dettaglio dell'interno della Galleria| ©Unsplash

La migliore raccomandazione che posso darvi per visitare la Galleria Borghese è quella di acquistare i biglietti con largo anticipo rispetto al vostro viaggio in modo da non perdere l'esperienza. È il biglietto di base e con esso potrai entrare nel museo ad un orario prestabilito e senza aspettare. Come in qualsiasi altro museo del mondo, se si acquista questo biglietto senza fare la fila, si può godere di una visita al museo al proprio ritmo, senza dover seguire un percorso specifico. Tuttavia, a causa del gran numero di visitatori, vi consiglio di essere molto puntuali nei vostri orari per evitare problemi di accesso.

Questa è senza dubbio una delle migliori cose da fare a Roma per il viaggiatore che non vuole perdere questa meravigliosa collezione senza dover pagare un extra per una guida professionale. Se questa è l'opzione che fa per voi, vi consiglio di farvi un'idea di quello che vedrete prima della visita, per ottenere il massimo da questa collezione unica al mondo.

Comprare biglietti per la Galleria Borghese per telefono

Lago di Villa Borghese| ©Unsplash
Lago di Villa Borghese| ©Unsplash

Dato il gran numero di turisti che la Galleria Borghese attrae, i biglietti possono essere acquistati solo in anticipo, per telefono o online. Questo è il numero di telefono: (0039) 06 841 3979. Per me, questa non è l'opzione più conveniente, a causa del costo della chiamata e perché non potrai confrontare i prezzi dei diversi tipi di biglietti a tuo piacimento.

Ingresso alla Galleria Borghese con la Roma Pass

Giardini Borghese| ©Gabriella Clare
Giardini Borghese| ©Gabriella Clare

La visita alla Galleria Borghese è inclusa nel Roma Pass, che comprende una tariffa forfettaria per l'accesso alle principali attrazioni. Con esso, risparmierete un sacco di soldi sui biglietti individuali dei musei e un sacco di tempo in coda.

Roma è una delle capitali più turistiche del mondo, quindi se avete intenzione di trascorrere diversi giorni nella città e volete visitare la maggior parte delle sue meraviglie senza morire nel tentativo, vi consiglio di ottenere una Roma Pass senza esitazione. Potete scoprire in cosa consiste e come ottenerlo in quest'altro articolo che ho scritto su Roma Pass.

Tuttavia, ricordate che anche se avete la Roma Pass, per visitare la Galleria Borghese siete obbligati a prenotare il vostro orario d'ingresso in anticipo. Per farlo, il modo per prenotare è per telefono, allo 0039 06 32 810, o inviando una mail a [email protected] (risposta entro 48 ore).

Orari di apertura della Galleria Borghese

Dettaglio dell'interno della Galleria| ©Unsplash
Dettaglio dell'interno della Galleria| ©Unsplash

La Galleria Borghese può essere visitata da martedì a domenica dalle 8:30 alle 19:30. Il museo è aperto tutti i giorni dell'anno tranne il lunedì, il 1° gennaio e il 25 dicembre.

Il consiglio del viaggiatore di Ana

Se possibile, cercate di evitare i giorni più affollati per visitare più comodamente la galleria; di solito sono i fine settimana a mezzogiorno.

Come arrivare alla Galleria Borghese

Come arrivare a Villa Borghese| ©Gabriella Clare
Come arrivare a Villa Borghese| ©Gabriella Clare

Come nella maggior parte di Roma, la Galleria Borghese può essere raggiunta in metropolitana o in autobus, poiché è un po' più lontana dal nucleo centrale dove si trovano molte delle principali attrazioni della città.

Metro

La fermata della metropolitana più vicina è Piazza di Spagna, linea A.

Bus

Per arrivarci in autobus ci sono diverse opzioni, a seconda di dove si trova il tuo alloggio o dove stai visitando la città al momento di partire per la Galleria:

  • Autobus 52 (ogni 15 minuti): V.Tritone, Piazza Barberini, V.Veneto... Vi lascerà fuori dal parco, a 200 metri dall'entrata.
  • Autobus 53 (ogni 25 minuti): V.Tritone, Piazza Barberini, V.Veneto... Scenderai allo stesso posto del precedente.
  • Autobus 95 (ogni 15 minuti): Bocca Verità, V.Teatro Marcelo, P.Venezia, V.Corso. Vi lascia all'interno del parco stesso e a 10 minuti a piedi dalla galleria.
  • Autobus 86 e 116 (elettrici, per strade strette, ogni 5-10 minuti): V. Giulia, V. dei Baullari, Corso Rinascimento, V. Zanardelli... Dovete scendere a Porta Pinciana, a più di 10 minuti dal parco.

Si prega di notare che la puntualità nell'arrivare alla Galleria è obbligatoria, quindi se si utilizza il trasporto pubblico per arrivarci, lasciate il vostro hotel con largo anticipo nel caso in cui il caotico traffico romano ritardi il vostro autobus più del solito.

Il consiglio del viaggiatore di Ana

Arrivare con largo anticipo alla visita, se siete in ritardo per il vostro turno non vi sarà permesso l'ingresso.

Un po' di storia della Galleria Borghese

Davide contro Golia| ©Mateus Campos
Davide contro Golia| ©Mateus Campos

La Galleria Borghese vanta una straordinaria collezione di pittura italiana del XVI-XVII secolo, con opere di Tiziano, Antonello da Messina, Bellini... Ospita vere gemme della pittura come una 'Pietà' di Rubens, la 'Dama con l'unicorno' di Raffaello e la 'Paolina Bonaparte' di Canova.

Il museo

Ci sono stanze dedicate al maestro della luce e dell'ombra, Caravaggio, con il suo impressionante 'Davide con la testa di Golia' e altre che ospitano sculture del primo periodo del brillante Bernini, come 'Apollo e Dafne' e il 'David', così come antichità romane con un 'Mosaico con gladiatori', del IV secolo d.C., e un 'Satiro danzante' del IV secolo a.C.

È anche un museo veramente ben ornato, con due piani che possono essere visitati in due ore (il tempo massimo consentito per ogni visita), e nessuna folla - solo 360 persone sono ammesse in qualsiasi momento. Questo assicura un tour molto rilassato.

La galleria è un edificio palaziale del XVII secolo, il cosiddetto "Casino Nobile" di questa Villa, costruito nel 1633 come residenza e spazio espositivo per la collezione privata, già famosa a quel tempo, del cardinale Scipione Borghese, mecenate del Bernini, nipote di Papa Paolo V e al quale la galleria e i giardini dove si trova devono il loro nome.

L'edificio

La Galleria Borghese è, infatti, uno dei primi edifici al mondo ad essere costruito espressamente per scopi espositivi, il che, rispetto ad altre gallerie d'arte moderna, denota una certa antichità. Questo nonostante la sua ristrutturazione nel 1775 sotto la direzione dell'architetto Antonio Asprucci, che ricollocò le sculture e le antichità del museo sotto un unico criterio tematico.

Alla fine del XVIII secolo l'edificio fu convertito in un museo pubblico. Qualche tempo dopo, nel 1808, la famiglia fu costretta a vendere alcune delle sculture e delle antichità all'imperatore Napoleone Bonaparte, cognato del principe Camillo Borghese, a causa dell'impossibilità di mantenere l'eredità. Di conseguenza, alcuni dei gioielli ospitati nella galleria sono ora al Louvre di Parigi, come la notevole statua del "Gladiatore Borghese".

Il consiglio del viaggiatore di Ana

Il parco di Villa Borghese è a ingresso gratuito e si può godere anche se non si ha un biglietto per la Galleria. Per me, il parco è un must in ogni viaggio a Roma.

Cosa posso vedere intorno alla Galleria Borghese?

Giardini di Villa Borghese| ©Jordan Brierley
Giardini di Villa Borghese| ©Jordan Brierley

Giardini di Villa Borghese

Nelle vicinanze della Galleria Borghese ci sono molti altri punti di interesse che potete cogliere l'occasione di visitare lo stesso giorno della vostra visita al museo. Se avete già deciso di acquistare il biglietto per la Galleria Borghese, passerete attraverso i magnifici Giardini di Villa Borghese, che meritano una visita a parte in quanto uno dei più grandi parchi urbani d'Europa, dove la natura e l'arte si uniscono per creare uno scenario davvero da sogno.

Oltre alla galleria, alle sculture, ai laghetti, ai gazebo e ai boschetti, c'è lo Zoo di Roma, conosciuto come Bioparco, con più di 1.000 animali di 200 specie diverse; l'Orologio ad acqua del Pincio, un esempio di ingegneria del XIX secolo che è ancora in pieno funzionamento; e persino una copia del Globe Theatre di Shakespeare a Londra, il Silvano Toti Globe Theatre. Un vero spettacolo per i sensi.

Santa Maria della Concezione dei Cappuccini

Molto vicino alla zona, a circa un chilometro, si trovano due chiese rinomate. La chiesa di Santa Maria della Concezione dei Cappuccini è una delle più speciali di Roma per ospitare una cripta decorata con le ossa di più di 4.000 frati cappuccini morti tra il 1528 e il 1870 e costruita tra il 1626 e il 1631 su ordine di Papa Urbano VIII.

Santa Maria della Vittoria è l'altra basilica di interesse in questa zona che, costruita nel XVII secolo per commemorare la vittoria dell'imperatore Ferdinando II nella battaglia di Monte Blanco, vi sarà particolarmente familiare se avete visto il film basato sul bestseller Angeli e Demoni di Dan Brown, dato che serve da scenario per una parte del film.

Piazza di Spagna e altre strade e piazze da non perdere

A poca distanza da lì si può visitare un'altra delle enclavi fondamentali di Roma, la famosa Piazza di Spagna, costruita all'inizio del XVIII secolo per collegare la piazza con la Chiesa di Trinità dei Monti, che sono sempre affollate di turisti, artisti di strada, venditori ambulanti e gli stessi romani.

A poco più di un chilometro, si può godere di un'altra delle piazze più emblematiche della città, Piazza Barberini, situata alla fine di Via Veneto e particolarmente suggestiva grazie alle due importanti fontane del Bernini che la decorano, il Tritone e la Fontana delle Api.

A poca distanza dalla piazza si trova Palazzo Barberini, un meraviglioso palazzo barocco che ospita la Galleria Nazionale d'Arte Antica, con più di 1.400 pezzi di rinomati artisti dal XIII al XVIII secolo, tra cui opere di Tiziano, El Greco, Caravaggio, Tintoretto e Raffaello, con la sua brillante opera "La Fornarina".

Visite guidate del meglio di Roma

Se non vuoi perderti nessuna delle strade o piazze più incredibili della città, ti consiglio di fare una visita guidata. Il numero di vicoli, statue, fontane e opere d'arte che puoi trovare nelle strade di Roma può passare inosservato se non vai con un esperto che te le spieghi. Ho scritto questa guida su I migliori tour di Roma che può aiutarti a scegliere la visita guidata giusta per te.

Se sei interessato alla Galleria Borghese sarai interessato anche a

Roma stessa è un museo a cielo aperto, ma una volta che hai visitato le sue principali attrazioni, uscire dalla capitale italiana è anche un ottimo modo per completare il tuo viaggio. Intorno a Roma ci sono delle vere e proprie meraviglie accessibili in una gita di un giorno. Nel mio articolo su Le migliori escursioni da Roma suggerisco i più interessanti.

Se preferisci continuare ad esplorare la capitale, non esitare a conoscere a fondo Trastevere, che è uno dei quartieri più pittoreschi e bohemien della città. Vi dirò come in questo articolo: 16 cosa vedere e fare a Trastevere.

Domande frequenti

  • È possibile fare foto nella Galleria Borghese?

    La fotografia senza flash è permessa all'interno della galleria. I bastoni da selfie e i treppiedi non sono ammessi.

  • C'è un'etichetta specifica per la Galleria Borghese?

    No, non c'è un codice di abbigliamento richiesto per la Galleria Borghese. Tuttavia, si consiglia di indossare abiti comodi e di essere preparati al clima caldo, soprattutto durante la stagione estiva.

  • Quanto tempo ci vuole per visitare la Galleria Borghese?

    La Galleria Borghese ha un limite di due ore per le visite, ed è altamente raccomandato di visitare i bellissimi giardini della Galleria Borghese dopo (che hanno anche un piccolo zoo). L'intera visita durerà circa tre ore.