I cookie ci aiutano a offrire i nostri servizi. Utilizzando il nostro sito Web, acconsenti all'utilizzo dei cookies. Saperne di più.

Le migliori cose da fare a Istanbul

Vi avverto che è molto difficile decidere tra tutte le meraviglie di questa caotica città, ma questo elenco potrebbe aiutarvi. Buon divertimento!

Ana Caballero

Ana Caballero

10 minuti di lettura

Le migliori cose da fare a Istanbul

Istanbul sullo sfondo | ©Federico Scarionati

Sono in pochi a non essere impressionati dalla capitale della Turchia. La sua cultura, i suoi costumi, il suo cibo, le sue moschee... tutto è unico e speciale a Istanbul.

1. Visita guidata della città

Vista della Moschea Blu| ©Lokesh Anand
Vista della Moschea Blu| ©Lokesh Anand

Una voltaorganizzato il trasferimento dall'aeroporto alla città, la prima cosa da sapere è che Istanbul è una grande città e ci sono molte cose da vedere. Potreste passare settimane a girovagare per le strade e non averle ancora viste tutte. La seconda cosa di cui vi renderete conto durante queste passeggiate è che a Istanbul tutto è diverso e tutto ha un significato; dai nomi delle strade ai bellissimi monumenti fino ai gesti che vedrete fare alle persone nel bazar. Il modo migliore per decifrare tutto questo è fare una visita guidata a piedi delle diverse aree della capitale turca.

In tutti i tour e le escursioni che potete fare a Istanbul, una guida locale vi accompagnerà per due o tre ore e vi mostrerà i principali monumenti della città, spiegandone il significato con un discorso che va oltre le informazioni standard che potete trovare in qualsiasi guida, a un prezzo molto conveniente.

Ci sono diverse opzioni a seconda dei quartieri di Istanbul che si vogliono visitare e anche a seconda della parte di storia che interessa di più. Potrete vedere le migliori moschee della città, sia che visitiate la capitale turca in estate o in inverno, poiché qualsiasi periodo dell'anno è ideale per una visita.

Sono disponibili anche tour in diverse lingue, alcuni dei quali prevedono il prelievo e la riconsegna dall'hotel o il tour in autobus. Qualunque sia l'opzione scelta, l'esperienza sarà quella di scoprire la città da una prospettiva diversa da quella del turista medio.

Questa opzione è consigliata sia che abbiate un giorno per visitare Istanbul, sia che abbiate tre giorni o più. Vi aiuterà a conoscere le sue peculiarità dall'interno.

2. Navigare lungo il Bosforo su una nave da crociera

Crociera sul Bosforo con Istanbul sullo sfondo| ©Can yılmaz
Crociera sul Bosforo con Istanbul sullo sfondo| ©Can yılmaz

Il fiume Bosforo separa la città di Istanbul in due parti: quella europea e quella asiatica. Lo stesso fiume entra a sua volta nella parte europea in un tratto noto come "Corno d'Oro", dividendola tra la Città Vecchia e il quartiere di Galata. In breve, il Bosforo non è solo un emblema di Istanbul, ma le diverse parti della città possono essere viste navigando lungo di esso, motivo per cui una gita in barca sul Bosforo è un'opzione così popolare per i visitatori della città.

Non è necessario spendere molto per vivere questa esperienza. Per un prezzo molto ragionevole potete trovare un tour che, oltre a navigare sul Bosforo con una guida, vi offre la possibilità di vedere la città da una seggiovia e da un autobus per avere ogni possibile prospettiva della bellezza di Istanbul. Ve ne parlo in questo articolo sui migliori tour nello Stretto del Bosforo.

Oltre alla gita in barca, il Bosforo va ammirato anche dalla riva, soprattutto la sera, quando il trambusto della città si attenua e si sente il richiamo alla preghiera. Questa sarà una delle immagini della città che rimarrà impressa nella vostra mente e diventerà un simbolo del vostro viaggio.

Se c'è un periodo dell'anno in cui questa escursione è più consigliata, è senza dubbio l'estate. Ecco perché dovreste inserirlo nella lista delle cose da fare a luglio e in quella delle cose da fare ad agosto.

Cosa vedrete dalla barca

  • Il ponte di Galata
  • Fortezza di Rumeli
  • Palazzo Beylerbeyi
  • Il quartiere ebraico di Balat
  • Le mura di Costantinopoli
  • Palazzo Dolmabahçe
  • Moschea di Ortakoy

3. Assaggiate la cucina locale

Non si possono perdere le prelibatezze turche come la baklava.| ©Jeff Miccolis
Non si possono perdere le prelibatezze turche come la baklava.| ©Jeff Miccolis

Un altro consiglio che vorrei darvi per un viaggio a Istanbul è quello di provare il gustoso cibo turco con uno dei tour gastronomici che questa fantastica città ha da offrire.

La cucina turca è famosa in tutto il mondo e quando si viaggia a Istanbul ci si rende conto che va ben oltre il noto kebab che ha raggiunto molti altri paesi. La Turchia ha sapori che meritano di essere scoperti e un modo per farlo è fare un tour culinario di Istanbul.

Con un tour gastronomico della città, una guida esperta vi condurrà nei luoghi tipici della capitale per assaggiare i piatti principali, mentre imparerete i dettagli su come vengono preparati e su come il cibo diventa un rito in questo Paese. Questa esperienza vi aiuterà anche a conoscere la città da un punto di vista diverso, lontano dai percorsi turistici.

Se decidete per questo tipo di tour, non esitate a chiedere alla vostra guida consigli che potrebbero esservi utili durante il viaggio. Alcuni dei piatti che potrete assaggiare sono la pizza turca, il simit, il dolma o la baklava. Potete prenotare online e scegliere il giorno e l'ora che più vi aggradano; vi consiglio di farlo il secondo o il terzo giorno del vostro viaggio, quando avrete già visitato la città da soli.

4. Fuga in Cappadocia, Efeso e Pamukkale

Fate un giro in mongolfiera per ammirare gli splendidi paesaggi della Cappadocia.| ©Gerardo Lazzari
Fate un giro in mongolfiera per ammirare gli splendidi paesaggi della Cappadocia.| ©Gerardo Lazzari

Se riuscite a trovare abbastanza tempo durante il vostro viaggio, vi consiglio vivamente di visitare altre città della Turchia anche se la vostra destinazione principale è Istanbul. Non è sempre facile se lo si fa da soli, perché orientarsi nel Paese può essere difficile se non si ha esperienza in merito. Per risolvere questo problema, esistono escursioni nei dintorni di Istanbul che vi porteranno in luoghi come la Cappadocia, Efeso e Pamukkale.

Questi tipi di escursioni organizzate permettono di dimenticare gli orari e i trasporti, poiché includono tutti gli spostamenti, i biglietti aerei e l'alloggio se si intende pernottare fuori. Sebbene sia possibile visitare queste città in un giorno, il mio consiglio è di fare un'escursione più lunga per poterle scoprire in profondità e senza fretta.

I luoghi più visitati in Turchia

  • In Cappadocia troverete paesaggi emozionanti i cui colori sembrano usciti da un dipinto. In questa regione si trovano una città sotterranea e la cosiddetta "valle delle fate" con castelli scavati nella roccia. Ecco come arrivare da Istanbul a Capadócia.
  • Efeso è una lezione di storia antica. Le sue rovine sono famose in tutta la Turchia e sono una delle destinazioni più visitate del Paese.
  • Pamukkale, invece, è nota per il suo parco naturale e le sue sorgenti termali. Il nome della città significa "castello di cotone". Date un'occhiata a questo post per sapere come arrivare da Istanbul a Pamukkale.

5. Visita a Santa Sofia e alla Moschea Blu

Santa Sofia| ©Julio Roman Fariñas
Santa Sofia| ©Julio Roman Fariñas

Istanbul è una città ricca di moschee e templi che potrete ammirare appena atterrati in città. È praticamente impossibile visitarle tutte, ma non si possono perdere le due principali: la Basilica di Santa Sofia e la Moschea Blu, situate a pochi metri l'una dall'altra.

Queste due moschee sono due delle opere d'arte più famose e visitate della città. Per entrare nella Moschea Blu, le donne devono coprirsi i capelli, quindi è sempre consigliabile portare un foulard nello zaino a questo scopo. In questi luoghi di culto si entra a piedi nudi e, sebbene all'ingresso vengano forniti dei sacchetti di plastica, si consiglia di portare un paio di calzini in più per comodità.

Anche se la visita all'interno è d'obbligo, l'esterno di entrambi gli edifici vi colpirà di per sé, quindi sentitevi liberi di gironzolare e di cercare il punto di osservazione migliore per quella che sarà una delle fotografie più iconiche del vostro viaggio. Prendetevi il tempo necessario per questa visita, perché sarà una delle più memorabili di tutte le vostre visite a Istanbul.

Un modo molto pratico per conoscere entrambe le moschee è prendere l'autobus turistico. Lungo il suo percorso, e grazie al suo primo piano all'aperto, potrete godere di viste panoramiche della particolare architettura turca. Se viaggiate nei mesi più freddi, come gennaio o febbraio, potrebbe essere più consigliabile viaggiare nella parte coperta dell'autobus, poiché l'umidità e il vento tipici di Istanbul possono farvi sentire freddo mentre l'autobus viaggia per le strade.

6. Entrate nel Palazzo Topkapi

Quarto cortile del Palazzo Topkapi| ©Carol Beatriz
Quarto cortile del Palazzo Topkapi| ©Carol Beatriz

Il Palazzo Topkapi è il simbolo del potere raggiunto dalla regione di Costantinopoli come sede dell'Impero Ottomano. Una visita è d'obbligo, quindi vi dirò come visitare questo palazzo speciale, mettendo in evidenza i suoi meravigliosi giardini, la Sala dell'Harem e la Sala del Tesoro.

La cosa più importante da sapere è che l'accesso al complesso può essere travolgente. I biglietti possono essere acquistati all'ingresso o online presso le biglietterie automatiche o presso la biglietteria. Una volta in possesso dei biglietti, si dovrà entrare attraverso i tornelli.

Dato che l'ingresso è a intervalli di tempo, le code possono essere notevoli, soprattutto se ci si reca nel bel mezzo della giornata. A ciò si aggiunge il fatto che le code a Istanbul non sono così ordinate come in altri Paesi europei, e si rischia di dover spingere un po' per entrare nel palazzo... Una volta entrati, però, la folla scompare e l'esperienza vale la pena: ci sono alcuni panorami incredibili da fotografare.

7. Contrattare nel Gran Bazar

Ingresso al Grand Bazaar| ©*SHERWOOD*
Ingresso al Grand Bazaar| ©*SHERWOOD*

Una delle esperienze più divertenti che potrete fare a Istanbul è lo shopping nel Grand Bazaar. Importante: non abbiate fretta e non cronometrate la vostra visita, perché anche se è facile arrivare, uscire può essere un vero labirinto. La maggior parte delle bancarelle del Gran Bazar sono al chiuso e la folla è meno affollata, anche se ci sarà sempre gente ovunque si guardi. Il vero e proprio centro di attività si trova nelle bancarelle all'esterno, quindi abbiate pazienza se vi sembra di girare in tondo.

Cosa c'è nel Gran Bazar? Tutto: spezie, artigianato, cibo... e le migliori imitazioni di borse e scarpe che abbiate mai visto in un mercato di strada. Contrattare è la norma quando si acquista qualsiasi oggetto e vi verrà sempre offerto un prezzo più alto in anticipo - non sorprendetevi se il venditore vi rincorre letteralmente per tutto il bazar quando rifiutate e vi propone un prezzo inferiore alla prima offerta.

Se il vostro viaggio coincide con il mese di dicembre, ecco un consiglio importante: lasciate un po' di spazio in valigia perché, in coincidenza con il periodo natalizio, vorrete portare regali per tutti. Ci sono pochi posti in cui potrete fare acquisti più autentici di qui, quindi fate di questa tappa un "must" delle cose da vedere a Istanbul a Natale.

8. Entrate nella Cisterna della Basilica

Cisterna della Basilica| ©Andrés Suárez García
Cisterna della Basilica| ©Andrés Suárez García

A breve distanza dal Palazzo Topkapi si trova una delle principali attrazioni di Istanbul: la Cisterna Basilica. Si tratta di un serbatoio d'acqua a 336 colonne, alto nove metri, che vi lascerà a bocca aperta non appena ne varcherete la soglia. Preparatevi a fare la coda all'ingresso e portate sempre qualcosa di caldo per visitare l'interno a causa dell'umidità.

Il modo migliore per descrivere questo luogo è come un'illusione ottica in cui le colonne vi circondano e l'acqua funge da specchio. Non importa quante foto scatterete all'interno, non riuscirete a catturare la sua vera essenza: dovete viverla e sperimentarla, quindi godetevi l'esperienza e dimenticatevi della macchina fotografica.

Consiglio questo piano se viaggiate a Istanbul con i bambini, lo adoreranno!

9. Salite sulla Torre di Galata

La Torre di Galata si staglia tra i tetti di Istanbul.| ©adam hles
La Torre di Galata si staglia tra i tetti di Istanbul.| ©adam hles

Personalmente, dico sempre che ogni città ha un punto mitico su cui bisogna salire per godersi la vista dall'alto. Tra tutte quelle che troverete a Istanbul, il mio consiglio è di scegliere la Torre di Galata, situata nel meraviglioso quartiere che le dà il nome.

Sebbene sia alto solo 61 metri, si distingue per il suo enorme diametro e la vista è perfetta per apprezzare i dettagli della famosa area del Corno del Bosforo. La torre si trova in uno dei quartieri più cosmopoliti di Istanbul, per cui, una volta terminata la visita, potrete gironzolare e assaggiare le prelibatezze turche che troverete nei caffè.

Gli orari della Torre di Galata permettono di visitarla anche di notte, visto che si può salire fino a mezzanotte. Ma se volete conoscere altre opzioni per scoprire la città una volta calato il sole, vi lascio qui questa guida per scoprire Istanbul di notte.

Se vi recate a Istanbul in ottobre o se approfittate di qualche giorno a novembre per fuggire in questa città, salire sulla Torre di Galata e contemplare la città con i suoi colori autunnali senza troppa folla sarà un piano magnifico che non dimenticherete.

10. Godetevi un bagno turco

Ingresso di uno stabilimento balneare a Istanbul| ©Miguel Virkkunen Carvalho
Ingresso di uno stabilimento balneare a Istanbul| ©Miguel Virkkunen Carvalho

Il ritmo di Istanbul può essere stressante. Quando vi capita, provate uno degli infallibili rimedi alla stanchezza della città, che è anche un emblema culturale: i bagni turchi.

In questo post vi mostrerò i 10 migliori bagni turchi. Si tratta di un'attività imperdibile che dovreste includere tra le cose da fare durante il vostro viaggio di 4 giorni a Istanbul e anche se avete cinque giorni o se avete la fortuna di viaggiare per 7 giorni nella capitale turca.

Questo tipo di recinto è la versione ottomana dei noti bagni romani. È un luogo creato per il relax e la pulizia del corpo, ma oggi funziona più come luogo di incontro sociale. In quelli più tradizionali, le donne sono separate dagli uomini. Troverete tutti i tipi di opzioni e prezzi, ma se optate per quelli più autentici, non aspettatevi grandi lussi perché i bagni turchi non sono una spa. Tuttavia, l'esperienza vale sempre la pena.