I cookie ci aiutano a offrire i nostri servizi. Utilizzando il nostro sito Web, acconsenti all'utilizzo dei cookies. Saperne di più.

10 cose da fare a Istanbul in inverno

Istanbul ha così tanto da offrire che, in qualsiasi periodo dell'anno, vi garantirà un'esperienza mistica e mozzafiato. Indossate un buon cappotto, scarpe comode e divertitevi!

Carolina Morales

Carolina Morales

9 minuti di lettura

10 cose da fare a Istanbul in inverno

Inverno a Istanbul | ©Mariano Mantel

Uno dei grandi vantaggi di viaggiare a Istanbul in inverno è che troverete i luoghi meno affollati di turisti e potrete visitare i luoghi più importanti di Istanbulin modo più tranquillo rispetto all'estate, quando la città è più affollata e calda!

La bassa stagione, che in questo caso va da novembre a febbraio, significa anche sconti interessanti su voli e alloggi. Ancora meglio, potrete sperimentare la cultura turca, godere della cordialità della gente del posto e, tra l'altro, ottenere prezzi migliori nei bazar e nei negozi della città.

1. Vivere la migliore stagione di danza Suni

Persone che praticano la danza Sufi| ©Jose T
Persone che praticano la danza Sufi| ©Jose T

L'inizio dell'inverno a Istanbul è uno dei momenti migliori dell'anno per assistere alle danze dei dervisci rotanti, membri dell'ordine Mevlevi, la più nota ideologia mistica del sufismo, dichiarata Patrimonio Immateriale dell'Umanità dall'UNESCO.

Sebbene sia uno spettacolo fruibile in tutte le stagioni, è a dicembre che si svolge il Seb-i Arus, un'importante celebrazione religiosa della tradizione sufi checommemora la morte del poeta Muhammad Khalāl al-Dīn Rūmī|, considerato uno dei più grandi filosofi sufi del mondo.

Seb-i Arus significa "notte di nozze" o "notte nuziale" e per i devoti commemora il giorno in cui le loro anime si incontrano con Dio, motivo per cui le danze meditative dei dervisci assumono ancora più misticismo e colore.

In queste date è possibile partecipare ad altre attività esclusive come workshop, conferenze e mostre audiovisive aperte al pubblico, per saperne di più su questa manifestazione spirituale e culturale che è molto rilevante in varie parti della Turchia.

Informazioni utili:

  • È importante tenere sempre presente che non si tratta di uno spettacolo, ma di un rito religioso. Per rispetto alla tradizione, non è educato applaudire, scattare foto o gridare mentre i ballerini ruotano.
  • Si possono trovare alternative per questa attività con prezzi a partire da circa 40 euro, che comprendono l'ingresso, la cerimonia dei dervisci rotanti e un concerto di musica sufi. Molte di queste cerimonie si tengono nell'iconico teatro di danza Hodjapasha di Istanbul.
  • La città offre anche altri spettacoli di danza tipici, come la danza del ventre e gli spettacoli cosacchi, a cui si può assistere durante la stagione invernale.

2. Godetevi un drink invernale

Bevanda Boza| ©Ikonact
Bevanda Boza| ©Ikonact

L'arrivo dell'inverno in città è accompagnato da alcuni classici preparativi per superare il freddo. Uno dei più popolari della stagione è il Salep, una miscela di latte o acqua bollente, cannella e una speciale farina ottenuta dalla lavorazione accurata dei tuberi di due tipiche orchidee anatoliche. Vale la pena di dire che questa bevanda è popolare per curare i disturbi intestinali ed è molto nutriente.

Un'altra bevanda preferita che si trova solo in inverno è il Boza, una bevanda ottenuta dalla fermentazione dei semi del pane, un cereale molto consumato nei paesi asiatici, che viene servito con un po' di cannella in polvere e accompagnato da ceci arrostiti.

Istanbul è anche famosa per le sale da tè con un vasto menu di tisane calde ottimali per la stagione e il famoso caffè turco, venduto in ogni angolo della città. Molti punti vendita di queste bevande vi daranno anche la possibilità di concedervi un dolce o un piatto tradizionale.

3. Godetevi una giornata di shopping e approfittate dei saldi stagionali

Decorazione natalizia di Vadistanbul| ©hayazici
Decorazione natalizia di Vadistanbul| ©hayazici

Se visitate Istanbul a gennaio o febbraio, vi consiglio vivamente di approfittare della stagione dei saldi nei negozi locali. Oltre al fatto che visitare un centro commerciale può essere un buon modo per proteggersi dal freddo, si possono trovare sconti su abbigliamento, accessori e molto altro.

I saldi invernali a Istanbul iniziano a metà dicembre e durano fino alla fine di febbraio, con sconti fino al 50%. In città ci sono più di 200 centri commerciali alla moda. Consiglio di visitarne alcuni, come Kanyon, Vadistanbul e Akaysha.

Ma la stagione dei saldi non è solo nei centri commerciali, ma anche nei bazar e nei mercati di strada. I mercati del fine settimana di Besiktas, Bakirkoy e Ferikoy sul lato europeo e il mercato di Kadikoy sul lato asiatico meritano una visita. In inverno molti di essi sono coperti, quindi il freddo non vi impedirà di contrattare il miglior affare stagionale.

Prenota una visita guidata di Istanbul

4. Approfittate del raccolto e assaggiate il frutto nazionale: il melograno

Succo di melograno| ©Natalie B
Succo di melograno| ©Natalie B

Tra settembre e febbraio si raccoglie il frutto nazionale: il melograno, frutto prediletto dal Medio Oriente.

Insieme ai datteri, è uno dei prodotti commestibili più famosi della stagione invernale e viene gustato in molte forme: succo, come infuso aromatico, in insalate e yogurt, o in vari dolci e preparazioni culinarie tipiche del Paese.

Nell'idiosincrasia turca è simbolo di abbondanza e prosperità ed è comune trovare amuleti a forma di melograno, ornati con nastri e pietre nazar boncuğu, che secondo gli abitanti del luogo allontanano il malocchio e le energie negative.

Un'altra curiosità è che durante i festeggiamenti per il nuovo anno e all'approssimarsi della mezzanotte, è usanza turca gettare a terra il frutto intero: più è rosso e più si rompe in pezzi, più è di buon auspicio per l'anno a venire.

Informazioni utili:

  • Un buon modo per assaggiare la frutta è visitare i bazar della città. Non perdete l'occasione di contrattare in stile turco per acquistare amuleti e souvenir, o di provare un succo di questo frutto esotico durante una visita guidata al Grand Bazaar di Istanbul.
  • Un altro famoso talismano è il nazar boncuğu, meglio conosciuto come occhio turco, fatto di cristalli colorati e che, secondo la tradizione locale, allontana le vibrazioni negative. Può essere un bel regalo per qualcuno a cui tenete al vostro ritorno, o un curioso oggetto decorativo per la vostra casa.

5. Visitare un caffè turco e giocare a tavla ("backgammon")

Tramonto al Café Pierre Loti| ©Narminsb
Tramonto al Café Pierre Loti| ©Narminsb

Non c'è niente di meglio per superare il freddo che bere un caffè caldo e intrattenersi con un gioco da tavolo. In Turchia il backgammon è il gioco da tavolo nazionale ed è conosciuto come tavla. In inverno, i bar e le caffetterie sono pieni di clienti che giocano a questo gioco, pensato per due persone, in cui lo scopo è quello di eliminare le pedine dalla scacchiera prima dell'avversario.

Secondo gli storici, latavla è nata in Mesopotamia, da dove si è diffusa nel resto del mondo. Nella maggior parte dei Paesi arabi è una tradizione.
Se non sapete come si gioca, potete chiedere ai camerieri e agli altri clienti, che saranno felici di spiegarvi le regole e, perché no, di invitarvi a fare una partita. È molto tradizionale giocare dopo cena, mentre viene servito il tè o il caffè. Uno dei luoghi più consigliati per una buona cena invernale è il Mesale Café, dove potrete anche assistere a spettacoli musicali e gustare il meglio della cucina turca.

Se volete solo un caffè per riscaldarvi, ricordate che la cultura del caffè di Istanbul è famosa in tutto il mondo e a Beyoglu troverete i migliori posti per l'autentico caffè turco. Ve lo consiglio!

6. Godetevi una pista da sci vicino a Istanbul

Persone alla pista di pattinaggio Buzzfest| ©Devan E
Persone alla pista di pattinaggio Buzzfest| ©Devan E

Per molti viaggiatori l'inverno è sinonimo di neve ed è questo che cercano quando scelgono una destinazione in questa stagione. Sebbene Istanbul sia famosa per i suoi monumenti, la sua storia e le sue tradizioni, forse vi sorprenderà sapere che ha molto da offrire anche agli amanti della neve e dello sci.

Se riuscite a trovare abbastanza tempo durante il vostro viaggio, vi consiglio di esplorare alcune delle aree sciistiche vicine a Istanbul e facilmente raggiungibili in aereo e su strada.

Uno dei luoghi più popolari e consigliati da visitare è la località di Uludağ, dove è possibile raggiungere il porto di Bursa in traghetto e da lì prendere un'auto per circa due ore. In questa zona si trovano diversi hotel e un ambiente ideale per godersi la neve. Il resort dispone di 20 diverse piste e aree per diversi livelli di difficoltà, oltre a slitte, bici da neve e snowboard.

Se volete rinfrescarvi dopo lo sci, a un'ora dalle piste troverete un'incredibile sorgente termale.

7. Al riparo dal freddo al Museo Ara Güler

Al Museo Ara Güler| ©Thorsten M
Al Museo Ara Güler| ©Thorsten M

Conosciuto anche come l'occhio di Istanbul, Ara Güler è considerato uno dei migliori fotografi al mondo.
Corrispondente di importanti riviste mondiali come Time, Life e Newsweek, nel corso della sua vita ha fotografato i luoghi più remoti di paesi come l'India, il Kenya, la Nuova Guinea e l'Afghanistan, oltre a celebrità come Winston Churchill, una giovanissima Sophia Loren, Salvador Dalí e Marlon Brando, tra gli altri.

Ma senza dubbio l'aspetto più prezioso del suo lavoro è la sua particolare sensibilità nell'eternizzare l'essenza delle persone attraverso il suo obiettivo e nel catturare migliaia di immagini di Istanbul in più di 60 anni di carriera che ci permettono di rivedere la storia moderna della città attraverso i suoi occhi.

Un tour di un paio d'ore che si può alternare con una visita ai luoghi più noti della città, come la Moschea Blu, la Basilica di Santa Sofia e il Palazzo Topkapi.

Informazioni utili

  • Prezzo: gratuito
  • Orari di apertura: da martedì a sabato dalle 10:00 alle 18:00, domenica dalle 12:00 alle 18:00.
  • Indirizzo: Ara Güler Müzesi, Yapı Kredi Bomontiada, Ara Güler Müzesi Tarihi Bomontiada Bira Fabrikası, Birahane Sk. No:1, 34381 Şişli, Turchia.

8. Godetevi un bagno turco

All'interno dell'Aga Hamami| ©Cristina J
All'interno dell'Aga Hamami| ©Cristina J

Visitare uno dei famosi bagni turchi di Istanbul è il modo perfetto per riposare e ricaricare le batterie, godersi un massaggio, sorseggiare un tè confortante e riscaldarsi per continuare a visitare la città.

Questa tradizione millenaria vi porta attraverso luoghi assolutamente rilassanti dove potrete fare una profonda pulizia del corpo e della mente. A Istanbul ci sono bagni turchi esclusivamente per uomini e altri per donne, anche se è possibile trovare anche opzioni per bagni misti. Si possono trovare tour che offrono questa esperienza con prezzi a partire da circa 35 euro, che comprendono l'ingresso, il tè e in alcuni casi i massaggi. Altamente consigliato!

Prenotate il vostro posto in un bagno turco

9. Accendete il fuoco assaggiando il meglio della gastronomia locale

Cibo dal tour
Cibo dal tour "Il gusto dei due continenti| ©Diwakar_R

Riscaldatevi con un tour culinario di Istanbul attraverso letradizionali e deliziose bancarelle di street food turco, gustando zuppe, stufati e bevande di stagione, ascoltando le storie dei vecchi pescatori sul Ponte di Galata e assorbendo l'anima di questa città transcontinentale attraverso i vostri pori.

Prenota un tour gastronomico di Istanbul

10. Visitare una moschea

Moschea Blu| ©Hans-Jürgen Weinhardt
Moschea Blu| ©Hans-Jürgen Weinhardt

I programmi al chiuso sono i nostri preferiti durante l'inverno e la visita a una moschea è un programma che consiglio di includere in questa stagione per conoscere meglio la storia e la tradizione religiosa di questa magica destinazione.

È sicuramente un'esperienza di scambio culturale che vale la pena di fare. Inoltre, la religione musulmana in questo Paese è molto più flessibile e tollerante, quindi non avrete problemi a visitare alcune delle migliorimoschee di Istanbul.

Una delle più consigliate è la Basilica di Santa Sofia. È stata la più grande chiesa del mondo cristiano, la principale moschea di Istanbul per quasi 4 secoli, poi convertita in museo e, dal 2020, di nuovo in moschea.

Altri che si possono visitare sono:

  • Moschea Blu (Sultan Ahmet Camii).
  • Nuova Moschea (Yeni Camii).
  • Moschea di Rüstem Pasha (Rüstem Pasha Camii).
  • Moschea di Eyüp Sultan (Eyüp Sultan Camii).

Temperature a Istanbul in inverno

Durante l'inverno a Istanbul non si registrano temperature gelide, quindi potrete esplorare la città senza problemi e dovrete proteggervi solo da qualche giorno di pioggia o addirittura di neve. Le temperature in questa stagione si aggirano intorno agli 11° / 5°C.

Cosa mettere in valigia per la stagione invernale

Di fronte alle domande "Cosa devo portare con me?" o "Cosa devo mettere in valigia? È importante pensare un po' all'elenco degli elementi essenziali che vi renderanno la vita più facile se viaggiate in inverno.

Prima di tutto, portate con voi delle buone scarpe, comode e preferibilmente antiscivolo, che vi permettano di camminare in sicurezza su piattaforme bagnate e lastre ghiacciate. Sciarpa, guanti, cappello, un ombrello compatto e altri classici invernali saranno i benvenuti per tenervi al caldo.

Non ènecessario portare con sé l'intero guardaroba o molti cappotti, ne basta uno buono. Meglio portarsi un paio di maglioni comodi per una lunga passeggiata sul Bosforo e, cosa molto importante, calzini caldi e puliti. Per entrare nelle moschee è obbligatorio togliersi le scarpe.