I cookie ci aiutano a offrire i nostri servizi. Utilizzando il nostro sito Web, acconsenti all'utilizzo dei cookies. Saperne di più.

10 cose da fare a Istanbul a luglio

La luce estiva di luglio fa risplendere Istanbul in tutto il suo splendore. Anche se il caldo è intenso, troverete comunque una pausa fresca all'interno delle sue moschee, dei suoi palazzi e dei suoi giardini e, oltre alle consuete attrazioni, la città offre alcuni eventi da non perdere.

Joaquín Montaño

Joaquín Montaño

10 minuti di lettura

10 cose da fare a Istanbul a luglio

Il cielo di Istanbul | ©Alexander Cahlenstein

Se state programmando un viaggio nell'antica Bisanzio o a Costantinopoli in luglio, vi aspettano un clima piuttosto caldo e molti turisti. Tuttavia, il gran numero di cose che Istanbul ha da offrire ai suoi visitatori rende facile pianificare il soggiorno in modo da rendere la visita il più confortevole possibile. Senza dimenticare, naturalmente, che potrete partecipare a un paio di eventi molto interessanti.

Il modo migliore per sfruttare al meglio il tempo a disposizione è quello di combinare le attrazioni imperdibili (Santa Sofia, la Torre di Galata, la Moschea Blu e molte altre) con altre meno conosciute e, quindi, con meno visitatori. Lasciate il primo per la mattina presto, il tardo pomeriggio o l'ora di pranzo e passate il resto del tempo a scoprire gli angoli segreti di Istanbul.

1. Da non perdere il Festival Internazionale del Jazz di Istanbul

Festival Internazionale del Jazz di Istanbul| ©Alara B
Festival Internazionale del Jazz di Istanbul| ©Alara B

Se vi piace il jazz e viaggiate a luglio, siete fortunati. Non solo potrete fare interessanti tour dei monumenti più rappresentativi di Istanbul, ma potrete anche assistere ai concerti che fanno parte del Festival Internazionale del Jazz della città, uno dei più importanti al mondo.

Il festival è organizzato dalla Fondazione Istanbul per la Cultura e le Arti (IKSV) dal 1994. Durante il festival, numerosi concerti di jazz, soul e blues sono eseguiti da musicisti internazionali e locali di jazz, soul e blues. Il festival offre anche ai giovani talenti l'opportunità di farsi conoscere durante le tre settimane dell'evento.

Una delle attrattive del festival (che può attirare anche chi non è molto appassionato di questo tipo di musica) è che i concerti si svolgono in vari punti della città, tra cui alcuni edifici storici molto interessanti.

Sebbene i luoghi cambino ogni anno, il che rende necessario controllare il programma prima di partire, le edizioni precedenti hanno visto concerti in luoghi come il Museo Archeologico, i parchi, le barche sul Bosforo e la Chiesa di Sant'Irene, per non parlare di alcuni dei migliori locali notturni di Istanbul.

Prenota una visita guidata di Istanbul

2. Assistere a uno dei concerti di Rumeli Hisari

Fortezza di Rumeli Hisari| ©Dennis
Fortezza di Rumeli Hisari| ©Dennis

Da diversi anni la fortezza di Rumeli Hisari ospita per tutto il mese di luglio una serie di concerti, soprattutto di musica classica e opera. Anche se il locale merita una visita a sé stante, se volete godervi questo tipo di musica in un ambiente meraviglioso, dovreste cercare di andarci una sera.

Rumeli Hisari fu costruito nel 1452 dal sultano Mehmed II sulle sponde europee del Bosforo. Potreste averla vista stagliarsi su una collina se avete partecipato a una delle crociere in questa zona. Si trova nel distretto di Sarıyer.

Oggi la fortezza ospita un museo e un teatro all'aperto, dove di solito si tengono concerti dalle 21:00 di sera. Inoltre, il complesso ha un bel giardino dove si possono vedere oggetti come palle di cannone e parte (si dice) della catena che chiudeva il Corno d'Oro per prevenire le invasioni.

Il quartiere in cui si trova è noto anche per i suoi numerosi ristoranti di pesce, più economici e meno turistici di quelli di Kumkapi.

Come arrivare a Rumeli Hisari

Sebbene sia possibile arrivarci in taxi, il modo più comodo per raggiungere la fortezza è l'autobus con il 25 da Piazza Taksim o il 40 da Dolmabahce.

3. Assaggiate un balik ekmek (panino al pesce) sotto il ponte di Galata

Un balik ekmek| ©Kami C
Un balik ekmek| ©Kami C

A volte i migliori pasti di una città non avvengono in ristoranti di lusso. Nel caso di Istanbul, dove vi consiglio di fare un tour gastronomico, troverete poche esperienze più piacevoli che mangiare un ottimo panino al pesce proprio accanto al Ponte di Galata.

Ci sono diverse barche specializzate nel servire questo cibo semplice ma gustoso. Sebbene sia possibile visitarlo tutto l'anno, le temperature di luglio lo rendono il momento ideale per sedersi ai tavoli allestiti e gustare il balik ekmek, come viene chiamato il panino.

Vi consiglio di andarci a cena (di solito chiudono intorno alle 22:00-22:30), perché in estate è quasi impossibile trovare un posto a sedere a metà giornata. La cosa curiosa è che, nonostante si trovi in una zona molto turistica, di fronte al Bazar delle Spezie e alla Moschea Yeni, la stragrande maggioranza dei commensali è gente del posto.

Una volta trovato un tavolo, bisogna andare alla barca per ordinare il panino. Assistere alla preparazione dello sgombro - ci vogliono pochi secondi per ottenere uno sgombro senza nemmeno una lisca - è un vero spettacolo. Dopo, dovrete chiedere il vostro drink a uno degli addetti tra i tavoli. Potete anche chiedere delle cozze e un bicchiere pieno di sottaceti che vi verrà offerto.

Prenota un tour gastronomico di Istanbul

4. Un breve viaggio ad Anadolu Kavagi

Visita a Anadolu Kavagi| ©Moonik
Visita a Anadolu Kavagi| ©Moonik

Al di fuori della stagione delle piogge, ma con l'inconveniente di un gran numero di turisti, una delle cose migliori da fare a luglio a Istanbul è una crociera lungo il Bosforo fino ad Anadolu Kavagi, l'ultima città prima di raggiungere il Mar Nero.

Il percorso inizia dal molo di Eminonu e durante il viaggio potrete ammirare edifici imponenti come il Palazzo Dolmabahce e i palazzi situati in riva al mare. Se siete fortunati, come lo sono stata io l'ultima volta che ho fatto questo tour, potreste anche vedere i delfini che si agitano intorno alla barca.

Il traghetto effettua due fermate prima di raggiungere la destinazione finale, Sariyer e Kamlica, anche se vi consiglio di non scendere prima di aver raggiunto Anadolu Kavagi.

Una volta arrivati nel villaggio, un tempo piccolo villaggio di pescatori con una grande base militare grazie alla sua posizione geografica, la cosa migliore da fare è salire al Castello di Yoros. Oltre alle sue rovine, dalla sua posizione si gode di una vista incredibile sul Mar Nero.

Dopo essere scesi dal castello (e tenendo sempre d'occhio l 'orario di ritorno del traghetto), vi consiglio di andare in uno dei ristoranti del villaggio. Quasi tutti offrono un menu fisso (piuttosto economico) composto da calamari, cozze ripiene e pesce. Fino a qualche anno fa si poteva ancora vedere come il pesce veniva selezionato direttamente dalle barche che arrivavano in città, ma oggi (per motivi sanitari, suppongo) questo aspetto è scomparso.

5. Visitate Ortakoy per godervi i suoi caffè all'aperto

Moschea di Ortakoy| ©Kemal Eksen
Moschea di Ortakoy| ©Kemal Eksen

Uno dei luoghi migliori per sfuggire alla folla del centro storico di Istanbul durante l'estate è il quartiere di Ortakoy, situato quasi sotto il ponte sul Bosforo.

Questa bellissima zona è caratterizzata non solo dall'atmosfera giovanile, ma anche dalla presenza di numerosi caffè all'aperto, perfetti per trascorrere le lunghe giornate di luglio. La vista sul quartiere asiatico di Üsküdar è un'altra attrazione della zona.

Oltre a questi caffè, non si deve perdere la piccola ma stupenda Moschea di Ortakoy, situata praticamente sull'acqua.

Anche le strade dietro Piazza Ortakoy meritano una passeggiata. Negli ultimi anni si è riempito di caffè, ristoranti e bar ed è diventato uno dei luoghi più trendy per trascorrere una serata a Istanbul.

Come arrivare a Ortakoy

Piazza Ortakoy è raggiungibile con una passeggiata di mezz'ora dal Palazzo Dolmabahce, facilmente raggiungibile in tram dalla stessa Sultanahmet.

Un'altra opzione è quella di raggiungere il palazzo e poi prendere l'autobus n. 22 per Ortakoy.

6. Trascorrete una giornata divertente al parco tematico di Isfanbul

Parco tematico di Istanbul| ©Hüseyin YAZICI
Parco tematico di Istanbul| ©Hüseyin YAZICI

Se siete stati a Istanbul con dei bambini e volete offrire loro qualche ora di divertimento, probabilmente non c'è posto migliore in città del parco a tema di Isfanbul, ex Vieland. E poiché è all'aperto, luglio è il periodo migliore per visitarlo.

Questo grande parco è molto frequentato dalle famiglie di Istanbul nei fine settimana, quindi è meglio visitarlo in un giorno feriale. Tra le sue attrazioni principali c'è un enorme ottovolante che raggiunge i 110 chilometri all'ora. Se questo è troppo per voi, non preoccupatevi: il parco ha giostre per tutte le età, oltre a un'area per lo shopping e la ristorazione.

Per alleviare il caldo, ad esempio, è possibile fare un giro sulle rapide di Çilgin Nehir, con imbarcazioni che possono ospitare fino a nove persone.

Sebbene sia possibile arrivarci in autobus (linea 36CE da Karakoy, attraverso il ponte di Galata), il modo più conveniente per arrivarci è prenotare un tour che includa i biglietti d'ingresso e il trasporto.

7. Godetevi il fresco del Parco Gülhane e dei Giardini Topkapi

Parco Gülhane| ©Miriam Mezzera
Parco Gülhane| ©Miriam Mezzera

Durante il vostro soggiorno a Istanbul in luglio, a volte avrete voglia di cercare luoghi freschi per sfuggire al caldo. Senza tralasciare i luoghi essenziali da vedere in città, ve ne segnalo due che potete vedere anche nella stessa mattinata o pomeriggio.

Il primo è il Parco Gülhane, raggiungibile a piedi o con uno degli autobus turistici di Istanbul. Questo grande giardino è il più antico della città e un tempo faceva parte del Palazzo Topkapi.

Il parco è stato restaurato negli ultimi anni e oggi ospita alcuni dei migliori musei della città. Di per sé è un luogo ideale per passeggiare lungo i sentieri ombreggiati o sedersi su una delle terrazze nella zona più vicina al mare e godere di favolose viste sul lato asiatico della città.

Prima o dopo il relax a Gülhane, è d'obbligo una visita al Palazzo Topkapi, residenza dei sultani ottomani per secoli.

Il palazzo è enorme e presenta diverse aree da visitare, dalle stanze del tesoro a quelle che ospitano varie reliquie religiose, senza dimenticare l'harem, per me il più prezioso.

Nel complesso non mancano nemmeno i giardini, con numerose fontane per calmare la calura estiva della città. Infatti, non è raro trovare visitatori che fanno picnic nei giardini del palazzo stesso.

Se prendete il tram, dovete scendere alla fermata Gulhane. Non perdetevi, perché c'è un'altra fermata chiamata Topkapi che si trova nella direzione opposta e non ha nulla a che fare con il palazzo.

Prenotate la vostra visita al Palazzo Topkapi

8. Crociera con cena sul Bosforo

Crociera sul Bosforo| ©Tomas K
Crociera sul Bosforo| ©Tomas K

Il bel tempo di luglio è il momento ideale per imbarcarsi in una crociera turistica lungo il Bosforo. Questa attività non solo vi permetterà di gustare una fantastica cena e uno spettacolo di danza del ventre, ma vi mostrerà anche alcune delle migliori attrazioni di Istanbul da una prospettiva diversa.

La crociera inizia al tramonto, così potrete assistere al tramonto del sole dietro la Moschea di Solimano. Con l'illuminazione notturna, passerete dietro il Topkapi, la Moschea Blu e il Palazzo Dolmabahce, in un percorso così bello che non saprete dove guardare.

Prenota una crociera con cena sul Bosforo

9. Provate l'ayran per rinfrescarvi

Bere ayran| ©Mavigogun
Bere ayran| ©Mavigogun

Una delle bevande più utilizzate dai turchi per rinfrescarsi nelle lunghe giornate di luglio è l'ayran. Il mio consiglio è di provarlo su una delle terrazze situate al piano terra del Ponte di Galata o da uno dei punti panoramici sulle strade che partono da Istiklal Caddesi.

L'ayran, insieme al raki, è considerato la bevanda nazionale del Paese. La sua composizione è piuttosto semplice: contiene solo yogurt, acqua e un po' di sale. Questo contenuto lo rende perfetto per recuperare il sale che il corpo perde con la sudorazione.

Oggi è difficile trovare l'ayran fatto in casa a Istanbul, ma anche la versione più commerciale è ottima. Anche se non tutti saranno in grado di capire la bevanda, nessuno dovrebbe mancare di provarla.

Il consiglio del viaggiatore di Joaquin

La base di yogurt può indurre molti a pensare che si tratti di una tipica bevanda da colazione. Tuttavia, la realtà è che di solito si beve durante i pasti e se lo chiedete per colazione vi troverete di fronte a uno sguardo di incomprensione da parte del cameriere.

10. Visita del quartiere Fener

Turismo a Fener| ©Vmenkov
Turismo a Fener| ©Vmenkov

Tra gli svantaggi di un viaggio a Istanbul in luglio c'è l'enorme numero di visitatori della città. Tuttavia, la maggior parte di essi tende a concentrarsi a Sultanahmet e nella zona della Torre di Galata, mentre molte altre aree di grande interesse ricevono molta meno attenzione. Vi suggerisco quindi di fare un breve tour di una di queste aree: Fener.

Fener è senza dubbio uno dei migliori quartieri di Istanbul da visitare. In origine era il quartiere greco della città, e appena vi si entra si scopre che le sue strade sono strette e ripide. Non preoccupatevi se perdete il senso dell'orientamento, perché è normale nella zona. Prendetevi il tempo necessario per scoprire le bellissime case ottomane colorate che vi appariranno a ogni angolo mentre osservate il quartiere prendere vita, con i suoi bambini che giocano a palla.

Un edificio da non perdere è il Liceo greco-ortodosso, facilmente riconoscibile per i suoi mattoni rossi. Una scala vicina vi condurrà alla
Chiesa di Santa Maria dei Mogoli, nota anche come chiesa rossa.

Altri luoghi di grande interesse sono il Patriarcato Ecumenico di Costantinopoli e la Cattedrale di San Giorgio, da non perdere.

Sulla riva del Corno d'Oro, nella zona tra Fener e Balat, si trova la chiesa bulgara di Santo Stefano, costruita interamente in ferro.

Il tempo a Istanbul nel mese di luglio

Le strade di Istanbul| ©Nahid V
Le strade di Istanbul| ©Nahid V

Luglio è uno dei mesi più caldi a Istanbul, cosa che dovrete tenere presente quando programmate il vostro viaggio. Le massime medie si aggirano intorno ai 28ºC, mentre le minime medie si aggirano intorno ai 20ºC. In ogni caso, è meglio controllare le previsioni del tempo prima di partire.

Il caldo non impedisce che sia un mese abbastanza piovoso, e non dovreste sorprendervi se scoppia un breve ma intenso temporale mentre passeggiate per le strade.

Come muoversi a Istanbul

Tram di Istanbul| ©Edgardo W. Olivera
Tram di Istanbul| ©Edgardo W. Olivera

Nonostante le sue grandi dimensioni, Istanbul non è una città complicata da girare. Tuttavia, guidare la propria auto non è una buona opzione, perché il traffico è un incubo.

La rete di trasporti della città è costituita dalla metropolitana (che non userete quasi mai perché non si trova nella zona più turistica), dal tram (il più utile), dagli autobus e dai comodissimi traghetti.

Per utilizzare qualsiasi tipo di trasporto è necessario procurarsi una Istanbulkart, una carta portafoglio che si può caricare con qualsiasi importo. Naturalmente è possibile acquistare anche biglietti singoli, ma vale la pena di acquistare la tessera da qualsiasi distributore automatico vicino alle fermate o nel centro della città.