I cookie ci aiutano a offrire i nostri servizi. Utilizzando il nostro sito Web, acconsenti all'utilizzo dei cookies. Saperne di più.

Esperienze e visite al quartiere a luci rosse da Amsterdam

Famoso in tutto il mondo, il quartiere a luci rosse sarà un punto culminante del tuo viaggio: ti dirò come scoprirlo!

Isabel Catalán

Isabel Catalán

6 minuti di lettura

Esperienze e visite al quartiere a luci rosse da Amsterdam

Il quartiere a luci rosse di Amsterdam | ©Miltiadis Fragkidis

Avrai sentito parlare del Red Light District di Amsterdam, una delle zone più antiche della città famosa per il suo stile di vita liberale dove la gente è attratta dal piacere del proibito. Nonostante le sue origini controverse, oggi è un'attrazione turistica e uno dei luoghi più eccentrici d'Europa. Hai il coraggio di entrare nel Red Light District?

1. Visita guidata del quartiere a luci rosse

Cartello del distretto a luci rosse| ©Jonathan Taylor
Cartello del distretto a luci rosse| ©Jonathan Taylor

Anche se storicamente il quartiere a luci rosse di Amsterdam è stato un centro di prostituzione, gioco d'azzardo e consumo di alcol, non dovete preoccuparvi perché oggi è un luogo sicuro da visitare da soli.

Tuttavia, il mio consiglio è di fare una visita guidata del quartiere a luci rosse per conoscere in dettaglio da una guida le origini, i principali punti di interesse e le curiosità del quartiere più antico e liberale della capitale olandese.

Perché visitare il quartiere a luci rosse

Se sei curioso di conoscere storie controverse, questo tour del quartiere a luci rosse di Amsterdam ha un sacco di luoghi sorprendenti da vedere. Ti addentrerai nella parte vecchia della città e farai un tour per conoscere gli inizi e il funzionamento del Red Light District, così chiamato per l'enorme quantità di luci rosse e neon che adornano le sue pittoresche vetrine.

Durante le 2 ore di questo tour avrete a disposizione una guida di lingua spagnola che vi mostrerà le strade più interessanti di questo particolare quartiere pieno di gallerie d'arte, caffè e altre attività commerciali meno convenzionali come caffè, smart shop e sexy shop che hanno dato a questo luogo tanta fama liberale.

Inoltre, poiché questa è la parte vecchia della città, avrete l'opportunità di vedere l'architettura della zona, i suoi curiosi edifici pendenti, le tortuose strade acciottolate del XIV secolo e i canali, nonché alcuni monumenti iconici come la Oude Kerk (la chiesa più antica di Amsterdam) o diverse sculture che normalmente passano inosservate ai turisti.

Alla fine del tour, la vostra guida vi porterà in un pub tradizionale olandese per una degustazione di birra. Anche se questa degustazione non è inclusa nel prezzo del tour, è una buona opportunità per conoscere la cultura della birra in questo paese e per divertirsi in un'atmosfera piacevole assaggiando birre artigianali e altre marche più note.

Confrontare i migliori tour del quartiere a luci rosse


Perché fare una visita guidata del quartiere a luci rosse?

Anche se è vero che come turista puoi vedere il Red Light District da solo, qualsiasi tour guidato è sempre molto più interessante, divertente e completo che farlo da solo.

Un punto di forza di questa visita guidata è che si svolge in un piccolo gruppo, con un massimo di 15 persone, il che significa che potrete visitare il quartiere a luci rosse al vostro ritmo e senza perdere alcun dettaglio.

Inoltre, in un piccolo gruppo è sempre più facile avvicinarsi alla guida e ascoltare le sue spiegazioni che in un grande gruppo. Riceverai anche una maggiore attenzione, perché se hai qualche domanda durante il tour, ti verrà risposto immediatamente.

Cosa vedrete in un tour del Red Light District?

Amsterdam| ©Jean Carlo Emer
Amsterdam| ©Jean Carlo Emer

Durante il tour camminerete per le strade del quartiere a luci rosse di Amsterdam con una guida per conoscere le sue origini e come funziona la prostituzione ad Amsterdam, cioè la sua storia, il suo presente e la legislazione che la regola, dato che è legale in Olanda dal 1911.

Scoprirete anche come sono nati i sexy shop, i musei del quartiere con diversi temi, i negozi di piercing e tatuaggi e i coffee shop (luoghi dove la vendita e il consumo di marijuana è legale). La guida spiegherà l'atteggiamento del paese verso la marijuana, i funghi allucinogeni e altre droghe e come sono regolati in città.

Punti chiave del tour

  • Il quartiere a luci rosse
  • Negozi di sesso
  • Negozi di caffè
  • Negozi intelligenti
  • Pub tradizionale olandese per degustazioni di birra

Consigli per visitare il quartiere a luci rosse di Amsterdam

Canale vicino al quartiere a luci rosse| ©Lara Puscas
Canale vicino al quartiere a luci rosse| ©Lara Puscas

Posso fare foto durante il tour?

Durante il tour sarà possibile scattare foto della visita ma non delle prostitute nelle vetrine dei negozi perché questo è severamente vietato. Potresti finire nei guai con il Comune se si accorgono che li stai fotografando come attrazione turistica.

Per assicurarsi che il regolamento del quartiere a luci rosse sia rispettato, la polizia e gli assistenti sociali circolano nel quartiere per assicurarsi che ciò avvenga.

Il quartiere a luci rosse è sicuro?

Anche se la zona è nota per la prostituzione, la droga e il vizio, è generalmente sicura da visitare da soli o con un gruppo. Tuttavia, come per tutti i siti turistici di una grande città europea, si consiglia di diffidare dei borseggiatori e di non avventurarsi nelle strade solitarie e buie di notte.

Da qualche anno, il Comune sta pensando di trasformare il Red Light District: restaurando la sua architettura, aprendo nuovi hotel, ristoranti e negozi per risanare alcune zone ed evitare il sovraffollamento turistico in altre, assicurando il rispetto delle donne che lavorano duramente nel Red Light District.

In questo modo, quella che una volta era una zona squallida della capitale sta diventando uno dei luoghi più trendy nel cuore di Amsterdam.

Sii prudente durante il tour

Questo è un luogo molto liberale, ma chiunque si comporti in modo inappropriato nei confronti delle prostitute o dei residenti del quartiere a luci rosse può essere bandito dal tour. Diffidate di certi atteggiamenti!

Cosa indossare quando si visita Amsterdam?

In inverno, le temperature tendono ad essere molto basse (la media è di 2°C), i venti freddi e la pioggia sono comuni, quindi portate vestiti caldi e impermeabili. In estate, le temperature sono più alte, quindi i vestiti migliori da portare sono quelli fatti di tessuti leggeri e freschi, ma è comunque una buona idea mettere in valigia un mackintosh per i giorni piovosi e grigi.

Per un tour a piedi di Amsterdam raccomando di indossare scarpe comode perché camminerete su e giù per molte strade per ore e ore.

Un po' di storia sul quartiere a luci rosse di Amsterdam

Ingresso di una caffetteria| ©Markus Loke
Ingresso di una caffetteria| ©Markus Loke

La prostituzione è conosciuta come "la professione più antica del mondo". Già nel Medioevo, i bordelli della città erano gestiti dal capo della polizia e dalle sue persone di fiducia.

Quando Amsterdam divenne il primo porto del mondo e un importante centro economico nel XVI secolo, molti marinai e mercanti arrivavano qui e andavano alle 'Speelhuis' (case da gioco e da ballo) per cercare compagnia femminile dopo mesi di solitudine in mare.

Con il tempo, l'attività divenne più lucrativa fino a quando le prime vetrine di prostitute apparvero nel 17° secolo, generando una grande eccitazione e attirando l'attenzione dei potenziali clienti, dato che c'era molta concorrenza nel centro della città.

Più tardi, furono introdotti nuovi regolamenti che richiedevano alle prostitute di registrarsi presso la polizia per controlli medici, che il governo controllava per sradicare le malattie sessualmente trasmissibili.

Con l'arrivo della ferrovia, grazie alla sua posizione centrale e alla sua vicinanza alla stazione centrale, i visitatori che viaggiavano in treno ad Amsterdam frequentavano il quartiere a luci rosse e gradualmente si è costruito la reputazione che ha oggi.

Questa tolleranza e apertura verso la prostituzione ha reso possibile l'insediamento dei famosi coffee shop nel quartiere, quando negli anni '60 e '70 l'Olanda ha rivisto la sua politica sulle droghe ed è diventata pioniera nella legalizzazione del consumo di cannabis in questo tipo di locali.

Così, conoscere i coffeeshop è un altro motivo per cui molti viaggiatori visitano il quartiere a luci rosse di Amsterdam.

Altri giri turistici di Amsterdam

Amsterdam| ©Jace Afsoon
Amsterdam| ©Jace Afsoon

Una volta finito di visitare il quartiere a luci rosse di Amsterdam, è il momento di visitare altri luoghi interessanti della città.

Se ti è piaciuta l'esperienza di una visita guidata, ti consiglio di dare un'occhiata al post I migliori tour di Amsterdam dove troverai altre idee per sfruttare al meglio il tuo viaggio nella capitale olandese.

D'altra parte, se non l'hai ancora fatto, è sempre un buon momento per rilassarsi e fare una crociera lungo i canali della 'Venezia del Nord' e godersi le belle viste. Scopri di più su questa esperienza su Amsterdam Canal Cruises.

E se preferisci completare la tua visita ad Amsterdam con un'escursione nel paese, ti consiglio di leggere questo articolo su Le migliori escursioni da Amsterdam per una selezione delle più belle.

Domande frequenti

  • Ci sono leggi importanti che dovrei conoscere sul Red Light District?

    La legge proibisce di bere in luoghi pubblici, incluso il Red Light District, e la pena è fino a 95 euro. La carta d'identità è obbligatoria per chi ha più di 14 anni, e il mancato possesso di un documento è punibile con una multa.

  • Il quartiere a luci rosse è sicuro?

    Il quartiere a luci rosse è generalmente considerato sicuro, ma si dovrebbe prestare attenzione ai propri effetti personali perché i borseggiatori sono diffusi nella zona. Di regola, fotografare i lavoratori del sesso non è visto di buon occhio, quindi se si vuole rispettare la gente del posto è meglio fare meno foto possibili.

  • Si può davvero fumare cannabis per strada nel Red Light District?

    Ci sono alcuni posti ad Amsterdam dove si può fumare cannabis, e altre zone dove non si può. Il Red Light District è una delle poche zone in cui è possibile, purché sia fuori da uno dei coffeeshop. La maggior parte delle droghe sono illegali nei Paesi Bassi, e la regola generale con la cannabis è di portare un massimo di 5 grammi e fumare a casa o in un coffeeshop.