I cookie ci aiutano a offrire i nostri servizi. Utilizzando il nostro sito Web, acconsenti all'utilizzo dei cookies. Saperne di più.

Lisbona in 4 giorni: tutto quello che devi sapere

Quattro giorni sono la durata perfetta per un viaggio a Lisbona. In questo tempo potrete conoscere la capitale portoghese e i suoi dintorni senza tralasciare nulla.

Carlos Bleda

Carlos Bleda

7 minuti di lettura

Lisbona in 4 giorni: tutto quello che devi sapere

Praça do Comércio, Lisbona | ©João Reguengos

Se state pensando a quanti giorni dovreste viaggiare a Lisbona per conoscerla bene senza lasciare nulla, la risposta è, secondo me, 4 giorni. In questo lasso di tempo possiamo visitare Lisbona in profondità senza stress e ci lascia anche il tempo di visitare alcuni luoghi interessanti nei dintorni.

In due giorni visiteremo i quartieri più importanti che compongono il centro storico della città portoghese, i monumenti di Belém e potremo fare escursioni a Sintra e Cascais, due dei luoghi più interessanti da visitare nei dintorni di Lisbona.

Giorno 1: Centro storico: Alfama, Baixa e Chiado

Quartiere Alfama| ©Louis Droege
Quartiere Alfama| ©Louis Droege

La cosa migliore da fare quando si arriva a Lisbona è iniziare a visitare i suoi quartieri più centrali. Alfama, Baixa e Chiado costituiscono il centro storico della città e nelle loro strade c'è molto da vedere e da fare. Se ci alziamo presto la mattina, possiamo esplorarle tutte a nostro piacimento e vedere tutto ciò che hanno da offrire nel primo giorno del nostro viaggio nella capitale del Portogallo.

Quartiere Alfama

Il posto migliore, a mio avviso, per iniziare a conoscere Lisbona è il quartiere Alfama. Questa zona storica è situata su una delle colline della città, sotto l'occhio vigile del Castello di San Giorgio. Può essere esplorato a piedi o con il famoso tram 28, che attraversa la maggior parte del quartiere e vi evita di dovervi arrampicare su molte delle ripide strade dell'Alfama.

I luoghi più interessanti da visitare in Alfama sono, oltre al Castello di San Giorgio: la Cattedrale di Lisbona, i punti panoramici di Portas do Sol e Santa Lucia e il Pantheon Nazionale. Questo quartiere cattura anche l'essenza della cultura di Lisbona e vi consiglio di trascorrere un po' di tempo passeggiando e godendo dell'atmosfera, dei musicisti di strada e della gastronomia.

Prenota una visita guidata dell'Alfama

Baixa e Chiado

Dopo aver visitato l'Alfama, è il momento di scendere nei quartieri Baixa e Chiado. Per visitarli possiamo scegliere come punto di partenza la piazza Pedro IV. Da lì scendiamo in Rua Augusta in direzione di Plaza del Comercio. Ma prima di arrivare a questo punto faremo una deviazione verso l'ascensore di Santa Justa.

Con questo ascensore, oltre a un punto panoramico, possiamo salire al convento di Carmo per visitare le sue spettacolari rovine. Ora, per concludere la giornata, andremo in Plaza del Comercio. In questo famoso punto possiamo salire sull'arco della Rua Augusta e ammirare le rive del Tago. Nei pressi della piazza si trovano numerosi ristoranti dove è possibile concludere la giornata con una buona cena.

Giorno 2: Conoscere a fondo il quartiere di Belém

Il Monastero dei Jerónimos| ©Minh TRAN
Il Monastero dei Jerónimos| ©Minh TRAN

Il secondo giorno inizia dove si è concluso il primo, alla Praça do Comércio. Da qui possiamo prendere il tram numero 15 per la zona di Belém. Questa zona di Lisbona si trova a 7 chilometri dal centro e dista circa 20 minuti di tram. Ci sono così tante cose da vedere che ci prenderà l'intera giornata. Le sue tappe obbligate sono:

Monastero di Jerónimos

Il Monastero dei Jerónimos, dichiarato Patrimonio dell'Umanità, è riconosciuto come il monumento più visitato di Lisbona. Si tratta di un complesso spettacolare composto da un imponente chiostro e da una chiesa e dal museo archeologico nazionale ospitato nell'ala orientale.

Qui è quasi obbligatorio prendere i biglietti in anticipo, perché le code sono quasi inevitabili. Tuttavia, vale la pena di visitarlo. Il monastero è una tappa obbligata di Lisbona.

Degustazione dei Pasteles de Belém

Una delle esperienze più conosciute del quartiere di Belém è la degustazione dei suoi famosi dolci. Questi dolci hanno varcato i confini e sono conosciuti in molti luoghi, ma in nessun altro posto è possibile assaggiarli meglio che nel loro luogo d'origine. Accanto al monastero si trova la fabbrica originale dove è ancora possibile assaggiare queste prelibatezze.

Prenota i biglietti per il Monastero di Jeronimos

Monumento alle scoperte

Di fronte al Monastero dei Jerónimos e di fronte al Giardino di Plaza del Imperio si trova il Monumento alle Scoperte. È uno dei luoghi più fotografati di Lisbona, grazie alla sua spettacolare altezza di oltre 50 metri. È stata costruita per onorare la memoria degli scopritori che salparono dalle stesse acque in cui si trova Lisbona.

Torre di Belém

Sul lato ovest di Belém, che si protende nelle acque del Tago, si trova la Torre de Bélem, probabilmente il punto di riferimento più iconico di Lisbona. Si tratta di un piccolo forte sulle rive del Tago che veniva usato per difendere la città, come faro e persino come prigione. È possibile visitare i suoi interni e la sua terrazza con una vista spettacolare sul fiume Tago e sul Ponte 25 Aprile.

Queste sono le attrazioni imperdibili di Belém. Ma se volete di più, potete visitare alcuni dei suoi numerosi musei, come il museo archeologico o il museo delle carrozze, o passeggiare nei suoi parchi e giardini.

Prenotare i biglietti per la Torre di Belém

Giorno 3: Escursione a Sintra

Palazzo Pena| ©laredawg
Palazzo Pena| ©laredawg

Dopo due giorni a Lisbona avremo avuto tutto il tempo di vedere i principali monumenti della città. È il momento di visitare la periferia e uno dei luoghi più straordinari non solo della capitale ma anche di tutto il Portogallo. Sto parlando di Sintra e dei suoi palazzi.

Situato a circa 30 chilometri da Lisbona, questo villaggio è uno scenario quasi fiabesco per i suoi palazzi e giardini. Tanto che nel 1995 è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità. Si trova inoltre al centro del parco naturale di Sintra-Cascaes. La visita di Sintra da Lisbona può essere effettuata in auto o in autobus, ma è meglio farlo con un tour guidato, che include già il trasporto da e per la città e una guida professionale che vi mostrerà tutto il fascino del luogo.

I motivi per visitarla non mancano. Sono molti gli edifici che si possono ammirare a Sintra, ma i quattro essenziali sono:

Il Palazzo Pena

È il più visitato ed emblematico di Sintra. Tanto che è uno dei monumenti più popolari del Portogallo e considerato uno dei palazzi più belli d'Europa grazie alla sua miscela unica di stili. Il Palazzo Pena dovrebbe essere la nostra prima e obbligatoria visita a Sintra.

Prenota la tua visita al Palazzo Pena

Quinta da Regaleira

LaQuinta da Regaleira si distingue per la sua architettura, i suoi giardini e il suo misticismo. L'edificio è strettamente legato al culto massonico e custodisce molti segreti. Si consiglia vivamente la visita con una guida. Un'altra tappa obbligata a Sintra.

Il Palazzo Nazionale di Sintra

Situato nel centro di Sintra, il Palazzo Nazionale ha conservato quasi intatto il suo interno. Le sue due grandi ciminiere a forma di cono, visibili da molte parti del parco e del villaggio di Sintra, colpiscono dall'esterno.

Palazzo Monserrate

Questa è conosciuta come la gemma nascosta di Sintra, in quanto non è così popolare come i suoi vicini. Tuttavia, ha un fascino sufficiente per essere incluso nell'elenco dei luoghi imperdibili da visitare a Sintra.

Altri luoghi da visitare a Sintra

Questi ultimi 4 punti sono considerati i must di Sintra, ma la città ospita molti altri tesori. Se l'orologio non lo permette, possiamo anche visitare il Castelo dos Mouros, il Convento dos Capuchos o lo Chalet e il giardino della Contessa.

Prenota un'escursione a Sintra

Giorno 4: Notte nel quartiere Alto, escursione a Cascais e al Parco delle Nazioni

Cascais| ©Luiz Pantoja
Cascais| ©Luiz Pantoja

Il quarto giorno a Lisbona può e deve iniziare con la sera del terzo giorno. Dopo aver trascorso diverse ore a Sintra, cosa c'è di meglio che immergersi nella vita notturna di Lisbona nella zona migliore per farlo. L'ultimo giorno possiamo cogliere l'occasione per fare un'altra escursione al villaggio di Cascais, molto vicino a Lisbona, e terminare le nostre visite visitando il Parco delle Nazioni.

Barrio Alto di notte

Dopo aver visitato Sintra, la cosa migliore da fare è godersi la vita notturna di Lisbona. Il luogo ideale per farlo è il Bairro Alto. Nel cuore del centro città, questo quartiere è all'avanguardia, moderno e pieno di vita, soprattutto di notte. C'è un'ampia scelta di ristoranti dove è possibile cenare assistendo a uno spettacolo di fado portoghese.

Dopo cena possiamo andare a goderci i suoi numerosi pub o andare al belvedere di Santa Catalina. Qui, oltre a godere della vista notturna della città, è frequente trovare palchi per concerti notturni. È anche un punto di incontro per gli abitanti di Lisbona e sulle sue terrazze si respira sempre una bella atmosfera.

Prenotate i biglietti per un concerto di Fado a Lisbona

Cascais

La mattina del quarto giorno, senza fretta di alzarsi, abbiamo la possibilità di visitare la città di Cascais. Questa città, situata a circa 30 chilometri da Lisbona, durante il XX secolo era principalmente una città di aristocratici e artisti. Lo testimoniano le sue strade con bellissimi palazzi e numerosi artisti di strada.

Negli anni '40, in fuga dalla guerra, molti nobili vennero a Cascais per rifugiarsi nei loro palazzi e godersi le spiagge. Si dice che questa atmosfera di opulenza abbia ispirato a Ian Fleming la creazione del personaggio di James Bond.

Trascorrere una mattinata passeggiando per le sue strade e godendo delle sue spiagge è un'attività altamente consigliata, soprattutto se si visita in estate. Il modo migliore per arrivare a Cascais è in auto, ma se non avete questa possibilità potete prendere un autobus da Lisbona o un'escursione organizzata.

Prenota un tour a Sintra e Cascais

Parco delle Nazioni

Un buon modo per salutare Lisbona è recarsi al Parque das Nações. Si trova nella parte orientale della città e sorge in quello che un tempo era un quartiere industriale. Questo moderno parco dall'atmosfera futuristica è stato costruito per ospitare l'Esposizione Universale del 1998 tenutasi a Lisbona.

È molto diverso dagli altri quartieri della capitale portoghese per i suoi edifici moderni come la stazione Gare Do Oriente, progettata da Santiago Calatrava, e l'Oceanario. Quest'ultimo è uno dei più grandi acquari d'Europa ed è assolutamente da vedere, soprattutto se si viaggia con la famiglia.

Per salutare Lisbona si può prendere la funivia del parco per ammirare il tramonto dall'alto con il ponte Vasco de Gama sullo sfondo. Si tratta del ponte più lungo d'Europa, con i suoi 17 chilometri che attraversano il fiume Tago.

Prenota i biglietti per l'Oceanario di Lisbona