I cookie ci aiutano a offrire i nostri servizi. Utilizzando il nostro sito Web, acconsenti all'utilizzo dei cookies. Saperne di più.

Praga in 1 Giorno: una guida per ottenere il massimo dalla vostra visita

Se hai solo un giorno per visitare Praga, potresti non avere abbastanza tempo per godertela. Anche se dovrai cancellare alcuni posti dalla tua lista, questo itinerario ti permetterà di godere delle principali attrazioni.

Joaquín Montaño

Joaquín Montaño

11 minuti di lettura

Praga in 1 Giorno: una guida per ottenere il massimo dalla vostra visita

Vista delle strade di Praga | © Alice

Non si può negare che avere solo 24 ore per tutto quello che c'è da vedere e da fare a Praga è un tempo breve. La città è una delle più interessanti di tutta l'Europa ed è sempre meglio spendere qualche giorno in più per conoscerla meglio, per non parlare delle numerose escursioni che vale la pena fare nei dintorni di Praga.

Tuttavia, non scoraggiatevi per avere solo un giorno. Con un po' di organizzazione, una sveglia presto e un po' di trambusto, è possibile vedere almeno le principali attrazioni che la capitale ceca ha da offrire ai suoi visitatori. Questo itinerario comprende tre luoghi da non perdere: il castello, il quartiere ebraico e il Ponte Carlo e i suoi dintorni.

1. Visita il Castello di Praga per iniziare la tua giornata in città

Castello di Praga| ©Govisity
Castello di Praga| ©Govisity

Dato il tempo limitato che avete a disposizione, vi consiglio di studiare in anticipo come arrivare al Castello di Praga. Una volta che sai come arrivarci, tieni presente che dovrai arrivare molto presto, sia per sfruttare al massimo la giornata sia per evitare le ore più affollate. Per fare questo, è necessario consultare in anticipo gli orari di apertura del Castello di Praga.

Il castello di Praga è quasi una piccola città murata in sé. All'interno potrete vedere strade, un fantastico giardino ed edifici che non potete perdere. Tra questi ultimi ci sono la Cattedrale di San Vito, dove bisogna prestare attenzione alla sua famosa Cappella di San Venceslao e ai Gioielli della Corona.

A seconda del tempo a disposizione e del tipo di biglietto per il Castello di Praga che avete acquistato, vale anche la pena di salire sulla torre della cattedrale per godersi la vista. Dalla cima si può vedere il Ponte Carlo e tutta la città vecchia.

Un altro edificio da non perdere è il Palazzo Reale, dove vissero i re di Boemia e alcuni imperatori del Sacro Romano Impero. Inoltre, il parco del castello ospita anche altri monumenti come la Torre Bianca, la Torre Daliborka e il Convento di San Giorgio.

Visita guidata del castello o da solo?

Per vedere questo monumento in modo più efficiente e con informazioni su ogni suo angolo, può essere una buona idea prenotare uno di questi tour al Castello di Praga.

Ovviamente, la visita può essere fatta anche da soli (vedi qui per i prezzi del Castello di Praga), ma allora si dovrebbe misurare molto bene il tempo che si passa in ogni area e aver consultato in precedenza la storia del castello per saperne di più su ciò che si sta vedendo.

Prenota un tour del Castello di Praga

2. Scoprite il Vicolo d'Oro, uno dei luoghi più affascinanti di Praga.

Vicolo d'oro| ©Jorge Valenzuela A
Vicolo d'oro| ©Jorge Valenzuela A

Sempre all'interno del complesso del castello si trova una piccola strada che è sicuramente una delle più affascinanti di tutta la città: il Vicolo dell'Oro.

La strada ha diverse case del XVI secolo dipinte in diversi colori e che oggi sono occupate da negozi dove si possono trovare vari tipi di merci e souvenir.

Anche se ci sono diverse leggende sull'origine di questo vicolo, come quella che afferma che fu occupato da alchimisti che cercavano di trasformare i metalli in oro, la verità è che le case furono costruite per dare alloggio alle 24 guardie del castello.

Più tardi, le case furono occupate da vari orafi, ed è per questo che gli fu dato il nome di Gold Alley. Come curiosità, il famoso scrittore Franz Kafka ha vissuto per un anno nel numero 22.

3. Passeggiate per Malá Strana e scoprite tutti i suoi angoli

Malá Strana| ©Jorge Franganillo
Malá Strana| ©Jorge Franganillo

Dopo aver lasciato il complesso del castello, l'itinerario continua attraverso uno dei quartieri più interessanti della città: Malá Strana o Lesser Town. Questo quartiere è uno dei più storici di tutta Praga e passeggiare per le sue strade significa scoprire meravigliose attrazioni ad ogni angolo.

La strada più importante del quartiere è Nerudova, così chiamata perché era la residenza dello scrittore Jan Neruda. Camminando lungo il ripido pendio dal castello verso la Colonna della Peste si intravedono diversi edifici storici e palazzi antichi, come l'ambasciata italiana o il Palazzo Morzin.

Uno dei punti più belli di questo quartiere è la piazza Malá Strana, dove si trova la chiesa di San Nicola. Da lì si segue il sentiero verso l'isola di Kampa, una delle migliori viste della città. Lungo la strada vi imbatterete nel famoso muro di John Lennon, un murale dipinto da giovani cechi in omaggio al cantante dopo il suo assassinio.

I limiti di tempo rendono difficile esplorare il Kampa Park, ma vale almeno la pena di dare un'occhiata ai panorami prima di proseguire lungo la riva del fiume verso il ponte Manes.

4. Sorprenditi con la strada più stretta della città

La strada più stretta di Praga| ©Dimitrij Ovčinnikov
La strada più stretta di Praga| ©Dimitrij Ovčinnikov

Durante il tour, oltre ad altri edifici di interesse, vi imbatterete in una curiosità della città: la strada più stretta di Praga. In realtà, non è stata concepita originariamente come una strada, ma come un tagliafuoco tra le case per evitare che gli incendi devastassero il quartiere, come accadde nel 1541.

La strada misura solo 77 centimetri nel suo punto più stretto ed è lunga 50 metri. Queste caratteristiche significavano che l'accesso doveva essere regolato con un semaforo in modo che i pedoni non coincidessero in entrambe le direzioni.

5. Perdersi a Josefov, il quartiere ebraico di Praga

Attraverso il quartiere ebraico| ©Luis Villa del Campo
Attraverso il quartiere ebraico| ©Luis Villa del Campo

Se si segue il fiume lungo la riva di Malá Strana, si arriva al ponte Mánes, che si deve attraversare per iniziare la visita al quartiere ebraico di Praga, conosciuto come Josefov.

Questo quartiere si è formato nel Medioevo dopo l'arrivo della comunità ebraica a Praga nel X secolo. La sinagoga più antica risale al 1270 ed è una delle sinagoghe che si possono ancora visitare. Per diversi secoli questo quartiere fu, in realtà, un ghetto da cui difficilmente potevano uscire, poiché solo nel XIX secolo furono riconosciuti i diritti degli ebrei e fu loro permesso di risiedere in qualsiasi altra zona.

Anche se è possibile noleggiare una visita guidata del quartiere ebraico, in questa occasione la mancanza di tempo rende difficile vederlo nella sua interezza, quindi ci si dovrà accontentare di visitare solo alcune delle sei sinagoghe della zona.

  • Sinagoga spagnola: fu costruita nel 1868 e il suo nome deriva dalla sua decorazione moresca che ricorda quella dell'Alhambra di Granada. Oggi ospita una mostra sulla vita della comunità ebraica.
  • Sinagoga Pinkas: situata all'ingresso del cimitero ebraico, questa sinagoga contiene i nomi dei 77.297 ebrei di quella che allora era la Cecoslovacchia che morirono per mano dei nazisti. Potrete anche vedere diversi disegni fatti da bambini che erano nel vicino campo di concentramento di Terezin. Vi consiglio di rendere l'escursione a Terezin un must della vostra prossima visita alla città.
  • Sinagoga Vecchio-Nuova: è la sinagoga più antica d'Europa che ha ancora una funzione religiosa. È anche uno dei primi edifici gotici di Praga.

Ingresso alle sinagoghe

C'è un unico biglietto d'ingresso che dà diritto a visitare tutte le sinagoghe (ad eccezione della Sinagoga Vecchio-Nuova, che deve essere acquistata separatamente) e il cimitero ebraico.

Una piccola mappa del quartiere è fornita con il biglietto, che è molto utile per trovare tutti i siti di interesse.

Prenota un tour del quartiere ebraico

6. Entrare nel Vecchio Cimitero Ebraico

Cimitero ebraico di Praga| ©Midnight Believer
Cimitero ebraico di Praga| ©Midnight Believer

Tutto quello che c'è da vedere al Cimitero Ebraico lo rende uno dei luoghi più interessanti di Praga. Costruito nel XV secolo, per 300 anni fu il luogo di sepoltura obbligatorio per tutti gli ebrei della città.

Le piccole dimensioni del cimitero, dove si stima che siano sepolte più di 100.000 persone, significavano che i corpi dovevano essere impilati uno sopra l'altro.

Oggi rimangono circa 12.000 lapidi, tra cui quelle del rabbino Judah Loew, creatore del golem di Praga, del rabbino David Oppenheim e del matematico, astronomo e storico David Gans.

Ingresso al cimitero ebraico

Se avete acquistato il biglietto combinato con le sinagoghe, non dovrete pagare nulla in più per visitare il cimitero. Se non l'hai fatto, puoi sempre comprare un biglietto individuale per un tour delle tombe.

7. Mangiare un boccone nel quartiere ebraico

Mangiare a Naše Maso.| ©PaddyOL
Mangiare a Naše Maso.| ©PaddyOL

Per ricaricare le batterie senza perdere troppo tempo, vi consiglio di mangiare in un posto curioso situato nel quartiere ebraico, il Naše Maso.

Come ho spiegato nel mio articolo sui ristoranti di Praga, questo posto è in realtà una macelleria che prepara vari piatti di carne sul posto per poterli mangiare in quel momento.

La carne che vendono, sia come hamburger, salsicce, bistecca alla tartara e altre preparazioni, è di alta qualità. L'unico problema è la sua piccola dimensione e la difficoltà di trovare un posto libero.

8. Salire sulla Torre della Polvere da Sparo

Torre della polvere da sparo| ©maggiejp
Torre della polvere da sparo| ©maggiejp

Lasciandosi alle spalle il quartiere ebraico, si entra a Staré Mesto, la città vecchia. Una delle prime cose da vedere è la Torre delle Polveri, una delle vecchie porte delle mura di Praga.

Questa porta era l'entrata usata dai re boemi per recarsi alla loro cerimonia di incoronazione, ed è quindi considerata come l'inizio della Strada Reale che terminava al castello.

Se lo desideri, puoi salire su una piattaforma panoramica a 44 metri di altezza, ma se hai intenzione di salire sulla torre nella Piazza della Città Vecchia dopo, non c'è bisogno di farlo.

9. Immergiti nella bellezza della Piazza della Città Vecchia senza fretta.

Piazza della Città Vecchia.| ©Jorge Franganillo
Piazza della Città Vecchia.| ©Jorge Franganillo

La piazza della Città Vecchia è senza dubbio lo spazio più impressionante di Praga, ad eccezione del castello e del Ponte Carlo. Si può dire che tutti gli edifici che circondano la piazza sono veramente impressionanti e vale la pena fare una piacevole passeggiata lungo il perimetro per goderseli.

All'ingresso della piazza si trova la famosa chiesa di Tyn, costruita nel XIV secolo sul sito di una piccola cappella nello stesso punto. Di stile gotico, fu un progetto concepito dalla borghesia di questa zona di Praga per competere con la Cattedrale di San Vito, situata dall'altra parte del fiume.

Si noti che la facciata non è visibile dalla piazza, anche se le sue due imponenti torri lo sono. Uno degli astronomi più famosi della storia, Tycho Brahe, è sepolto all'interno.

Nella stessa piazza non si può perdere il vecchio municipio, dove si trova l'orologio astronomico della città. La stessa torre che ospita questo orologio ha nel suo punto più alto, a circa 70 metri, un belvedere da cui si può vedere tutta la città vecchia.

Tuttavia, la caratteristica più emblematica dell'edificio è l'orologio astronomico, il terzo più antico d'Europa. Questo meccanismo fu aggiunto alla torre all'inizio del XV secolo e oggi attira centinaia di turisti ogni ora che cercano di vedere "La Passeggiata degli Apostoli", figure che emergono dal suo interno come se stessero sfilando.

Prenota un tour di Praga

10. Passeggiata lungo via Karlova

Via Karlova, Praga.| ©Livian Navarro
Via Karlova, Praga.| ©Livian Navarro

Dopo aver trascorso abbastanza tempo per avere una buona visione della Piazza della Città Vecchia, è una buona idea entrare in una delle strade più importanti di Praga, via Karlova.

Questa tortuosa strada pedonale collega i due quartieri storici della città, Stare Mesto e Malá Strana. Se avete fatto un tour di Praga, siete sicuri di esserci passati durante una passeggiata che a volte non è facile da fare a causa del gran numero di turisti.

Nonostante la folla, via Karlova merita una passeggiata per vedere le sue case gotiche e rinascimentali e fermarsi davanti a qualche vetrina.

L'intera strada è fiancheggiata da negozi e caffè, quindi può essere un buon posto se hai voglia di una pausa caffè.

Ci sono alcuni edifici lungo la strada che vale la pena di fermarsi per dare un'occhiata più da vicino. Qui si trova il primo caffè della città, chiamato Serpiente de Oro, che ha aperto le sue porte nel 1713 e che ora è stato convertito in un ristorante.

Al numero 44 si trova anche Karlova Crystal, un impressionante negozio specializzato in cristallo di Boemia. Infine, al numero 3/175, potrete ammirare la facciata della Casa dei Pozzi d'Oro, ornata da un favoloso stucco barocco.

11. Attraversare il Ponte Carlo

Ponte San Carlo| ©A.Savin
Ponte San Carlo| ©A.Savin

Nessuno può lasciare Praga senza attraversare almeno una volta il Ponte Carlo, il più bello di tutti i ponti che collegano le due rive della Moldava.

Tra le cose da vedere sul Ponte Carlo ci sono le statue barocche ai lati del ponte, che competono per l'attenzione con tutti gli artisti di strada che di solito sono allestiti nella zona.

Uno dei vantaggi di attraversare il ponte più tardi nel corso della giornata è che la folla di solito è minore, anche se in alta stagione la differenza è minima. Speriamo che questo vi permetta di fermarvi e godere delle fantastiche viste del Castello di Praga. A seconda dell'ora del giorno, si può anche essere in grado di vedere la sua silhouette illuminata, creando una sensazione magica.

12. Crociera con cena sulla Moldava o tour dei fantasmi

Crociera sul fiume Moldava| ©Ouael Ben
Crociera sul fiume Moldava| ©Ouael Ben

Per concludere questa intensa giornata di visite, proporrò diverse alternative. Tutto dipende da quanto siete stanchi e, ovviamente, dai vostri gusti.

  • Una piacevole passeggiata lungo le rive del fiume: la prima opzione è semplicemente passeggiare lungo le rive della Moldava. Non importa quale sia la riva che percorri, troverai sempre una grande atmosfera, dato che un gran numero di persone tende a radunarsi intorno ad essa. A seconda di quanto è buio, si può anche fare una passeggiata intorno a Střelecký ostrov, un parco situato su una delle piccole isole lungo il fiume.
  • Crociera sul fiume con cena: uno dei piani più romantici per finire la giornata è quello di fare una piccola crociera sul fiume Moldava che include la cena. Oltre a godersi il cibo e le fantastiche viste, c'è spesso musica dal vivo e balli lungo la strada.
  • Tour dei fantasmi: Praga, con il suo urbanismo e la sua storia, nasconde diverse leggende ed eventi veramente raccapriccianti. Se sei un amante del brivido puoi prendere uno dei tour che ti porteranno nella parte più oscura della città.

Prenota una crociera con cena

Come muoversi a Praga

Tram di Praga| ©Jorge Franganillo
Tram di Praga| ©Jorge Franganillo

In realtà, per un tour di un giorno, è meglio camminare, il che non dovrebbe essere un problema. Tuttavia, se vuoi arrivare al Castello di Praga con i mezzi pubblici o devi usare i mezzi pubblici per tornare all'hotel, ecco le opzioni:

  • Tram: questo è probabilmente il modo migliore per muoversi a Praga, poiché è l'unico mezzo di trasporto che raggiunge alcune parti della Città Vecchia. Troverete i tram in funzione 24 ore al giorno, anche se la frequenza delle linee notturne è un po' più bassa.
  • Metro: anche se funziona molto bene, ha lo svantaggio di non raggiungere alcune delle zone più visitate della capitale ceca, oltre a non avere servizio di notte.
  • Autobus: Come i tram, gli autobus urbani funzionano 24 ore al giorno. Sono l'opzione migliore se avete bisogno di viaggiare in zone abbastanza lontane dal centro.

Cambiare soldi a Praga

Cechia Korraine| ©Francisco Gonzalez
Cechia Korraine| ©Francisco Gonzalez

Anche se la Repubblica Ceca è membro dell'Unione Europea, il paese ha deciso di mantenere la propria moneta, la corona. Questo significa che dovrete scambiare del denaro per poter effettuare dei pagamenti.

Il mio primo consiglio è di non cambiare i soldi all'aeroporto, perché il tasso di cambio è peggiore che negli uffici di cambio in centro città e soprattutto nel quartiere ebraico.

Una buona opzione per un soggiorno più breve è quella di pagare quasi tutto con carta di credito e cambiare solo una piccola somma per pagare il biglietto dei trasporti (le macchine accettano solo monete), piccole spese occasionali o anche se si deve andare in un bagno pubblico (dove di solito si deve pagare una piccola tassa).