I cookie ci aiutano a offrire i nostri servizi. Utilizzando il nostro sito Web, acconsenti all'utilizzo dei cookies. Saperne di più.

Cosa fare al Lago di Como in inverno

Anche se l'inverno non è esattamente il periodo migliore per viaggiare al Lago di Como, ci sono sempre motivi e piani per rendere il vostro viaggio in questa bellissima zona un'esperienza molto positiva.

Carlos Bleda

Carlos Bleda

10 minuti di lettura

Cosa fare al Lago di Como in inverno

Lago di Como | ©Domenico Convertini

Essendo il Lago di Como un lago ai piedi delle Alpi italiane, l'inverno è piuttosto freddo e non è esattamente un motivo positivo per visitare la regione in inverno. Tuttavia, questo non significa che non possiate farlo e godervi il fascino del lago. Soprattutto se avete già visitato tutte le attrazioni di Milano.

In effetti, l'inverno presenta alcuni vantaggi: è la stagione con i prezzi più bassi e meno affollata dell'anno. Questi due punti rendono molto interessante la possibilità di trascorrere qualche giorno al Lago di Como o di fare una gita di un giorno da Milano.

1. Cogliere l'opportunità di conoscere la città di Como

Città di Como| ©. Ray in Manila
Città di Como| ©. Ray in Manila

Con il freddo invernale, non avete voglia di navigare sul lago o di trascorrere l'intera giornata all'aperto. Ecco perché questo periodo dell'anno è un buon momento per visitare le città del Lago di Como. La prima è la città che dà il nome al lago stesso. Como è la città lacustre più vicina a Milano ed è il punto di partenza della maggior parte dei battelli che fanno il giro del lago.

Per evitare il freddo, la cosa migliore è rifugiarsi nei suoi monumenti e gustare un caffè caldo o un buon pasto nei caffè e ristoranti della città.

La principale attrazione turistica della città è la piazza del Duomo, dove si trova la cattedrale. Il tempio è uno dei più grandi dell'Italia settentrionale, la cui costruzione iniziò nel 1396 e fu completata nel 1740, per cui riunisce diversi stili architettonici.

Nello stesso centro si possono visitare anche la torre di Porta Vittoria, la Basilica di San Fedele e, vicino alle rive del lago, il Tempio Voltiano in onore di Alexander Volta, l'inventore della pila, che nacque e visse a Como.

In questo link troverete le migliori opzioni per andare da Milano a Como.

Prenota la tua escursione al Lago di Como

2. Godetevi le Alpi innevate

Lago di Como e Alpi innevate| ©Giuliana
Lago di Como e Alpi innevate| ©Giuliana

Oltre ai suoi bellissimi villaggi, l'attrazione principale del Lago di Como è il suo paesaggio. Essendo situato nelle Alpi italiane, il lago è circondato da imponenti montagne.

La vista da cartolina delle acque blu del lago sullo sfondo delle montagne è mozzafiato, e in inverno con le cime innevate lo è ancora di più. Alcuni villaggi dell'entroterra meritano una visita anche solo per il panorama.

Il mio consiglio è di visitare Bellagio. Questo villaggio è situato proprio al centro del lago e offre le viste migliori e più varie. Se il cielo è limpido, avrete immagini che ricorderete per sempre.

Per gli appassionati di alpinismo, ci sono anche molti percorsi per godersi le montagne. Alcuni dei migliori partono da Lenno per arrivare in cima al Monte Crocione. Ma se decidete di affrontare i sentieri di montagna, assicuratevi di avere l'attrezzatura e le precauzioni necessarie, soprattutto nei giorni di neve.

3. Festeggiare il Natale sul Lago di Como

Natale a Lado Di Como| ©Maria Grazia Schiapparelli
Natale a Lado Di Como| ©Maria Grazia Schiapparelli

Il Natale è il momento culminante dell'inverno. E si nota nel piccolo aumento del turismo sul lago in questo periodo dell'anno. Questo è dovuto al fatto che i villaggi intorno al lago sono addobbati per celebrare questo periodo dell'anno e gli hotel della zona si preparano a offrire ai viaggiatori un'esperienza unica.

Le città di Como allestiscono mercatini di Natale nelle loro piazze principali, oltre ad addobbi natalizi di grande effetto.

Anche le città dell'entroterra, come Bellagio e Varenna, sono caratterizzate da un'atmosfera e da decorazioni natalizie speciali.

Tuttavia, visitare queste città nel periodo natalizio è meno consigliabile, poiché c'è un certo rischio dovuto alle condizioni meteorologiche. L'accesso a queste città è più difficile se le condizioni meteorologiche sono avverse, ma si può sempre rimanere a Como e, se il tempo è buono, si può facilmente raggiungere in barca. In ogni caso, l'atmosfera natalizia del Lago di Como è sempre qualcosa di speciale.

4. Un tour gastronomico per sconfiggere il freddo

Pranzo al Lado di Como| ©hotelcomo hotelcomo
Pranzo al Lado di Como| ©hotelcomo hotelcomo

In inverno si vuole stare in casa e combattere il freddo con un buon piatto di cibo. La gastronomia riveste un ruolo importante nella regione del Lago di Como, infatti le città e i villaggi della zona hanno una propria gastronomia conosciuta come Lariana.

Questa gastronomia si basa su prodotti locali come formaggi di montagna, pesce di lago o cereali, frutta, verdura e ortaggi coltivati nella zona.

Alcuni dei piatti più famosi del Lago di Como sono la polenta al toc, una sorta di farinata simile al purè di patate, il Riso e filetto di pesce che è fondamentalmente riso e pesce di lago, un piatto a base di agnello conosciuto come Agnello alla valsassinese, ed essendo italiani non possono mancare la pasta, il gnoquis o il risotto.

Tutti i ristoranti e gli hotel delle città della zona servono questi piatti, ma Bellagio e Como offrono la maggiore varietà. Combattere il freddo invernale con la gastronomia è sempre una buona idea.

Prenota la tua escursione sul Lago di Como

5. Salite con la Funicolare fino al paese di Brunate da Como

Funicolare| ©Oscar Diaz
Funicolare| ©Oscar Diaz

La vista delle montagne innevate è una delle principali attrazioni del Lago di Como in inverno. Ma se ha nevicato troppo e non è possibile scendere in profondità nel lago, godersi il panorama è un po' più difficile.

Solo che da Como si ha la possibilità di prendere una funicolare per il paese di Brunate, in cima alla montagna accanto a Como. Questa funicolare parte da Piazza de Gasperi, sulle rive del Lago di Como, e copre un dislivello di quasi 700 metri su una distanza di 1 chilometro.

Lavista del lago dalla città di Brunatte è spettacolare e non c'è bisogno di spingersi oltre nel lago per ammirare le cime innevate sullo sfondo. La funicolare funziona dalle 6 alle 22 in inverno con una frequenza di circa 15 minuti e costa solo 2,90 a corsa o 5,25 per un viaggio di andata e ritorno.

6. Un buon momento per visitare Lecco

Lecco| ©Marco Varisco
Lecco| ©Marco Varisco

L'inverno è il periodo migliore per esplorare le città e i villaggi del Lago di Como per due motivi. In primo luogo, perché è più facile ripararsi dal freddo e, in secondo luogo, perché la folla è molto più ridotta ed è più facile vedere i monumenti.

In questo contesto, e dato che addentrarsi nella parte interna del lago non è l'opzione migliore, si può cogliere l'occasione per visitare la città di Lecco. Questa città è meno comune negli itinerari turistici del Lago di Como, nonostante sia la seconda più grande dell'area.

Lecco ha un bel centro storico e diverse piazze emblematiche, come Piazza XX di Settembre che si affaccia sul Monte Resegone, la montagna che sorveglia Lecco. La città offre molte cose da vedere, tra cui la Basilica di San Nicola, il Palazzo Belgiojoso, il Palazzo delle Paure e la Torre Viscontea. Lecco è anche ricca di caffè e ristoranti, perfetti per fare una pausa dal freddo invernale.

7. Approfittate della stagione meno affollata per esplorare le città più turistiche

Villaggio Bellagio| ©Jim Gillette
Villaggio Bellagio| ©Jim Gillette

In estate il numero di persone che visitano il Lago di Como è considerevole. Questo a volte rende molto scomoda la visita di alcuni dei suoi villaggi più belli e turistici. È il caso di Bellagio, Varenna o Menaggio, tra gli altri.

In inverno la situazione è opposta. Il freddo scoraggia le persone a visitare queste città e quindi visitarle nella stagione invernale è molto più confortevole.

I casi più rilevanti sono Bellagio e Varenna, in quanto sono due delle località più turistiche. Anche in questo caso i prezzi sono molto più bassi rispetto all'estate e trovare una sistemazione con un buon rapporto qualità-prezzo è molto più facile in inverno.

8. L'inverno è il momento migliore per rifugiarsi e godersi i meravigliosi hotel.

Albergo Villa D'Este| ©Joe Shlabotnik
Albergo Villa D'Este| ©Joe Shlabotnik

Quando fa freddo, la cosa migliore da fare è stare al caldo di un camino, godersi un caffè italiano caldo, una buona cena, osservare il paesaggio dal tepore della propria stanza...

Sono tutti lussi condivisi dalla maggior parte degli hotel del Lago di Como. Alcuni di essi sono tra i migliori al mondo, infatti l'hotel Villa D'Este, a Cernobbio, ha il riconoscimento di essere il miglior hotel del mondo.

Sebbene questo e molti altri hotel sul lago abbiano costi proibitivi per la maggior parte delle persone, la scelta è ampia e il periodo migliore per soggiornare in uno di essi con vista sul lago è l'inverno.

I prezzi scendono e così anche le prenotazioni alberghiere, quindi non c'è momento migliore per garantirsi qualche giorno indimenticabile in un buon hotel sul Lago di Como.

9. Non lasciate che il freddo vi impedisca di fare una gita in barca sul lago

Barca da turismo| ©Andrey Salikov
Barca da turismo| ©Andrey Salikov

L'esperienza più autentica che il Lago di Como può offrire è una gita in barca per conoscerlo, anche se il freddo non è proprio invitante. Ma sarebbe un peccato perdere l'opportunità di farlo.

Di certo non sarà a causa delle strutture. In inverno le gite in barca mantengono i loro orari, un po' ridotti a causa delle minori ore di luce e anche se l'offerta di tour è più limitata.

In inverno le barche sono anche meglio condizionate. La maggior parte di esse sono coperte e riscaldate, in modo che la navigazione sul lago in inverno non sia un impedimento. Su questo sito è possibile consultare i prezzi e gli orari in inverno.

Prenota la tua escursione con crociera sul Lago di Como

10. Visitate le lussuose ville del Lago di Como a vostro piacimento

Villa del Balbianello| ©Christine Wagner
Villa del Balbianello| ©Christine Wagner

Le lussuose ville sono il simbolo più caratteristico del Lago di Como. Sono i monumenti più visitati e i più affollati in alta stagione.

Poiché sono poco frequentati in inverno, è il momento migliore per visitarli in tutta tranquillità. È vero che alcune delle sue attrazioni sono i giardini e che in inverno non si presentano al meglio, ma l'ambiente montano innevato dà loro un tocco diverso e spettacolare.

E quali sono le migliori ville da visitare? Beh, anche se ci sono decine di opzioni, secondo me ce ne sono tre che sono imperdibili: Villa Olmo nella città di Como, che è praticamente una reggia, Villa Carlotta, nel paese di Tremezzo, al cui interno si trova un piccolo museo d'arte, e Villa Balbianello, la cui bellezza l'ha portata a essere l'ambientazione di film come Star Wars e James Bond.

Temperature del Lago di Como in inverno

Neve sul lago di Como| ©Michele D'Amico
Neve sul lago di Como| ©Michele D'Amico

Come previsto , l'inverno nella regione del Lago di Como è piuttosto freddo. Soprattutto perché è circondata dalle Alpi ad alta quota.

Durante i mesi invernali, le temperature massime non raggiungono di solito i 10 gradi Celsius, con una media di circa 7 gradi Celsius. Mentre le minime scendono sotto lo zero, ma raramente sotto i -3 gradi Celsius. L'umidità del lago non contribuisce molto alla mitezza di queste temperature, ma se si è preparati con un buon cappotto non è un inconveniente insormontabile.

Essendo una zona montuosa, anche la neve è un ospite abituale, anche se non per troppi giorni durante l'inverno.

Il grande vantaggio dell'inverno è che piove di meno e in media piove solo 5 giorni al mese. Anche se il clima non è molto invitante per visitare il Lago di Como in inverno, è un inverno perfettamente tollerabile se si è adeguatamente equipaggiati.

Numeri e prezzi del turismo sul Lago di Como in inverno

Lago di Como| ©Jocelyn Erskine-Kellie
Lago di Como| ©Jocelyn Erskine-Kellie

Il grande vantaggio dell'inverno sul Lago di Como è la tranquillità e il notevole calo dei prezzi nella zona.

In estate, in piena alta stagione, l'afflusso di turisti è notevole e in alcuni casi travolgente. Nei mesi invernali, tuttavia, la pace e la tranquillità del lago sono il suo più grande punto di forza, oltre al fatto che non ci sono problemi di prenotazione degli alloggi e non ci sono code, per esempio, per una gita in barca o per una visita a una delle ville.

Questo basso afflusso ha anche una conseguenza molto positiva. A causa della scarsa richiesta in questo periodo dell'anno, i prezzi sono notevolmente più bassi. Considerando che il Lago di Como è una zona costosa, in gran parte associata al lusso, questo è un punto molto importante da tenere in considerazione, soprattutto se si vuole trascorrere più di un giorno lì.

Cosa mettere in valigia per visitare il Lago di Como in inverno

Bagagli| ©nappy
Bagagli| ©nappy

Per evitare che il freddo rovini il vostro viaggio, dovete essere ben preparati. Per questo motivo vi lascio questo elenco che potete consultare per non tralasciare nulla quando preparate i bagagli:

  • Un buon cappotto è essenziale. È meglio che sia impermeabile in caso di neve.
  • Una buona maglietta termica ci aiuta a combattere il freddo e soprattutto l'umidità del lago.
  • Oltre all'abbigliamento caldo, si consiglia di indossare accessori come sciarpe, cappelli e guanti.
  • Anche le calzature sono fondamentali. In questo caso, gli stivali impermeabili con una buona aderenza in caso di neve o di brevi escursioni in montagna sono la scelta migliore.
  • Anche se è la stagione delle piogge, il mackintosh è un ottimo alleato, soprattutto se nevica.