I cookie ci aiutano a offrire i nostri servizi. Utilizzando il nostro sito Web, acconsenti all'utilizzo dei cookies. Saperne di più.

10 cose da fare a Milano di notte

Scoprite il lato più tradizionale di Milano. Quando l'oscurità lo avvolge, il capoluogo lombardo tira fuori il suo lato più romantico.

Matteo Gramegna

Matteo Gramegna

11 minuti di lettura

10 cose da fare a Milano di notte

Vista notturna di Milano | ©Riccardo Maria Mantero

Milano è conosciuta come la capitale economica d'Italia eppure nasconde alcuni luoghi in cui il tempo sembra essersi fermato. I suoi monumenti sono ancora più belli dopo il tramonto, quando il ritmo frenetico della città rallenta.

Tra le cose da vedere e fare a Milano, una passeggiata serale è sempre una buona opzione. In questo articolo vi sveliamo i luoghi migliori.

1. Omaggio al Duomo

Duomo di notte| ©Takayuki Suzuki
Duomo di notte| ©Takayuki Suzuki

Simbolo di Milano, edificio con il maggior numero di statue al mondo, cattedrale gotica più grande del pianeta: il Duomo è un tempio da primato e quando l'oscurità avvolge la città, la sua sagoma vi lascerà senza fiato.

Il monumento è illuminato da oltre 500 proiettori a LED che evidenziano i dettagli di ogni scultura. Se visitate Milano a dicembre, assisterete all'illuminazione di gala che rende la cattedrale ancora più luminosa.

Volete scattare le foto migliori? Bene! Ecco alcuni consigli per trovare la prospettiva perfetta. Se ci si posiziona all'inizio di via Dante si può inquadrare l'intera sagoma lasciando sulla destra il monumento equestre a Vittorio Emanuele.

Se ha piovuto si può cercare una piccola pozzanghera per fare uno scivolo con il riflesso del Duomo. Infine, se avete una buona macchina fotografica, vi consiglio di immortalare alcuni dettagli di statue e gargoyle.

  • Indirizzo: Piazza Duomo
  • Prezzo: a seconda del tipo di visita. Per maggiori informazioni, vi consiglio di leggere il post sui biglietti per il Duomo di Milano.

Prenota il tuo biglietto per il Duomo di Milano

2. Visita alla Cripta di San Sepolcro

Cripta di San Sepolcro| ©vivimerons
Cripta di San Sepolcro| ©vivimerons

Ogni città storica nasconde qualche gemma nel sottosuolo e Milano non fa eccezione. Nel sottosuolo di Piazza San Sepolcro si trova l'omonima chiesa, la cui costruzione risale all'epoca delle Crociate.

In quel periodo, il culto del sepolcro di Cristo si diffuse in tutta Europa e "stregò" anche San Carlo Borromeo, allora arcivescovo di Milano.

Egli stesso era solito scendere nella cripta per pregare e suo cugino Federico Borromeo abbellì il luogo con una palma di rame e bronzo. Nella fede cristiana, questo albero simboleggia la vita e la rinascita.

Una visita serale a lume di candela è il modo ideale per scoprire la storia del tempio. Se siete interessati, vi consiglio di dare un'occhiata al sito ufficiale.

  • Indirizzo: Piazza San Sepolcro
  • Prezzo: Per visitare la cripta è necessario pagare circa 8 €.

3. Passeggiata a Brera

Pinacoteca di Brera| ©Pierre André
Pinacoteca di Brera| ©Pierre André

Milano è il cuore economico dell'Italia e molti la associano ai grattacieli e al frenetico andirivieni di impiegati e uomini d'affari. Tuttavia, a pochi metri dalle sedi delle multinazionali, ci sono quartieri in cui il tempo sembra essersi fermato. Brera è una di queste: le sue strette vie acciottolate e gli eleganti palazzi testimoniano la Milano che fu.

Se visitate il capoluogo lombardo in inverno, è probabile che vediate il quartiere avvolto dalla nebbia. Questo fenomeno atmosferico aggiunge un tocco magico e con un pizzico di fantasia non è difficile immaginare una carrozza trainata da cavalli o eleganti signore vestite con i tipici abiti dalle ampie gonne. Con le luci diffuse dei lampioni, la sensazione è ancora più incantevole.

Il percorso può iniziare davanti all'Accademia di Belle Arti di Brera, una grande galleria d'arte costruita per volontà dell'imperatrice Maria Teresa I d'Austria. Il fiore all'occhiello è "Il bacio" di Francesco Hayez insieme a capolavori come la "Cena in Emmaus" di Caravaggio o lo "Sposalizio della Vergine" di Raffaello Sanzio.

In occasione della Notte europea dei musei del 18 maggio, è possibile visitarlo dalle 18:00 alle 22:15. L'ultimo ingresso è alle 21.30. Il prezzo è più che accessibile, dovrete pagare 1 € o poco più per entrare.

L'apertura è anche notturna, ogni terzo giovedì del mese, e in questo caso il biglietto costa circa 3 euro. Per ulteriori informazioni, vi consiglio di consultare il sito web ufficiale.

Dopo il museo, si può riprendere la passeggiata. Perdetevi nelle strade acciottolate; passerete davanti alla Chiesa di San Marco (una chiesa gotica con un grande rosone), a Palazzo Citterio e a una vasta gamma di ristoranti, negozi e cocktail bar.

  • Indirizzo: Il quartiere di Brera è molto vicino al Castello Sforzesco di Milano. Per arrivarci consiglio di prendere la metropolitana e scendere a una delle seguenti fermate: Cairoli (M1 e M2), Lanza (M2) o Montenapoleone (M3).
  • Prezzo: l'ingresso notturno all'Accademia di Brera varia solitamente da 1 a 3 euro.

Prenota una visita guidata di Milano

4. Godetevi un drink con vista

Vista dallo Sky Terrace Bar Milano Scala,| ©Hotel Milano Scala
Vista dallo Sky Terrace Bar Milano Scala,| ©Hotel Milano Scala

Milano è una città in mezzo alla pianura, ma questo non significa che non possa essere vista dall'alto. Negli ultimi anni l'offerta di rooftop bar è cresciuta enormemente e nuovi locali si sono aggiunti all'offerta sia in centro che nei quartieri emergenti. L'elenco che segue riporta alcuni dei bar sui tetti di Milano da non perdere:

  • Sky Terrace Bar Milano Scala, un'oasi di tranquillità nel cuore di Brera. Oltre a un eccellente cocktail bar - vi consiglio di provare il loro famoso Green Mixology - troverete un orto urbano dove si raccolgono frutta, verdura e fiori commestibili. Il raccolto viene utilizzato sia nel ristorante che nel bar (Via dell'Orso 7).
  • Terrazza Aria - Sina the Gray, il cocktail bar dell'omonimo boutique hotel a cinque stelle. È noto per i suoi drink a base di Campari. Consiglio di ordinare un Sea Dream (Campari, Gin, marmellata di arance e cava) o un City Bloom (Campari, whisky e soda). Si trova a pochi passi dal Duomo (Via S. Raffaele 6).
  • Ceresio 7, per godersi un aperitivo a bordo piscina senza lasciare la città. Sedetevi su un divano e cogliete l'opportunità di sperimentare qualcosa di nuovo. Le bevande del menu non sono convenzionali. Dalla cima si possono vedere i grattacieli di Porta Garibaldi e il Cimitero Monumentale (Via Ceresio 7).
  • Radio Rooftop, il bar panoramico al decimo piano dell'Hotel Me Milano Il Duca. Aperto tutti i giorni fino alle 13:00 o alle 14:00. Si consiglia la prenotazione (Via Marco Polo 18)
  • Globe, un ristorante e cocktail bar affacciato su Piazza 5 giornate. Il menu è vario e comprende creazioni esotiche come il Brasilian Sunset (Gin, Saint Germin, purea di guava, zucchero e succo di lime) o il Gusano Desaparecido (mezcal, succo di kalamansi, birra allo zenzero, succo d'arancia e zucchero al timo). Situato nella zona est di Milano (Piazza Cinque Giornate 1).

5. Scattare una foto della facciata del Castello

Esterni del castello| ©Rafael López
Esterni del castello| ©Rafael López

Dopo una giornata di visite turistiche, potete concludere la giornata con una buona cena seguita da una breve passeggiata serale.

Dopo il tramonto, il centro di Milano cambia pelle: le luci dei lampioni creano un'atmosfera suggestiva e i monumenti brillano al buio. Il Castello Sforzesco è uno di questi e merita una visita per ammirare la sua imponente facciata.

Il luogo migliore per scattare qualche foto è proprio Piazza Castello, dove si trova una grande fontana illuminata. Alle sue spalle si staglia l'imponente sagoma della Torre del Filarete, l'ingresso principale della fortezza.

Per visitare il Castello di Milano dovrete aspettare un po' (l'ingresso gratuito ai cortili apre alle 7:00 e il museo alle 10:00), ma vale comunque la pena di visitarlo per godersi l'atmosfera.

  • Indirizzo: Piazza Castello (metro Cairoli, M1)
  • Prezzo: gratuito

Prenota una visita al Castello di Milano

6. Vivere la vita notturna di Milano

In discoteca| ©Edoardo Tommasini
In discoteca| ©Edoardo Tommasini

La città lombarda è nota per la sua vita notturna. Qui si concentrano alcuni dei migliori club del Paese e ci sono opzioni per tutti i gusti e le tasche. L'elenco che segue raccoglie le migliori opzioni per una serata fuori casa: scopriamole!

  • Amnesia, un locale notturno diviso in due sale: House Room (con musica house) e Sound Room (che offre sonorità più eclettiche). Il soffitto a volta è attraversato da una rete di tubi e cavi a vista che danno un tocco industriale all'ambiente (Via Alfonso Gatto).
  • Magazzini Generali, un ex edificio industriale trasformato in club. Qui si sono esibiti artisti del calibro di Chemical Brothers, Franz Ferdinand e Sven Vath, ma la lista potrebbe essere più lunga. Il luogo ideale per ascoltare musica elettronica o rock (Via Pietrasanta 16).
  • Just Cavalli, il nightclub fondato dall'omonimo stilista. Di solito apre le porte all'ora dell'aperitivo (intorno alle 19:00) e prosegue fino a tardi con un dj set di qualità. Lo troverete sotto la Torre Branca nel Parco Sempione, una struttura in acciaio progettata dall'architetto Giò Ponti (Viale Luigi Camoens).
  • Fabrique, uno spazio per concerti ed eventi. Cercate il programma sul sito ufficiale, potreste approfittare della vostra visita a Milano per ascoltare il vostro artista preferito. Si trova nella zona est della città, non lontano dall'aeroporto di Milano-Linate (Via Fantoli 9).
  • Loolapaloosa, un'opzione di tendenza nella zona di Porta Garibaldi - Corso Como. Potete provare il loro aperitivo dalle 19:00, mentre dopo le 23:00 si trasforma in un club (Corso Como 15).
  • Alcatraz, uno spazio polifunzionale nella zona nord di Milano. Prima di mezzanotte ospita concerti di ogni genere, dal rock al rap, ai tributi alla musica del passato e al metal. Dopo gli spettacoli si trasforma in una grande discoteca (Via Valtellina 25).
  • Hollywood, uno dei luoghi storici della città. Di solito propone musica dance, hip-hop, techno e house e attira un pubblico variegato. Non è difficile scorgere qualche celebrità qui (Corso Como 15).

Queste sono solo alcune delle opzioni disponibili. Se visitate Milano in primavera o in estate, un'altra buona opzione è l'Idroscalo, un lago artificiale circondato da un grande parco. In questa zona si trovano diversi locali come Le Jardin, Circolo Magnolia e Pelledoca.

7. Godetevi il fascino del quartiere dei Navigli

Navigilio di notte| ©Groume
Navigilio di notte| ©Groume

Anche se si trova nel mezzo di una pianura, Milano è una città d'acqua. In passato, il tessuto urbano era attraversato da decine di canali navigabili che facilitavano il trasporto di persone e merci. I più importanti sono sopravvissuti alla sepoltura e rimangono come testimoni della città di un tempo.

Al calar della sera, le luci dei lampioni e delle insegne si riflettono sull'acqua, creando un'atmosfera romantica. È possibile salire sui ponti per ottenere la vista migliore e immortalare il momento.

Dopo la passeggiata si può concludere la visita in uno dei tanti bar della zona. Se avete voglia di una buona birra, vi consiglio un'istituzione milanese: La Fontanella (Alzaia Naviglio Pavese 6).

Questo quartiere si trova a poche fermate di metropolitana dal centro e a circa mezz'ora di cammino dal Duomo di Milano. È delimitata dalla darsena (il vecchio porto trasformato in area di svago) e da due canali: il Naviglio Grande e il Naviglio Pavese.

  • Indirizzo: per raggiungerlo, è possibile scendere alla stazione della metropolitana di Porta Genova o di Romolo, entrambe sulla linea 2.
  • Prezzo: gratuito (tranne che per le pinte)

8. Cena tardiva

Le Capannelle| ©Juan C
Le Capannelle| ©Juan C

Noi spagnoli amiamo mangiare a orari diversi dal resto d'Europa e a volte è difficile per noi sederci a tavola alle 19.30 o alle 20.00. È importante sapersi adattare alle abitudini di ogni Paese, ma le vecchie usanze sono le più difficili da abbandonare. Per fortuna, a Milano troverete diverse opzioni per cenare fino a tardi:

  • Le Capannelle, il tempio della ristorazione milanese a tarda notte. Aperto dal martedì alla domenica dalle 19.30 alle 6.00, offre un menu alla carta con antipasti, primi piatti, carne, pesce, pizza napoletana, gelati e dessert. È un punto di riferimento della città e l'unico ristorante che rimane aperto tutta la notte (Viale Papiniano 23).

  • Anche Forno, un piccolo panificio nel cuore di Isola. I suoi tranci di pizza e i croissant caldi sono l'ideale dopo qualche drink. Isola è un quartiere alla moda e non mancano le opzioni per uscire. Aperto fino alle 16:00 (Via Carmagnola 5).

  • Rosy e Gabriele, un ristorante internazionale a due passi dal centralissimo Corso Buenos Aires. Le serrande restano alzate fino alle 2:30 (Via Giuseppe Sirtori 26).

  • Grani e Baci, un'elegante struttura a due passi dal Cimitero Monumentale. La sua cucina propone ricette semplici realizzate con ingredienti sani e biologici. Ha anche un interessante menu senza glutine. Chiude a mezzanotte il venerdì e il sabato (via Carlo Farini angolo via Ferrari).

  • Tutti Fritti, il paradiso del fritto. Carne, pesce, verdure, ci sono decine di opzioni tra cui scegliere! Ogni piatto può essere annaffiato da ottime birre artigianali (Corso di Porta Ticinese 18).

  • Indirizzo: le strutture elencate si trovano nel centro di Milano o in quartieri limitrofi al centro storico.

  • Prezzo: i locali di questa lista non sono molto costosi, soprattutto se ci si accontenta di panini o altri snack caldi.

9. Scoprite il lato nascosto della città con un tour dei fantasmi

Piazza del Duomo dal Duomo| ©Guilhem Vellut
Piazza del Duomo dal Duomo| ©Guilhem Vellut

Un famoso scrittore milanese di romanzi gialli, Giorgio Scerbanenco, ha scritto: "i milanesi uccidono il sabato perché gli altri giorni sono impegnati nel lavoro".

Anche con meno giorni a disposizione, il capoluogo lombardo è stato teatro di alcuni delitti e un tour dei fantasmi è l'opzione ideale per scoprire le storie più sinistre.

La leggenda narra che uno spirito infesti la centrale piazza del Duomo di Milano. È il fantasma di Carlina, un'anima tormentata che ha perso la vita nella vicina cattedrale. Alcuni ritengono che si sia gettata, altri che la sua morte sia stata accidentale. Da allora, la donna continua a infestare la zona e alcune coppie che si sono sposate in Duomo giurano che la giovane Carlina sia apparsa al loro matrimonio.

Intrigante, non credete? Se volete scoprire gli altri segreti di Milano, vi consiglio di prenotare un tour dei fantasmi. Questi tour urbani durano solitamente tra un'ora e mezza e due ore e comprendono Palazzo Marino (la sede del Comune), Via Torino (la strada che collega il Duomo al quartiere dei Navigli), la Pinacoteca Ambrosiana e altri luoghi della città.

  • Indirizzo: i tour dei fantasmi si concentrano nella città vecchia. Il punto di incontro è solitamente un luogo centrale, come il Castello o Piazza Duomo.
  • Prezzo: Il prezzo è solitamente di circa 15 €.

Prenota un tour notturno di Milano

10. Visita della città in tram

Tram di Milano| ©a_marga
Tram di Milano| ©a_marga

Volete vedere il capoluogo lombardo da una prospettiva diversa? Allora vi consiglio di prenotare un tour in tram notturno. Il tour si svolge a bordo di un modellino di treno del 1500 utilizzato negli anni Venti. Come sempre, queste visite sono accompagnate da una guida esperta e da cuffie per non perdere nessuna spiegazione.

Per quanto riguarda i percorsi, di solito partono dalla stazione ferroviaria di Cadorna.

Una volta a bordo, si attraversano il centro storico, Ticinese e Porta Genova (Navigli), Repubblica (vicino alla Stazione Centrale) e Sempione, il quartiere dell'omonimo parco e dell'Arco della Pace.

Esiste anche una versione più festaiola che comprende cocktail o un bicchiere di spumante.

  • Indirizzo: Piazza Castello
  • Prezzo: circa 30 euro

Prenota il tuo biglietto per l'autobus turistico a Milano

È sicuro visitare Milano di notte?

Milano di notte| ©Eneas Pedro
Milano di notte| ©Eneas Pedro

Milano è una città sicura, ma bisogna fare un po' di attenzione. Come in ogni grande città, è importante tenere sotto controllo borse e zaini per evitare furti. Il centro è la zona più sorvegliata ma, poiché ospita il maggior numero di turisti, attira inevitabilmente i borseggiatori.