I cookie ci aiutano a offrire i nostri servizi. Utilizzando il nostro sito Web, acconsenti all'utilizzo dei cookies. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie. Saperne di più.

Medina Azahara da Cordoba

Scopri Medina Azahara, la brillante città del califfo Abderramán III, che ai tempi di Al-Andalus ispirò una moltitudine di leggende.

Isabel Catalán

Isabel Catalán

12 minuti di lettura

Medina Azahara da Cordoba

Dettaglio della Medina Azahara | ©Turismo de Córdoba

Cordoba è una delle città più emozionanti della Spagna grazie al suo impressionante patrimonio culturale e alla sua storia affascinante. Il periodo di maggior splendore di Al-Andalus fu il califfato omayyade e come simbolo di questa grandezza fu eretta alla periferia di Cordoba una nuova città chiamata Medina Azahara, la più bella città dell'Occidente islamico, che sopravvisse solo per 70 anni.

Oggi si possono visitare i suoi resti a soli 8 chilometri da Cordova e ricostruire così nella memoria quella che fu la gloria di Medina Azahara. Per me è, senza dubbio, una delle escursioni essenziali da fare a Cordoba durante le vostre vacanze. Vi dirò perché!

1. Come visitare Medina Azahara?

Resti archeologici di Medina Azahara| ©-JvL-
Resti archeologici di Medina Azahara| ©-JvL-

Anche se puoi visitare Medina Azahara da solo, per esperienza posso dirti che data la sua vasta estensione e il gran numero di spazi che compongono questo sito, il mio consiglio è di optare per una visita guidata per visitare tutta la città palatina omayyade senza perdere nessun dettaglio. Inoltre, con una guida imparerete a decifrare la sua profusa decorazione e a immergervi nella sua storia, che non è così nota come quella dell'Alhambra di Granada.

2. Visita alla Medina Azahara da Córdoba

Casa Reale del Califfo| ©-JvL-
Casa Reale del Califfo| ©-JvL-

Con questa visita di 3 ore a Medina Azahara da Cordoba viaggerete nel cuore del Califfato di Cordoba, il periodo di maggior splendore di Al-Andalus, accompagnati da una guida che vi racconterà l'affascinante storia della brillante città di Abderraman III e vi mostrerà a piedi i resti di questo interessante sito archeologico.

In cosa consiste questo tour?

Questo tour a Medina Azahara da Cordoba è composto da due parti: da un lato la visita al sito archeologico di Medina Azahara e dall'altro la visita al suo Centro di Interpretazione.

Iltour inizia alle 10:15 alla rotonda di Cruz Roja, dove prenderete l'autobus per il complesso della Medina Azahara. La vostra guida vi aspetterà lì, che potrete identificare dal suo ombrello arancione. Una volta indicato il nome della vostra prenotazione, vi unirete al gruppo e salirete su un altro autobus verso le rovine della città palatina, che si trova a 2 chilometri dal Centro d'Interpretazione.

Nella Medina Azahara trascorrerete 2 ore con la guida camminando tra i resti di palazzi, sale cerimoniali, moschee e laboratori imparando tutte le storie e gli aneddoti sorprendenti di questo sito archeologico dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco nel 2018.

Alla fine tornerete al Centro d'Interpretazione del sito per iniziare la seconda parte di questa escursione a Medina Azahara, che comprende una visita al museo con la guida che vi spiegherà tutte le collezioni che ospita e vi darà una visione più completa dell'attività. Imparerete molto!

Arriverete finalmente a Cordoba verso le 13:30, un ottimo momento per pranzare e continuare la vostra vacanza nella città andalusa.

Lingue

L'attività è disponibile in spagnolo e in inglese.

Quanti viaggiatori per gruppo?

Ci sarà un massimo di 15 viaggiatori in questa attività.

Servizi inclusi

Guida locale

3. Visita guidata alla Medina Azahara

Dettaglio della bella decorazione del Salón Rico| ©Roberto Venturini
Dettaglio della bella decorazione del Salón Rico| ©Roberto Venturini

Con questa visita guidata di 3 ore di Medina Azahara esplorerai in compagnia di una guida ufficiale questo incredibile sito archeologico situato a soli 8 chilometri da Cordoba. Un luogo che testimonia la grandezza di Cordoba nel X secolo durante il califfato omayyade.

Come si svolge la visita?

Questa visita guidata di Medina Azahara inizia alle 10:30 del mattino, quando al punto di partenza il gruppo sale sull'autobus per il sito da Cordoba.

Una volta lì dovrete prendere una navetta, che è inclusa nel tour, per andare alle rovine di Medina Azahara perché sono lontane dal Centro d'Interpretazione dove il primo autobus vi lascerà. Con questo tour, l'ingresso al sito archeologico è gratuito per i cittadini dell'UE, mentre i visitatori extracomunitari avranno un prezzo simbolico di soli 1,50 euro.

Il tourdi Medina Azahara inizierà con la vostra guida, che vi mostrerà i resti dei palazzi, dei giardini, delle moschee e delle sale cerimoniali di quella che fu la più bella città dell'Occidente islamico nel Medioevo.

Durante la visita la guida vi racconterà anche alcune leggende e curiosità sulla Medina Azahara, il che secondo me rende questo tour molto più divertente.

Lingue

L'attività è disponibile in spagnolo e in inglese.

Quante persone per gruppo?

Ci sarà un massimo di 50 viaggiatori in questa attività.

Servizi inclusi

  • Navetta dal parcheggio al sito di Medina Azhara
  • Guida ufficiale
  • Ingresso gratuito per i cittadini dell'UE

4. In generale, quanto tempo ci vuole per vedere Medina Azahara?

Vista dall'alto del complesso di Medina Azahara| ©-JvL-
Vista dall'alto del complesso di Medina Azahara| ©-JvL-

La durata dell'intera visita è di circa 2,5 - 3 ore.

5. È possibile visitare Medina Azahara da soli?

Museo di Medina Azahara| ©Emilio
Museo di Medina Azahara| ©Emilio

Se scegliete di fare questa escursione al vostro ritmo, per capire meglio l'importanza di Medina Azahara nella storia della Spagna, vi consiglio di visitare prima il Centro d'Interpretazione situato vicino alle rovine archeologiche e poi la città palatina, per avere un'idea migliore di ciò che era e significava in Al-Andalus prima di contemplare i suoi resti di persona.

Per organizzare il tuo viaggio a Medina Azahara da solo, ti consiglio di scaricare due mappe con gli itinerari al museo e al sito archeologico che puoi trovare sul sito ufficiale, che ti aiuteranno sicuramente a pianificare la tua visita!

6. Come arrivare a Medina Azahara?

Giardini di Medina Azahara| ©Diego Tirira
Giardini di Medina Azahara| ©Diego Tirira

In autobus

Un autobus turistico parte dall'Avenida del Alcázar fino al Centro d'Interpretazione della Medina Azahara. Per ottenere un biglietto per questo autobus è necessario prenotare un posto all'ufficio turistico di Cordoba almeno un giorno prima.

In auto

Dal centro di Cordova si può raggiungere il Centro d'Interpretazione della Medina Azahara prendendo la strada A-431 da Palma del Río fino all'indicazione di Madinat al-Zahra.

Una volta arrivati al sito, parcheggiare l'auto nel parcheggio del museo e prendere il bus navetta fino al sito archeologico, che si trova a due chilometri dal centro. Parte ogni 20 minuti e il biglietto dell'autobus si acquista al museo.

Come arrivare al sito archeologico?

Come ho detto, il sito archeologico di Medina Azahara si trova a 2 chilometri dal Centro d'Interpretazione, quindi c'è un bus navetta che collega i due punti, che si può prendere dopo aver preso il biglietto e la registrazione al museo.

Questo autobus funziona continuamente durante le ore di apertura del centro e passa ogni 15-20 minuti. Il biglietto costa 2,50 euro (tariffa generale) e 1,50 euro (tariffa ridotta per anziani e bambini dai 5 ai 12 anni) e comprende un viaggio di andata e ritorno. I bambini sotto i 5 anni sono gratuiti.

L'ultima navetta che porta i visitatori alle rovine di Medina Azahara parte dal parcheggio del Centro d'Interpretazione 60 minuti prima della chiusura.

Ricordate che questo è l'unico modo per arrivarci, dato che i veicoli privati non possono entrare nell 'antica città palatina.

7. Orario e biglietto d'ingresso alla Medina Azahara

Grande portico| ©-JvL-
Grande portico| ©-JvL-

Orari

Medina Azahara è aperta da martedì a sabato dalle 9 alle 18. La domenica, i giorni festivi e la vigilia dei giorni festivi sono aperti dalle 9 alle 15. Lunedì chiuso. Chiuso anche il 1° gennaio, 6 gennaio, 1° maggio, 24 dicembre, 25 dicembre e 31 dicembre.

A seconda del mese e della stagione, gli orari di apertura cambiano e le visite notturne al sito della Medina Azahara sono disponibili solo dalle 19 alle 24. Per ulteriori informazioni, si prega di consultare il sito ufficiale.

Tassa d'ingresso

  • Gratuito per i cittadini accreditati dell'Unione Europea.
  • L'ingresso per i cittadini di altri paesi è di 1,50 euro.

8. Perché visitare Medina Azahara?

Casa di Ja'far| ©Jocelyn Erskine-Kellie
Casa di Ja'far| ©Jocelyn Erskine-Kellie

L'Alhambra di Granada è la città palatina andalusa che è al centro dell'attenzione ed è conosciuta in tutto il mondo per la sua bellezza mozzafiato e il suo eccellente stato di conservazione. Riceve milioni di visitatori ogni anno, la gente fa code interminabili alle biglietterie per accedere e i biglietti sono esauriti con mesi di anticipo.

Tuttavia, non molti viaggiatori conoscono l'esistenza di Medina Azahara, il predecessore dell'Alhambra per quanto riguarda le città palatine andaluse.

Questo perché il destino dei due complessi di palazzi era molto diverso. Mentre l'Alhambra riuscì a sopravvivere dopo la fine della Riconquista, la vita di Medina Azahara fu molto breve, poiché fu rasa al suolo durante la guerra civile che pose fine al califfato omayyade e lasciò il posto ai regni di Taifa. L'abbandono, il passare del tempo e la depredazione hanno fatto il resto.

Tuttavia, grazie ai lavori di restauro che sono stati fatti a Medina Azahara, è possibile farsi un'idea della straordinaria bellezza che questa città califfale aveva alle sue origini e per quelli di noi che sono appassionati di storia e di arte, è una meraviglia poter camminare per il sito immaginando com'era Medina Azahara durante il suo periodo di splendore e la grande importanza che aveva nel Medioevo a livello politico, culturale e commerciale.

9. Com'è Medina Azahara?

Dettaglio della ricca decorazione di Medina Azahara| ©-JvL-
Dettaglio della ricca decorazione di Medina Azahara| ©-JvL-

Ricordo che camminare tra le rovine di Medina Azahara era come fare un viaggio indietro nel tempo al periodo d'oro di Al-Andalus e della dinastia omayyade in Spagna - un'esperienza emozionante!

Ho trovato affascinante avere l'opportunità di camminare attraverso la più antica città palatina andalusa del paese. La perla di uno dei grandi imperi del Mediterraneo paragonabile a quello bizantino del suo tempo, per la cui costruzione vennero architetti da Baghdad e Costantinopoli.

Una visita a Medina Azahara è un'avventura in sé. Poiché non è possibile accedere al sito in auto, è necessario parcheggiare l'auto nel parcheggio del Centro d'Interpretazione, registrarsi e ottenere il biglietto qui prima di prendere il bus navetta per il complesso monumentale.

Anche se è molto allettante, non è possibile arrivare a Medina Azahara camminando per la campagna godendo del paesaggio perché la strada diventa stretta e pericolosa in alcuni tratti.

Una volta registrato, sono salito sull'autobus che collega il museo con il sito (passa ogni 15 o 20 minuti) e presto sono arrivato alla Medina Azahara.

Cosa vedere a Medina Azahara?

La prima cosa che mi ha colpito è stata la posizione privilegiata di Medina Azahara.

Approfittando dell'irregolarità naturale del terreno, la città fu pianificata in un sistema di terrazze su tre livelli, in modo che nella zona superiore fu costruito l'Alcázar Real ( la residenza del califfo da dove poteva contemplare la valle del Guadalquivir), la parte centrale fu dedicata agli edifici amministrativi e alle abitazioni dei funzionari di corte e la zona inferiore era la medina vera e propria.

Anche se la città è stata rasa al suolo dalla guerra e più tardi dalla depredazione, mi ha sorpreso che ci siano ancora tracce dell'opulenza della decorazione che questa città palatina vantava un tempo.

La decorazione della città palatina

Il califfo Abderraman III non risparmiò nulla, perché Medina Azahara rappresentava il potere del suo califfato appena proclamato, e così tutto fu progettato per mostrare al mondo lo splendore della dinastia omayyade.

Il marmo bianco fu portato dal Portogallo per le colonne e i capitelli, l'alabastro fu usato per i pavimenti delle stanze più importanti e la pietra calcarea violacea locale fornì uno squisito contrasto tra le decorazioni rosse e le pareti bianche.

Aggiungete a questo la profusa decorazione con motivi vegetali, iscrizioni epigrafiche, giardini, fontane e stagni, ed è facile capire perché Medina Azahara fu detta una delle più splendide città mai costruite dall'uomo.

Quali sono i suoi spazi più importanti?

Qui si può vedere la Casa Reale del Califfo e la magnifica Sala Rico, dove si tenevano i ricevimenti politici della città e che era caratterizzata da una ricca decorazione. Anche la Moschea Aljama e la Casa di Ja'far, la residenza del primo ministro del califfo Alhaken II, che costruì la maqsura della Moschea di Cordoba.

Altre zone di interesse sono il grande Portico, l'entrata orientale dell'Alcazar, e la casa dell'Alberca, che si crede sia stata la residenza del califfo Al-Haken II.

Com'è il Centro d'Interpretazione?

Lo scopo di questo museo è quello di promuovere lo studio e la diffusione del sito archeologico di Medina Azahara e di fare da ponte tra il mondo occidentale e quello orientale.

Il tour consiste in un'introduzione di 60 minuti alla Medina Azahara che vi permetterà di scoprire la sua storia attraverso quattro mostre permanenti che trattano i seguenti argomenti:

  • La fondazione della città e il suo contesto.
  • La costruzione di Madinat al-Zahra.
  • La città e i suoi abitanti.
  • La distruzione e il recupero di Madinat al-Zahra.

Tutti gli oggetti storici trovati negli scavi archeologici sono conservati qui, e viene mostrato un documentario audiovisivo di 15 minuti chiamato "Madinat al-Zahra: la città splendente", che vale la pena guardare per saperne di più sulla Medina Azahara e la vita lì, dato che era abitata da più di 20.000 persone all'epoca.

10. Come è nata Medina Azahara?

Viaggia indietro nel tempo e scopri la cultura di Al-Andalus.| ©fraboof
Viaggia indietro nel tempo e scopri la cultura di Al-Andalus.| ©fraboof

La leggenda narra che Abderramán III, il primo califfo di Cordova, ordinò la costruzione della città palatina di Medina Azahara ai piedi della Sierra Morena nel IX secolo per soddisfare il capriccio di Azahara, la sua concubina preferita.

Tuttavia, la vera origine di questo complesso di palazzi non risiede nel romanticismo del sovrano ma in una ragione puramente politica.

Da un lato, il califfo voleva consolidare la sua immagine di potere dopo l'istituzione del califfato indipendente di Cordova e pubblicizzare il suo potere, la sua ricchezza e il suo buon gusto ai regni avversari. D'altra parte, Abderraman III voleva anche allontanarsi dai suoi sudditi in una città così popolata come era Córdoba all'epoca e vivere in un luogo idilliaco separato dal resto della società, in linea con la mentalità medievale dell'epoca.

11. Perché Medina Azahara è scomparsa?

Rovine del complesso della Medina Azahara| ©Diego Tirira
Rovine del complesso della Medina Azahara| ©Diego Tirira

La grande opera di Abdarrahman III fu Medina Azahara, simbolo del potere politico dell'autoproclamato califfo di Al-Andalus. La morte di suo figlio Alhakam II inaugurò il califfato di suo nipote Hisham II, che si abbandonò ai piaceri mondani e fu un burattino nelle mani del suo visir, il famoso Almanzor, che alla fine divenne il sovrano di Al-Andalus.

Almanzor abbandonò così Medina Azahara e fondò Medina Alzahira, una sua città palatina a ovest di Cordova, che non è stata ancora localizzata.

Quello che nessuno poteva sospettare era che i giorni del califfato omayyade erano contati. Scomparve definitivamente nel 1031, dopo una feroce guerra civile che rovesciò Hisham III e portò alla divisione del territorio in diversi regni conosciuti come i regni di Taifa.

Da allora, Medina Azahara fu bruciata e saccheggiata. Cadde nell'oblio per secoli, fino al 1911, quando i primi scavi archeologici portarono alla luce i resti dell'antica città palatina degli Omayyadi, dichiarata patrimonio dell'umanità nel 2018.

12. Suggerimenti per visitare Medina Azahara

Il complesso è integrato nel paesaggio per stupire i turisti| ©dr_zoidberg
Il complesso è integrato nel paesaggio per stupire i turisti| ©dr_zoidberg

Quando visitare Medina Azahara?

Qualsiasi periodo dell'anno è un buon momento per visitare Medina Azahara, anche se le temperature in estate tendono ad essere piuttosto alte. È per questo che in questa stagione vi consiglio di visitarla al mattino presto o nel tardo pomeriggio.

È possibile comprare cibo e bevande nel sito archeologico?

Non è possibile comprare acqua o cibo all'interno, quindi vi consiglio di portare una bottiglia e un po' di frutta secca e noci nel vostro zaino nel caso in cui vi venga appetito.

Tuttavia, il Centro d'Interpretazione ha una caffetteria-ristorante dove è possibile recuperare le energie dopo l'escursione.

Come vestirsi per vedere Medina Azahara?

C'è molto da vedere durante la tua visita a Medina Azahara, quindi camminerai per un bel po'. Ricordatevi di indossare abiti e calzature comode e di proteggervi dal freddo in inverno e dal sole in estate.

13. Come completare la visita a Medina Azahara?

Moschea di Cordoba| ©Angel de los Rios
Moschea di Cordoba| ©Angel de los Rios

Se state programmando un viaggio a Cordoba, vi consiglio di fare una gita a Medina Azahara e completarla con una visita alla moschea-cattedrale per capire l'importanza della capitale omayyade nel X secolo.

Nel mio articolo Biglietti per la Moschea di Cordoba ti dico tutti i dettagli su come ottenere i biglietti per questo tempio e i diversi tour disponibili.

Se stai viaggiando in Andalusia sulle orme di Al-Andalus, un'altra magnifica città palatina che puoi scoprire è l'Alhambra di Granada.

Se vuoi includerlo nel tuo viaggio, hai diverse opzioni per esplorare questa meravigliosa fortezza medievale nazarì. Li spiego in dettaglio nel mio articolo Biglietti e visite guidate all'Alhambra di Granada.