I cookie ci aiutano a offrire i nostri servizi. Utilizzando il nostro sito Web, acconsenti all'utilizzo dei cookies. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie. Saperne di più.

Biglietti Museo del Louvre

Ana Caballero

Ana Caballero

10 minuti di lettura

Biglietti Museo del Louvre

©Patrick Langwallner

Il Louvre può essere presentato in vari modi: si può parlare del suo imponente edificio, dei giardini delle Tuileries, della sua piramide di vetro, della sua collezione di arte egizia o della Gioconda di Da Vinci e della Venere di Milo.

1. Come comprare i biglietti per il Museo del Louvre

©Gli esterni del Louvre
©Gli esterni del Louvre

Su Internet

Il mio consiglio è quello di acquistare i biglietti in anticipo per non dover aspettare ore a fare la fila all’ingresso. Queste sono le migliori opzioni che puoi trovare online:

In biglietteria

Se acquisti i tuoi biglietti per il Louvre al botteghino, potrai risparmiare due o tre euro (il supplemento per i diritti di prevendita dell’acquisto online), ma in cambio dovrai fare una fila lunghissima con il rischio che, una volta arrivato al botteghino, i biglietti siano già esauriti per il giorno e l’ora in cui avevi intenzione di visitare il museo.

Per evitare ciò, se alla fine hai deciso di acquistare i biglietti al botteghino, prova ad andarci di mattina molto presto (apre alle 9:00) e non scegliere un giorno festivo per visitare il museo. Con questa opzione, l’audioguida è venduta separatamente ad un costo di circa cinque euro.

2. Biglietto salta fila per il Louvre e con audioguida

©Rumman Amin | Sala del Museo del Louvre
©Rumman Amin | Sala del Museo del Louvre

È questa l’opzione più pratica. Con una differenza di prezzo minima, risparmierai le code e potrai scegliere la tua fascia oraria preferita per visitare il museo. Al momento di acquistare il tuo biglietto per il Louvre, la prima cosa che devi fare è scegliere quando vuoi entrare al museo: dalle 9:00 alle 11:30, dalle 12:00 alle 14:30, dalle 15:00 alle 16:30 o dalle 17:00 alle 18:30.

Con questa opzione, acquisterai online i tuoi biglietti per il Louvre con audioguida inclusa. Il museo è talmente grande che ad un certo punto avrai bisogno di un supporto contestuale per goderti a pieno determinate opere e vivacizzare una visita che normalmente dura in media più di tre ore.

Come funziona

Il mercoledì e il venerdì, l’ultima fascia oraria di ingresso è quella delle 20:30 perché il museo chiude più tardi. Si prega di notare che gli orari si riferiscono esclusivamente all’ingresso; Nessuno ti butterà fuori dal museo una volta entrato. Non appena hai scelto il giorno e l’ora, riceverai un’email di conferma che presenterai direttamente ai controlli di sicurezza.

Lì ti daranno il tuo biglietto e la tua audioguida ed entrerai direttamente nel museo, nella fascia oraria da te scelta, senza fare la fila in biglietteria.

3. Biglietto per il Louvre con visita guidata di due ore

©Ninara | Leone assiro, Museo del Louvre
©Ninara | Leone assiro, Museo del Louvre

Qualsiasi appassionato d’arte dovrebbe fare una visita guidata in questo incredibile museo, dato che la collezione viene apprezzata il doppio quando si è guidati attraverso le opere principali e ci viene spiegato cosa si nasconde dietro a ciascuna di esse.

La visita guidata è consigliata anche a chi non vuole lasciare Parigi senza aver prima visitato il museo ma non ha abbastanza ore da dedicargli: in una visita guidata, il tempo a disposizione raddoppia, così come l’apprendimento.

Potrai ammirare comodamente le opere più emblematiche del museo, e ti verranno raccontati anche i dettagli dell’edificio stesso grazie al tour esterno. È anche disponibile come opzione privata per piccoli gruppi, altamente consigliato per sfruttare e personalizzare ulteriormente le spiegazioni della guida.

4. Paris Pass e altri pass urbani

©Carlos ZGZ | Piramide inversa negli interni del museo del Louvre
©Carlos ZGZ | Piramide inversa negli interni del museo del Louvre

Se hai il Paris Pass, l’accesso al museo del Louvre sarà gratuito e non dovrai fare la fila per acquistare il tuo biglietto. La visita gratuita al Louvre è una delle tappe di richiamo principale di questa tessera turistica, che include anche la visita gratuita a molti altri musei e attrazioni turistiche di Parigi.

Puoi consultare tutte le informazioni disponibili sul Paris Pass in questa guida che ho scritto su Paris Pass, ma d’ora in poi ti avverto che, se vuoi approfittare al massimo di tutto ciò che ti offre la città, è un’opzione che dovresti tenere in considerazione per risparmiare tempo e denaro.

5. Il Louvre con i bambini

©SpirosK photography | Sala del Museo del Louvre
©SpirosK photography | Sala del Museo del Louvre

Se visiti il ​​museo con dei bambini, assicurati che questi non si stanchino e che non corrano per i corridoi e le sale. Un’ottima idea è quella di fare una visita al Louvre personalizzata per i bambini; in questo modo, tu stimolerai il loro interesse per l’arte e loro apprezzeranno il museo molto di più.

Consiglio molto questa opzione di tour personalizzato con audioguida, così che tutti i membri della famiglia possano esplorare il museo secondo i propri ritmi, concentrandosi sui temi di maggior interesse.

6. Organizza la tua visita: le opere più rilevanti del Louvre

La Gioconda, protetta
La Gioconda, protetta

Personalmente, non sono mai stata in nessun altro museo all’infuori del Louvre dove conoscessi così tante opere d’arte. Se questo è il museo più visitato d’Europa c’è un motivo, e non solo perché è una delizia per gli amanti dell’arte, ma anche perché il visitatore medio vi riconoscerà dentro un numero significativo di opere.

Fare una selezione delle opere da vedere al Louvre è più difficile che in qualsiasi altro museo (al suo interno ci sono 35.000 opere d’arte di quasi tutti i periodi artistici e di tutte le provenienze). Tuttavia (e siamo costretti a scartare qualcosa), se dovessimo fare una top 10 delle opere più note, la classifica sarebbe molto simile a questa:

1. La Gioconda di Leonardo Da Vinci

È l’opera principale del museo. Naturalmente, prima che tu ne rimanga “deluso”, ti dirò che non potrai vederla da vicino; il dipinto è protetto da una barriera di sicurezza lunga diversi metri, essendo stato vittima di diversi atti vandalici. Ma anche se da lontano, è un quadro che deve essere visto poichè è l’opera principale del Rinascimento e anche uno dei dipinti più iconici di sempre.

Nel museo troverai anche altre opere di Da Vinci come la famosa ‘Vergine delle Rocce’ che potrai ammirare con meno visitatori attorno; non lasciarti scappare questa occasione.

2. La Libertà che guida il popolo di Delacroix

Questo è uno dei miei preferiti. Il quadro rappresenta la rivolta popolare contro la Corona di Parigi nel 1830, che si concluse con la destituzione dell’ultimo Borbone che avrebbe regnato in Francia: Carlo X. In questo capolavoro, la libertà è rappresentata in forma allegorica al centro del dipinto come una donna che tiene in mano una bandiera. Prenditi il ​​tuo tempo per concentrarti sui dettagli di una delle opere meglio conservate del museo.

3. La Venere di Milo

Una delle statue più rappresentative del periodo ellenistico della scultura greca. Questa figura femminile non è sempre stata un busto senza braccia, ma il motivo per cui le abbia “perse” è sconosciuto ancora ad oggi, e ci sono anche diverse teorie su come queste fossero state rappresentate. La perfezione delle forme merita assolutamente qualche minuto di contemplazione di fronte all’opera.

4. Le Nozze di Cana di Veronese

Uno dei dipinti più famosi del pittore italiano noto come Veronese. È impossibile non aver mai avuto l’occasione di vedere un disegno di quest’opera, che rappresenta il primo miracolo di Gesù Cristo il quale, durante un matrimonio, si dice che abbia trasformato l’acqua in vino, secondo il Vangelo di San Giovanni. Vale la pena dedicarvi alcuni minuti, per osservare attentamente l’illuminazione del dipinto e la cura nei dettagli dei personaggi.

5. La Vittoria di Samotracia

Una delle statue più grandi che troverai nel museo. La Vttoria Alata di Samotracia rappresenta Nike, la dea greca della Vittoria. Sebbene la sua estetica (la scultura è priva di testa) sia stata criticata da molti, è considerata un’opera fondamentale della scultura, e basta guardare il dettaglio delle pieghe delle sue vesti per dimostrarlo.

6. La Merlettaia di Vermeer

Una delle opere più note di questo artista e un altro dei tanti gioielli del museo. Come molti dei dipinti di Vermeer, anche questo mostra una figura anonima nell’intimità della sua quotidianità, in questo caso mentre è dedita al cucito. Con un’ambientazione minimale, il pittore riesce a trasmettere quel momento di pace che avvolge la protagonista.

7. Codice di Hammurabi

Il pezzo più emblematico dell’arte mesopotamica. La collezione di arte antica del Louvre è una delle più preziose e quest’opera nello specifico raccoglie le leggi civili in vigore durante il regno di Hammurabi, motivo per cui ha rappresento una scoperta fondamentale per la conoscenza della cultura di questo periodo storico.

8. Statua di Ramses II

Una colossale statua del faraone seduto sul suo trono. Poche sono le collezioni di arte egizia che superano quelle contenute in questo museo. Anche se bisogna guardarla con attenzione, in questa scultura vengono apprezzati i tratti naturalistici di un faraone che era considerato come un dio.

9. Ritratto di Luigi XIV

Icona della monarchia assolutista francese. Il ritratto rappresenta tutto il potere che la monarchia francese deteneva in Europa durante la sua epoca di massimo splendore. Non esitare a utilizzare l’audioguida davanti a questo dipinto, per saperne di più su questo importante periodo storico e per scoprire perché questo quadro sia considerato un altro dei capolavori del museo del Louvre.

10. L’incoronazione di Napoleone di David

Una delle opere chiave che ritrae un episodio epico della storia della Francia. Alto più di sei metri e largo dieci, il quadro è stato dipinto da Jacques-Louis David e rappresenta l’incoronazione di Napoleone e della moglie Giuseppina all’interno della cattedrale di Notre-Dame.

7. Consigli pratici per visitare il Louvre

©Groume | Museo del Louvre e i Giardini delle Tuileries
©Groume | Museo del Louvre e i Giardini delle Tuileries

Quando andarci

Il museo è aperto praticamente tutti i giorni dell’anno tranne il martedì, che è il tipico giorno di chiusura di molti musei a Parigi. Ogni momento è buono per visitare questa impressionante collezione, ma nella fascia oraria del tardo pomeriggio (che nei mercoledì e nei venerdì dura fino a quasi le dieci di sera) e in quella di pranzo c'è di solito meno affluenza di pubblico.

Come arrivare

Il Louvre si trova nel centro di Parigi. In qualsiasi mappa turistica troverai segnato l’edificio che ospita il museo. Ovviamente, nonostante l’intero complesso sia davvero enorme, l’ingresso avviene attraverso la piramide di vetro che si trova nel cortile principale (di notte questa piramide si illumina ed è una delle meraviglie della cosiddetta ‘città della luce’).

Il Louvre è accessibile anche direttamente dalla fermata della metro “Palais Royal Musée du Louvre” (la fermata Louvre Rivoli non è per accedere al museo), sulla linea 1. Se scegli quest’ultima opzione, vedrai che alcune delle fermate della metropolitana di Parigi sono di per sé delle vere e proprie attrazioni turistiche, ma non dimenticare di salire dopo la tua visita per vedere la piramide.

Durata della visita

Molti dei turisti che vengono a Parigi visitano il Louvre in più giorni perché le dimensioni del museo e la quantità di opere d’arte ospitate al suo interno permettono benissimo delle visite di tale portata. Per me, vedere il Louvre in meno di tre ore non ha senso, a meno che non si faccia una visita guidata incentrata solo su determinate opere o si voglia vedere solo una parte specifica del museo.

Per fare una visita approfondita avrai sicuramente bisogno di una giornata intera. Tieni inoltre presente che gli orari di visita sono illimitati; le fasce orarie di ingresso sono riferite esclusivamente all’accesso.

Ingresso gratuito

Ci sono alcuni gruppi che entrano gratis al Louvre. È il caso dei minori di 18 anni, dei cittadini dell’Unione Europea di età inferiore ai 25 anni, degli insegnanti di arte e dei disabili con accompagnatore (il museo è adattato anche a loro).

Ci sono alcuni giorni e orari in cui l’ingresso al Louvre è gratuito per tutti: è il caso della prima domenica del mese e del 14 luglio (giorno della Presa della Bastiglia) a partire dalle 18:00. Ricordati però che, anche se hai l’ingresso gratuito al museo, devi comunque prenotare il tuo biglietto per scegliere una fascia oraria e assicurarti l’accesso; puoi farlo sul sito ufficiale del museo.

Dove mangiare

All’interno del museo del Louvre ci sono una caffetteria e un ristorante, che sono altamente raccomandati se visiti il ​​museo a metà mattina per fare uno spuntino, goderti la vista dei Giardini delle Tuileries da uno dei balconi del museo e poi riprendere la tua visita. Tuttavia, sarà un po’ più difficile trovare posti dove mangiare nei dintorni, quindi tienilo a mente nel caso in cui tu abbia fame.

Mappa e audioguida

Non dimenticare di ritirare la mappa gratuita all’ingresso del museo. Alcuni visitatori vogliono fare soltanto una visita veloce e individuare le opere più importanti di ogni sala: la mappa è pensata proprio per questo, e ti sarà molto utile per capire la tua posizione all’interno dell’edificio.

Per quanto riguarda l’audioguida, questa è altamente consigliata, date le dimensioni del museo e la quantità di opere iconiche contenute al suo interno. È possibile acquistarla all’ingresso, costa cinque euro, è disponibile in più lingue ed è solitamente compresa nel prezzo di molti pacchetti dei biglietti prenotati in anticipo.

Come comportarsi

Nel Louvre vigono le solite regole dei grandi musei. È consentito fare fotografie, è vietato toccare le opere d’arte, si deve mantenere un certo silenzio e non è possibile entrare con il cibo. All’ingresso ci sono i controlli di sicurezza e anche gli armadietti dove lasciare custoditi gli zaini, cosa che consiglio perché il peso non diventi insopportabile dopo diverse ore passate a percorrere le varie sale del museo.

I dintorni del Louvre

Il Louvre è un simbolo di Parigi, che dovresti osservare e goderti anche dall’esterno. Accanto, oltre alla piramide di vetro, ci sono anche i Giardini delle Tuileries, che sono il luogo ideale dove sedersi a leggere e godersi il panorama.

8. Se ti interessa la visita al Louvre, allora ti interesserà anche...

Il Museo del Louvre è così imponente e famoso che è facile che questo eclissi tutti gli altri musei di Parigi. Dopo aver finito di contemplare tutte le opere del Louvre, è facile chiedersi: ma potrebbero essercene altre? La risposta è sì. Parigi è pienissima di musei, e ognuno di loro merita una visita.

I miei preferiti sono il Musée d’Orsay (una vera meraviglia) e il Museo Pompidou di arte contemporanea, ma la lista è molto più lunga. Se vuoi saperne di più, puoi leggere questo articolo su I migliori musei.